VIDEONEWS & sponsored

(in )

A22 – AUTOSTRADA DEL BRENNERO * BILANCIO 2019: « UTILE A 87 MILIONI, APPROVATA ALL’UNANIMITÀ LA DISTRIBUZIONE DI DIVIDENDI PER 35 MLN »

Utile da 87 milioni, deliberati all’unanimità 35 milioni di dividendi. Autostrada del Brennero. I Soci approvano il bilancio 2019. Via libera dell’Assemblea alla proposta del Consiglio di Amministrazione.

L’Assemblea dei Soci di Autostrada del Brennero ha approvato questa mattina il bilancio 2019 così come proposto dal Consiglio di Amministrazione della Società, che lo aveva deliberato lo scorso 22 maggio. I Soci hanno approvato all’unanimità anche la distribuzione di dividendi per 23 euro ad azione – per un totale di 35,2 milioni di euro su 87,1 milioni di utile – il medesimo valore indicato per i Bilanci 2017 e 2018, i cui utili erano stati rispettivamente di 81 e 68 milioni.

Nel dettaglio, nell’esercizio 2019 il valore della produzione si è attestato a 401,3 milioni di euro (+4,2 milioni). I costi della produzione sostenuti nel 2019 hanno raggiunto il valore di 303,6 milioni, contro i 313,2 milioni del 2018 (-9,6 milioni). Il risultato operativo, pari a 97,7 milioni di euro, segna un incremento di circa 13,8 milioni rispetto all’anno precedente.

Positivo, anche nel 2019, l’apporto della gestione finanziaria, che con 17,7 milioni vede il proprio contributo incrementare di 3,1 milioni rispetto all’anno precedente. Il risultato prima delle imposte è stato di 117,1 milioni (nel 2018 era stato di 95,2 milioni). L’utile di esercizio del 2019, al netto di imposte per 30,0 milioni, raggiunge il record storico di 87,1 milioni, con un incremento di 18,9 milioni rispetto all’anno precedente. Il principale indicatore di redditività, l’Ebitda, con 179,1 milioni rappresenta il 44,63% del valore della produzione, l’Ebit il 24,34% (97,69 milioni).

Nell’attesa di nuove certezze in materia di concessione, necessarie per sbloccare il Piano di investimenti, Autostrada del Brennero ha comunque continuato a fare la propria parte anche nel 2019 investendo 20,1 milioni in sovrappassi, vie di fuga, innovazioni gestionali e altri interventi. Assai significativo, come d’abitudine, l’investimento per le attività di manutenzione: 47,4 milioni spesi in cura del manto stradale, impianti, segnaletica, sicurvia, gallerie, opere d’arte, cura del verde e altre attività.