News immediate,
non mediate!

A.C. TRENTO * CALCIO: « A CARLINO GLI AQUILOTTI CONQUISTANO IL NONO RISULTATO UTILE CONSECUTIVO, CONTRO IL CJARLINS FINISCE 0 A 0 »

Scritto da
8:25 - 4/02/2021

Nel fango di Carlino il Trento conquista il nono risultato utile consecutivo. Contro un coriaceo Cjarlins Muzane finisce 0 a 0 al termine di un match combattuto andato in scena su un campo molto pesante a causa della pioggia caduta prima e durante tutto l’incontro. Primo tempo sostanzialmente equilibrato con un paio di occasioni per parte, mentre nella ripresa, dopo una super parata di Cazzaro il Trento sfiora il gol del vantaggio in almeno quattro occasioni e si vede annullata una rete realizzata da Aliù. Con il punto conquistato nella sesta gara in diciotto giorni, il Trento sale così a quota 33 punti, a meno uno dalla capolista Manzanese, che però rispetto ai gialloblù ha giocato una gara in più. Intanto è ufficiale: il recupero della sfida contro il Montebelluna si giocherà mercoledì 17 febbraio alle 14.30 allo stadio Briamasco.

 

Live match.

Ancora indisponibili per infortunio Bran e Osuji, ai quali si aggiungono gli squalificati Dionisi e Caporali, mister Parlato opta per il classico “4-3-1-2” con Cazzaro in porta, mentre la linea difensiva è formata da Galazzini, all’esordio dal primo minuto, e Tinazzi sulle corsie esterne con Trainotti e Salviato al centro. In mezzo al campo Gatto agisce da playmaker con Pilastro e Trevisan interni e Belcastro completa il rombo di metà campo, in posizione di trequartista alle spalle del tandem offensivo formato da Aliù e Rivi.
La prima frazione di gioco inizia con un buon piglio dei padroni di casa che aggrediscono subito il match, anche se la prima occasione capita sui piedi di Belcastro che al minuto 6’ è bravo a rientrare sul mancino ma la conclusione è troppo debole per impensierire Sourdis.

Qualche minuto più tardi è il Cjarlins a rendersi pericoloso. De Agostini, tra i più in palla nei friulani, scende sulla sinistra e mette al centro un cross sul quale però non arriva nessuno. Il Cjarlins spinge, ma è ancora una volta la compagine di Parlato a rendersi pericolosa: verticalizzazione per Rivi che solo contro la difesa avversaria fa partire un missile che Sourdis respinge. Il Trento fatica ad alzare il baricentro a causa del ritmo tenuto dai padroni di casa che sfiorano per due volte il vantaggio, prima con una conclusione da fuori di Longato che passa in mezzo a una mischia e sulla quale Cazzaro si fa trovare pronto, e poi con un tiro ravvicinato di Butti che si spegne sull’esterno della rete dando solo l’illusione del gol. L’ultimo squillo del primo tempo arriva al minuto 37’ con un’ottima ripartenza dei gialloblù con Belcastro che sfiora l’incrocio dei pali.

Nella ripresa mister Parlato inserisce subito Ferri Marini, al rientro dopo quattro partite saltate per infortunio, al posto di Rivi. Sono però ancora i padroni di casa ad impegnare Cazzaro che prima si supera sul piazzato di Butti ben servito dal solito De Agostini (48’) e poi si fa trovare pronto sul tiro di Ruffo mandando la palla in corner (55’). Dopo lo spavento per Pattarello, rimasto a terra dopo uno scontro fortunatamente senza conseguenze, i gialloblù prendono il controllo del gioco senza rischiare nulla e andando vicini più volte al vantaggio. Al 76’ errore in disimpegno di Zuliani e Sourdis che per evitare il corner serve Belcastro che mette un cross sul quale si avventa Ferri Marini che va a botta sicura trovando però la risposta del portiere biancoblù.

La partita sembra volgere al termine ma quando mancano tre minuti Aliù mette giù un lancio di Gatto e col sinistro trova il gol del vantaggio. Prima che l’attaccante calci a rete arriva però il fischio del direttore di gara che ferma tutto per un presunto fallo del numero 9 gialloblù. L’ultima “quadrupla” occasione del match è ancora del Trento. Minuto 89’, lato sinistro dell’area di rigore, Aliù serve al centro per Ferri Marini che viene anticipato da Zuliani; la palla rimane lì e arriva Pattarello che viene murato da Sourdis, sulla respinta ci prova prima Santuari, poi Belcastro, ma la difesa friulana è brava a fare muro nei pressi della linea di porta. Finisce 0 a 0 al “Della Ricca”, domenica si torna al “Briamasco” per l’ultima giornata del girone d’andata contro il Chions.

 

Il tabellino.

CJARLINS MUZANE – AC TRENTO 0-0

CJARLINS MUZANE (4-2-3-1): Sourdis; Ndoj, Tonizzo, Zuliani, De Agostini; Longato, Buratto; Ruffo (38’st Pucci), Tonelli, Butti; Sottovia (22’st Bussi).
A disposizione: Moro, Dimroci, Nallo, Spetic, Sautto, Palmegiano, Fall.
Allenatore: Nicola Princivalli.

AC TRENTO (4-3-1-2): Cazzaro; Galazzini, Trainotti, Salviato, Tinazzi; Trevisan (8’st Pattarello), Gatto, Pilastro (8’st Santuari); Belcastro; Aliù, Rivi (1’st Ferri Marini).
A disposizione: Ronco, Contessa, Bonomi, Comper, Amadori, Pinto.
Allenatore: Carmine Parlato.

ARBITRO: Cerbassi di Arezzo.

NOTE: partita disputata a porte chiuse. Pioggia durante tutta la durata dell’incontro. Campo molto pesante. Ammoniti: Tonizzo (C), Bussi (C), Aliù (T). Calci d’angolo 8 a 2. Recupero 0’ + 4’.

Categorie Articolo:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.