News immediate,
non mediate!

CONCESSIONE A22 – VIDEOINTERVISTA OPINIONE A SEN. DONATELLA CONZATTI (IV) ED A SEN. ANDREA DE BERTOLDI (FDI) * FOCUS SU: « MINISTRA DE MICHELI / GOVERNANCE IN HOUSE / ENTI TERRITORIALI / FERROVIA BRENNERO»

Scritto da
16:22 - 14/12/2020

Le cinque domande comuni ai due senatori della Repubblica (a cura redazione Opinione)

 

1) DE MICHELI
Circa Autobrennero, che ne pensa del Decreto Legge -in fase di conversione- della ministra De Micheli: potrebbe essere letto come un “esproprio”, anche perché in deroga al Codice civile ed allo Statuto societario di A22?

 

2) IN HOUSE
Secondo lei, che potrebbe succedere se passasse la linea “In house” che prevede un Cig (Comitato di indirizzo gestione) con tre rappresentanti su sei espressi dallo Stato, compreso il Presidente che avrebbe pure il diritto di veto? Di fatto la governance non sarebbe più in mano agli enti locali…

 

3) TERRITORIO
L’Autostrada del Brennero venne creata negli anni ’50 da soci pubblici che sopperirono all’assenza (anche finanziaria) dello Stato italiano, pagandosi un’infrastruttura apprezzata oggi in tutta Europa: trova condivisibile che -con l’attuale proposta governativa- i territori possano perderne (di fatto) la governance?

 

4) SOCIETÀ A22
Lei, da rappresentante del collegio di Trento in Senato, quale scenario immagina per le altre società collegate alla Spa di via Berlino, come ad esempio quelle che si stanno occupando di Cispadana e Campogalliano-Sassuolo? Che ne sarà di tali opere in fase di sviluppo?

 

5) FERROVIA
La società Autostrada del Brennero non gestisce solo la tratta A22, ma sviluppa anche il trasporto su rotaia, grazie ad una apposita società dedicata al traffico ferroviario sull’asse del Brennero: la formula governativa “In house” potrebbe destabilizzare l’innovazione di questo settore di mobilità?

 

 

 

 

Categorie Articolo:
LA VIDEOINTERVISTA

I commenti sono chiusi.