LANCIO D’AGENZIA

La Presidenza del Consiglio della Provincia Autonoma di Trento attribuirà l’Aquila di San Venceslao – il più alto riconoscimento da parte dell’assemblea legislativa – alla memoria del sindacalista Giuseppe Mattei (1926-2002), per il suo impegno sul fronte della tutela del lavoro, delle lavoratrici e dei lavoratori.

I giornalisti sono cortesemente invitati alla cerimonia che si svolgerà giovedì 3 maggio prossimo, alle ore 18.00, in Aula Depero a Palazzo della Provincia. L’Aquila sarà consegnata dal presidente Bruno Dorigatti ai figli di Giuseppe Mattei. Sandro Schmid interverrà a tratteggiare la figura e la storia umana di Mattei. E’ attesa Anna Maria Furlan, segretaria generale della Cisl.

Riconosciuta per la sua bellezza, per il suo profumo, regalo perfetto per la persona amata, la rosa resta nell’immaginario collettivo il fiore più conosciuto, apprezzato e più regalato al mondo.

Questa settimana, Edoardo Raspelli, ci riporterà tra Liguria e Piemonte per scoprire la tradizione secolare della rosa da sciroppo che un tempo aveva un utilizzo ben diverso, casalingo, legato alle sue proprietà uniche che portavano le famiglie contadine a farne sciroppo, confetture, fino ai più esperti erboristi che preparavano pozioni con proprietà curative.

Durante questa puntata de Le Storie di Melaverde vedremo come diversi coltivatori si siano uniti in un’associazione con lo scopo di dare nuova luce a questa tradizione, tornando a coltivare le rose in piccoli roseti lungo la Valle Scrivia, alle porte di Genova, e lavorando in piccoli laboratori attrezzati i petali in prodotti particolari realizzati con ricette d’altri tempi.

Giovedì 3 maggio alle 21.15 Rai3 trasmette il film di Olivier Dahan “Grace di Monaco”, con Nicole Kidman e Tim Roth. Nel 1956 la celebre star del cinema Grace Kelly abbandona una promettente e brillante carriera a Hollywood per sposare il principe Ranieri di Monaco.

Sei anni dopo la celebrazione del matrimonio del secolo, la celebre principessa si dibatte nel tentativo di conciliare il desiderio di tornare ad apparire sul grande schermo grazie a un ruolo offertole da Alfred Hitchcock e il suo nuovo ruolo di madre di due bambini, regnante su un principato europeo e moglie del principe Ranieri.

Noci, pane di antichi cereali, formaggi di malga e miele, perché fanno bene? Il tema verrà affrontato nel convegno organizzato dalla Fondazione Edmund Mach sabato 5 maggio, alle ore 18, a Trento, a Palazzo Roccabruna, e inserito nell’ambito del 66° Trento Film Festival, a cui interverranno il presidente Andrea Segrè, con i ricercatori e tecnologi Michela Troggio, Enzo Mescalchin, Silvia Schiavon, Paolo Fontana e Carlo Pedrolli, dirigente del Servizio dietetica e nutrizione clinica dell’Azienda provinciale per i Sevizi Sanitari di Trento che si concentrerà sugli aspetti nutrizionali della dieta mediterranea e sulle qualità nutrizionali dei prodotti di montagna.

Il presidente Fem, Andrea Segrè, parteciperà anche all’evento organizzato per domani, mercoledì 3 maggio, alle ore 18, a Palazzo Roccabruna, dal Consorzio Vignaioli del Trentino “Montagna al naturale. Riflessioni sul futuro sostenibile della viticoltura delle terre alte” in una dialogo con il presidente del Consorzio Lorenzo Cesconi e il vignaiolo biologico, Stefano Pisoni.

Nel corso dell’evento in programma sabato 5 maggio, si affronterà il progetto “Environment, Food & Health (Efh)” coordinato da Fem a livello euroregionale fra Trentino, Alto Adige e Tirolo per indagare la “versione alpina” della dieta mediterranea, progetto col quale si vuole dimostrare che si può vivere a lungo con minori spese sanitarie, adottando uno stile di vita – e quindi una dieta – sana, e contemporaneamente aumentare il reddito dei produttori del territorio, consumando locale e stagionale.

Michela Troggio parlerà di noce del Bleggio, con il progetto di San Michele che punta a valorizzare la coltura di questo prodotto, mediante la caratterizzazione delle varietà coltivate localmente, valutandone l’adattabilità alle condizioni climatiche locali, identificandone i tratti distintivi ed interessanti per il consumatore e descrivendo le qualità nutrizionali e salutistiche del frutto.

Silvia Schiavon affronterà il tema dei formaggi di malga che rappresentano un valore per il territorio trentino perché ricchi di storia, tradizione, cultura della montagna ma anche perché sono prodotti sani, a km zero e, grazie all’alimentazione ad erba delle vacche, ricchi di sostanze dalle importanti proprietà salutistiche come l’acido linoleico coniugato (Cla).

Parlerà del progetto Fermalga con cui si è inteso valorizzare questi prodotti sia dal punto di vista qualitativo che commerciale e che ha portato ad importanti risultati sui formaggi prodotti sia dal punto di vista aromatico che delle caratteristiche collegate alla stagionabilità del prodotto, peculiarità riconosciute e premiate nei diversi concorsi per formaggi di malga che si svolgono annualmente in Trentino.

Altro prodotto sotto la lente sabato sarà il pane di antichi cereali. Enzo Mescalchin spiegherà come la coltivazione dei cereali sta ritrovando oggi un suo “nuovo” piccolo spazio in Trentino, grazie al rinnovato interesse da parte di consumatori, panificatori e agricoltori, per questi ultimi come possibilità di recupero e valorizzazione di terreni marginali privi di irrigazione e per una diversificazione colturale, contribuendo così al miglioramento del paesaggio agrario con il contenimento della monocultura e la salvaguardi tradizioni e cultura locali.

Infine, il miele di montagna. Paolo Fontana spiegherà che il miele per fare bene oltre che per essere buono, deve provenire da un ambiente incontaminato. Ecco che i mieli di montagna oltre che essere connotati da caratteristiche sensoriali straordinarie, sono anche molto sicuri per i consumatori

Allevatori trentini in assemblea.Appuntamento: venerdì 4 maggio E’ tempo di assemblea per la Federazione Provinciale Allevatori.

Alcuni dati del bilancio 2017 presentato ai soci: il valore della produzione ha raggiunto i 14 milioni 690 mila euro. Utile di poco inferiore ai 59 mila euro. Il patrimonio netto ammonta a 6 milioni 819 mila euro e testimonia la solidità della cooperativa.

“Gli allevatori soci della Federazione – spiega il direttore Claudio Valorz – sono 1.147 per oltre trentamila capi bovini, novantacinque aziende di ovicaprini con più di 1700 capi, 300 allevamenti di cavalli Haflinger e Noriker con 650 capi in selezione”.

Le aste “del bestiame da riproduzione sono state 6 con oltre 700 soggetti venduti, in un aumento di 110 capi e quotazioni in linea con il 2016. I vitelli baliotti ritirati – viene aggiunto – sono stati oltre 6000 e le vacche fine carriera oltre 2200 con quotazioni per entrambi soddisfacenti”.

Inoltre il programma di “valorizzazione delle carni trentine ha interessato 1333 capi ingrassati, successivamente distribuiti nel nostro punto vendita e nelle Famiglie Cooperative rifornite dal consorzio Sait”.

L’assemblea è in calendario

venerdì 4 maggio alle ore 9.30
alla sala riunioni della sede della Federazione Provinciale Allevatori
in via delle Bettine 40 a Trento

 

Centro Studi Cna: pesa l’incertezza politica. Corrarati: rischiamo di fermare la ripresa. Lavoro, rallenta la crescita dell’occupazione nelle Pmi.

Continua la crescita dell’occupazione nell’artigianato e nella micro e piccola impresa anche a marzo. Ma a un ritmo più lento dei primi due mesi dell’anno.

Un risultato che sconta anche il clima d’incertezza politica. Lo rileva l’Osservatorio lavoro della Cna che monitora mensilmente l’andamento dell’occupazione (in un campione di circa 20mila imprese associate alla Confederazione con quasi 136mila dipendenti) da dicembre 2014, alla vigilia dell’entrata in vigore del pacchetto di riforme che hanno profondamente modificato la disciplina del lavoro in Italia.

“Le piccole e micro imprese – commenta Claudio Corrarati, presidente della Cna del Trentino Alto Adige – continuano a credere nella ripartenza economica, creando posti di lavoro e investendo nell’innovazione e nella riorganizzazione interna. Adesso, però, si sente il peso dell’incertezza politica che condiziona le scelte delle aziende, frenando gli investimenti e le strategie di crescita.

La politica pensi al bene del Paese e alla necessità di non rallentare la ripresa, con un effetto di tira e molla che si sta rivelando molto negativo per le piccole aziende che non hanno alcuna voglia di vanificare i sacrifici fatti durante gli anni di crisi per tenere in piedi l’economia”.

In dettaglio, l’incremento dei posti di lavoro a marzo segna un +0,3% sul mese precedente e un +3,5% su marzo 2017. A febbraio, invece, l’aumento era stato dello 0,6% sul mese precedente e del 3,9% su base annua.

Il rallentamento nella crescita dei posti di lavoro nelle imprese artigiane, micro e piccole è stato determinato soprattutto dalla crescita delle cessazioni di rapporto (+18,7%, per arrivare a interessare il 2,5% degli occupati complessivi) a fronte di un incremento delle assunzioni limitato all’1,4%, coinvolgendo quindi il 2,9% dell’intera platea. Un combinato disposto che porta al +10,5% l’occupazione nelle imprese artigiane, micro e piccole tra dicembre 2014 e marzo 2018.

L’andamento delle assunzioni permette una riflessione. Gli incentivi a favore dei contratti a tempo indeterminato inseriti nella Legge di Bilancio 2018 hanno sortito un effetto limitato. A farla da padrone a marzo sono state, infatti, le assunzioni a tempo determinato (59,6% del totale) seguite dai nuovi contratti a tempo indeterminato con il 17,4% (comunque quasi raddoppiati rispetto a marzo 2017 quando si erano fermati al 9%), dall’apprendistato (12,5%) e dal lavoro intermittente (10,6%).

Sul fronte delle cessazioni sono i contratti a tempo determinato i più falcidiati (rappresentano il 47,4% del totale), seguiti dal tempo indeterminato (34,6%), dal lavoro intermittente (9,7%) e dall’apprendistato (8,3%). Interessante è l’andamento delle cessazioni di contratti a tempo indeterminato, diminuite in un anno del 16%.

I contratti a tempo indeterminato rimangono i più diffusi nelle imprese artigiane, micro e piccole. Anche se ne continua la riduzione del loro “peso”. A marzo costituivano il 65,9% del totale (- 0,6% in un mese, -7,1% in un anno) rispetto all’86,7% di dicembre 2014. Nello stesso arco di tempo, i contratti a tempo determinato sono aumentati dal 5,6 al 21,7%, l’apprendistato dal 5,1 al 9,4% e il lavoro intermittente dal 2,6 al 3%.

Piero Angela a Trento, evento già sold-out all’inizio delle vendite dei biglietti?- Interrogazione provinciale – Con comunicato stampa ufficiale numero 244 del 14 febbraio 2018 la Provincia Autonoma di Trento ha annunciato un importante evento previsto per il 21 maggio a Trento, con la partecipazione del noto divulgatore scientifico Piero Angela al Teatro Sociale per la “Bruno Kessler Lecture”.

Si tratta di un incontro aperto alla cittadinanza, dove Piero Angela terrà una lecture dedicata al tema di come la tecnologia ha modificato e modifica la società, partendo dall’Intelligenza Artificiale, tema quest’ultimo scelto dalla Fondazione Bruno Kessler per caratterizzare le iniziative del 2018.

L’ingresso all’evento del 21 maggio al Teatro Sociale sarà gratuito e su prenotazione. Le informazioni sono state rese rese disponibili sul sito di Fbk, e sono state diffuse dai media locali: per riservare il biglietto gratuito bisognava accedere ad un determinato link sul sito di Fbk dalle ore 12:00 del 2 maggio fino al 13 maggio, ritirando poi il biglietto cartaceo presso la cassa dell’Auditorium S. Chiara dal 16 al 19 maggio.

Chi ha atteso con ansia il mezzogiorno del 2 maggio è rimasto però a bocca asciutta, in quanto prima di mezzogiorno la possibilità di prenotare un biglietto non era ancora attiva, mentre subito dopo mezzogiorno l’evento veniva già indicato come “Sold Out!”, tutto esaurito.

Premesso quanto sopra, si interroga l’Assessore competente per sapere:

Quanti sono i posti a disposizione per l’evento del 21 maggio 2018 a Trento;
Quanti sono i biglietti che a vario titolo sono stati prenotati prima delle ore 12:00 del 2 maggio 2018;
Come sia possibile che appena aperta la possibilità di prenotazione dei biglietti gratuiti l’evento fosse già “sold out”?
Quanti sono i biglietti che all’apposito link per la prenotazione sono stati assegnati tra le ore 12:00 e le ore 12:30 del 2 maggio 2018?
A quanto ammontano i costi complessivi per l’organizzazione e svolgimento dell’evento?

A norma di regolamento, si chiede risposta scritta.

 

*

Cons. Claudio Cia

Questa mattina i Consiglieri provinciali Rodolfo Borga e Claudio Civettini (Civica Trentina) hanno ufficialmente convocato i rappresentanti delle Istituzioni, amministratori ma soprattutto i cittadini interessati al grande appuntamento che avrà luogo questo sabato, 5 maggio 2018, dalle ore 17:00 in poi, presso il Centro Congressi Interbrennero Trento.

Sarà un momento in cui, oltre a presentare dei candidati per le elezioni di ottobre, Civica Trentina evidenzierà le proprie prospettive in vista dell’appuntamento elettorale.

Il Consiglio comunale è stato convocato, presso la “Sala della Cultura” presso il Centro Rainalter di Madonna di Campiglio, sopra gli uffici comunali, ai sensi dell’art. 29 del Regolamento del Consiglio e degli artt. 19, 20 e 21 dello Statuto comunale, in pubblica adunanza, per il giorno Venerdì 04-05-2018, alle ore 20:00, ed eventualmente alle ore 20:00 del giorno 08-05-2018 in seconda convocazione per la trattazione del seguente:

Nomina scrutatori.

ORDINE DEL GIORNO

1

Approvazione verbale seduta di Consiglio n. 1 dd 22.02.2018

2

Ratifica deliberazione della Giunta comunale n. 26 dd. 16.03.2018.

3

Ratifica deliberazione della Giunta comunale n. 28 dd. 16.03.2018.

4

Quarta variazione di competenza al Bilancio di Previsione 2018-2019-2020 (Parte Straordinaria) del Comune di Pinzolo (Bilancio armonizzato di cui all’allegato 9 del D.Lgs. 118/2011)

5

Approvazione del nuovo Regolamento di contabilità del Comune di Pinzolo.

6

Approvazione nuovo Regolamento comunale per la concessione di finanziamenti e benefici economici ad Enti pubblici, Associazioni e soggetti privati.

7

Esame ed approvazione Consuntivo esercizio finanziario 2017 del Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Pinzolo.

8

Esame ed approvazione Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2018 del Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Pinzolo.

9

Esame ed approvazione Consuntivo esercizio finanziario 2017 del Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Madonna di Campiglio.

10

Esame ed approvazione Bilancio di Previsione esercizio finanziario 2018 del Corpo Vigili del Fuoco Volontari di Madonna di Campiglio

11

Comunicazione risposta a interrogazione a risposta scritta presentata dal gruppo di minoranza, capogruppo consigliere Caola Luciano in data 31.01.2018 in merito all’ufficio di staff del Sindaco, del Referente del Distretto famiglia Val Rendena e dell’incarico per la progettazione preliminare del marciapiede Foritni-Campo Carlo Magno.

 

Al termine della trattazione degli argomenti all’ordine del giorno vi sarà l’intervento del Presidente di Madonna di Campiglio Pinzolo Val Rendena Azienda per il turismo Spa in merito all’attività svolta dall’Azienda per il Turismo e delle prossime attività cui potrà seguire un dibattito con il pubblico presente in sala.

Accreditamento per erogare servizi a favore di studenti con bisogni educativi speciali. Bisogni educativi speciali, entro il 31 maggio le domande di accreditamento

Entro il 31 maggio 2018 tutti i soggetti interessati potranno presentare la domanda per ottenere l’accreditamento per erogare i servizi a favore degli studenti con bisogni educativi speciali. Lo ricorda in una nota l’Ufficio programmazione delle attività formative e delle politiche di inclusione e di cittadinanza del Dipartimento della Conoscenza.

I soggetti interessati ad ottenere l’accreditamento per poter erogare i servizi a favore degli alunni e delle alunne con bisogni educativi speciali, secondo le disposizioni dettate dall’articolo 74 della legge provinciale sulla scuola (L.P. 5 del 2006) e del capo IV del relativo regolamento attuativo, possono presentare la domanda entro il 31 maggio 2018 al Dipartimento della conoscenza – Ufficio programmazione delle attività formative e delle politiche di inclusione e cittadinanza, Via Gilli 3, 38121 Trento secondo le seguenti modalità:

posta elettronica certificata all’indirizzo: dip.conoscenza@pec.provincia.tn.it (modalità di consegna obbligatoria per gli Enti pubblici);
consegna diretta con contestuale rilascio della ricevuta;
consegna agli sportelli decentrati di assistenza e di informazione della Provincia autonoma di Trento, che rilasciano ricevuta attestante la data di consegna;
lettera raccomandata con avviso di ricevimento.
L’iscrizione al registro dei soggetti accreditati costituisce presupposto necessario ai fini dell’affidamento dei servizi e interventi a favore degli alunni e alunne con bisogni educativi speciali.

I soggetti già iscritti nel registro che intendono accreditarsi per le altre tipologie di servizi previste, potranno anch’essi presentare domanda entro il 31 maggio 2018.

I soggetti accreditati attualmente iscritti nel registro, devono presentare, entro il 31 maggio 2018, la dichiarazione di conferma della permanenza dei requisiti, attraverso l’apposito modello, debitamente compilato e sottoscritto dal legale rappresentante.

I modelli di domanda e la relativa modulistica sono disponibili sul portale della Provincia autonoma di Trento nella sezione modulistica – www.modulistica.provincia.tn.it

Eventuali informazioni e chiarimenti possono essere forniti dall’Ufficio programmazione delle attività formative e delle politiche di inclusione e cittadinanza. (Tel: 0461 494193, programmazionescuola@provincia.tn.it).

(Pagina 2377 di 3270)