VIDEONEWS & sponsored

(in )

A22 AUTOSTRADA DEL BRENNERO * ADUNATA ALPINI 2018: 53.452 VEICOLI IN ENTRATA E 49.352 IN USCITA

Tra venerdì e domenica 323 persone in servizio e 11 presidi di soccorso mobile da Affi a S. Michele. L’adunata degli alpini 2018 ha richiesto anche da parte di Autostrada del Brennero un dispiego di forze e mezzi oltre la norma.

L’A22, infatti, principale via d’accesso da tutta Italia per raggiungere il capoluogo trentino, ha registrato passaggi straordinari nelle tre giornate di evento, con un totale di 53.452 veicoli entrati nelle sole stazioni autostradali tra Rovereto Nord e Trento Nord e 49.352 usciti. Flussi di traffico importanti, causati anche dalla concomitante festività dell’Ascensione molto sentita in Austria e Germania, che hanno richiesto da parte dei vertici della società di via Berlino l’adozione di misure gestionali straordinarie.

“Per rendere il più veloce possibile le operazioni di pagamento in uscita – ha spiegato l’Amministratore Delegato Walter Pardatscher – abbiamo raddoppiato il personale di esazione nelle stazioni coinvolte dall’evento, con ben 91 operatori attivi tra Rovereto Sud e Trento Nord. Abbiamo inoltre aumentato il personale addetto alla cura delle aree di servizio per garantire a tutti gli utenti uno standard di qualità adeguato anche con presenze molto più alte”.

Anche sul fronte della gestione delle emergenze e del presidio della tratta sono stati presi importanti accorgimenti. “In accordo con la Provincia – ha dichiarato il Direttore Tecnico Generale Carlo Costa – ci siamo fatti carico di gestire autonomamente ogni possibile incidente o emergenza che sarebbe avvenuta in quei giorni sull’autostrada.

Nella sola giornata di domenica abbiamo dislocato ben 11 presidi di soccorso mobile tra Affi e S. Michele all’Adige pronti a intervenire in ogni momento. Abbiamo anche aumentato il numero di ausiliari della viabilità in servizio e garantito presidi tecnici e informatici per ogni evenienza”.

Una pianificazione che ha portato importanti benefici, considerando l’efficienza che l’arteria autostradale è riuscita a mantenere costante nel corso della tre giorni. Soddisfazione condivisa anche dal Presidente di Autostrada del Brennero, Luigi Olivieri: “Siamo contenti di aver potuto anche noi dare il nostro contributo per la riuscita di un evento così importante per il territorio.

Era fondamentale poter garantire alle migliaia di persone arrivate la possibilità di muoversi nei tempi previsti e in sicurezza, e così siamo riusciti a fare. Desideriamo infine complimentarci con il comitato promotore per la qualità organizzativa e la riuscita complessiva di un evento di tale portata”.

I vertici hanno poi desiderato ringraziare tutto il personale di A22 che in servizio o reperibilità ha permesso di raggiungere un obiettivo importante ma non facile.