LANCIO D’AGENZIA

Terzo appuntamento con Ballando con le stelle, la trasmissione condotta da Milly Carlucci, in onda ieri sabato 24 marzo in prima serata su Rai1: la prima parte del programma “Ballando…tutti in pista”, ha ottenuto un seguito di 4 milioni 222 mila spettatori e il 18.9 di share mentre la seconda è stata seguita complessivamente da 3 milioni 471 mila con il 18.9.

Prosegue il successo di “Ballando“ sui social: anche ieri con oltre mezzo milione di interazioni (538 mila) è stato il programma più commentato della prima serata.

Su Rai2 gli episodi di Ncis Los Angeles e Ncis New Orleans hanno ottenuto rispettivamente: 1 milione 331 mila spettatori (5.6 di share) e 995 mila (4.5 di share).

Su Rai3, in attesa della nuova serie che partirà il prossimo 7 aprile, il primo dei due Speciali di “Ulisse”, condotto da Alberto Angela e dedicato alla figura di Alessandro Magno, ha interessato 1 milione 777 mila spettatori (8.2 di share), mentre, in access prime time, sempre su Rai3, il programma di Massimo Gramellini “Le parole della settimana” ha ottenuto 1 milione 626 mila e lo share del 7.1.

Da segnalare nel pomeriggio di Rai1 gli ascolti di Sabato italiano condotto da Eleonora Daniele che nella seconda parte ha registrato 1 milione 698 mila e il 12.3 di share. Sempre buon seguito nel preserale della rete ammiraglia per “L’Eredità” con 4 milioni 581 mila e il 24.3. Bene su Rai3 “Tv talk” con 1 milione 261 mila e il 9.5.

Successo del Gruppo Rai sia in prima serata con 8 milioni 766 mila spettatori e uno share del 38.88 che nell’intera giornata con 3 milioni 942 mila e il 35.56

Fratelli d’Italia come garanzia di stabilità ed unità del Centrodestra. L’elezione dei Presidenti di Camera e Senato ha sancito inequivocabilmente il ruolo responsabile, e davvero patriottico, del partito della Destra Italiana; sotto l’abile regia di Giorgia Meloni, con il suo dolce ma fermo intercedere, e con il supporto di Crosetto, La Russa, Rampelli ed Urso, anteponendo gli interessi nazionali alle ambizioni personali, si è riusciti a ricucire una frattura che poteva pregiudicare il futuro della Legislatura.

È la dimostrazione che chi ha nel proprio Dna valori come Patria, Popolo e rispetto delle Istituzioni democratiche può rivestire un ruolo determinante nella politica italiana.

Siamo fieri di non aver fatto perdere tempo all’operatività degli Organi legislativi, e di aver portato, per la prima volta nella storia repubblicana, una donna alla seconda carica dello Stato.

La grande maggioranza che si è riusciti a coagulare in tale esordio di legislatura potrebbe essere di auspicio per una nuova fase politica, che sia improntata alle Riforme necessarie e propedeutiche al rilancio del sistema Italia.

“Nel rispetto di tutti, il prossimo Premier non potrà che essere indicato dal centrodestra, la coalizione che ha preso più voti e che anche ieri ha dimostrato compattezza, intelligenza e rispetto degli elettori.

Via legge Fornero e spesometro, giù tasse e accise, taglio di sprechi e spese inutili, riforma della scuola e della giustizia, legittima difesa, revisione dei trattati europei, rilancio dell’agricoltura e della pesca italiane, Ministero per i disabili, pace fiscale fra cittadini ed Equitalia, autonomia e federalismo, espulsione dei clandestini e controllo dei confini. Noi siamo pronti”.

Così in un comunicato stampa il segretario della Lega e leader di centrodestra Matteo Salvini.

Partner, sponsor e sostenitori, i tanti “soci” della kermesse. Trento Smart City Week: chi siamo. Comune di Trento, Provincia autonoma di Trento, Università degli Studi di Trento, Ieee – Institute of Electrical and Electronics Engineers, Consorzio dei Comuni Trentini e Fondazione Bruno Kessler: sono questi i partner di Trento Smart City Week 2018, evento che dal 12 al 15 aprile riporterà in piazza Duomo e in tutta la città i racconti, i confronti e i dibattiti sul futuro della nostra realtà.

Autostrada del Brennero e Eit Digital sono invece gli sponsor che hanno risposto all’avviso pubblicato dall’Amministrazione comunale, aderendo alla campagna di sponsorizzazione e legando così il proprio nome ai temi dell’innovazione, della tecnologia e del benessere. L’evento sarà reso possibile, oltre al fondamentale apporto degli sponsor, anche grazie al contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Trento e Rovereto, di Cassa Centrale Banca e della Cassa rurale di Trento.

All’evento partecipano l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari, l’Apt Trento – Monte Bondone-Valle dei Laghi, il Muse, la Fondazione Museo storico del Trentino, Trentino School of Management, Iprase, Hit e il Mart di Rovereto.

Tra le realtà del territorio che hanno proposto iniziative in programma ci sono Impact Hub Trentino, l’Istituto Pavoniano Artigianelli e Speck & Tech. Trento Smart City è realizzata con il patrocinio dell’Anci.

Recuperati ieri notte quattro ragazzi altoatesini rimasti incrodati sulla via “La bellezza della Venere” (località Oltra – Dro).

È terminato alle 23 circa di ieri un intervento che ha visto impegnati gli uomini del Soccorso alpino nel recupero di un gruppo di quattro ventenni altoatesini, tre ragazzi e una ragazza.

La comitiva si trovava in parete e non era più in grado né di scendere né di salire. Alle 19, con il sopraggiungere del buio, hanno lanciato l’allarme.

Il Coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso alpino del Trentino ha fatto intervenire una squadra di terra, la quale ha raggiunto i quattro giovani da sopra e li ha aiutati ad arrivare, illesi, in fondo alla parete con delle calate di corda per circa 260 m.

Passa dall’80% al 90% della spesa ammessa, per caldaia, cappotto e infissi. Scuole dell’infanzia equiparate, cresce il contributo per l’efficientamento energetico.

Scuola ed efficienza energetica: due fronti su cui la Provincia continua ad investire. La Giunta provinciale su proposta del presidente Ugo Rossi, ha deciso di alzare dall’80% al 90% la spesa ammessa al contributo provinciale per gli interventi di sostituzione della caldaia, applicazione del cappotto termico e sostituzione degli infissi esterni nelle scuole dell’infanzia equiparate.

L’esperienza ha dimostrato che sulle spese di gestione la voce che incide maggiormente è legata alle spese per il calore, anche per la presenza di impianti di riscaldamento poco efficienti o per l’inadeguatezza o mancanza di isolazioni termiche.

Il provvedimento si aggiunge ad altri interventi in materia di sostegno per attività di recupero e riqualificazione energetica degli edifici che da qualche anno la Provincia sta mettendo in campo.

Oggi è la Domenica delle Palme, inizio della Settimana Santa, che culminerà nel Triduo pasquale (giovedì, venerdì e sabato santi). L’arcivescovo Lauro guida alle ore 09.30 la processione dalla basilica di S. Maria Maggiore, dove saranno benedetti i rami d’ulivo, verso il Duomo per la S. Messa (ore 10.00). La liturgia fa memoria dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme, acclamato dalla folla, e l’epilogo drammatico con la sua passione e morte.

“La bonifica del mondo – è un passaggio dell’omelia odierna di monsignor Tisi – passa attraverso la Speranza cristiana, che coincide con il perdono e la misericordia, niente meno di questo. Chiesa di Trento, ritorna a quel Vangelo! Lasciati interpellare dal Cristo crocifisso! In un mondo dove tutto può essere geo-localizzato, prova tu, per prima a ritrovare le coordinate della speranza, che sembriamo aver smarrito!”. “Il Dio di Nazareth, spendendosi fino all’ultimo sulla croce, ricostruisce – aggiunge l’Arcivescovo – le ragioni della speranza attorno a un nuovo concetto di giustizia: l’amore senza se e senza ma”.

Nel pomeriggio alle ore 16.00 il canto dei vespri introduce l’esposizione del Santissimo e l’inizio delle Quarantore, una preghiera pressoché ininterrotta, animata da gruppi parrocchiali della città, movimenti e associazioni ecclesiali fino alla sera del Mercoledì Santo.

 

2018 03 25 – Omelia Domenica delle Palme

 

Report di sintesi del sondaggio eseguito dal movimento politico “Agire per il Trentino”, realizzato dalla formazione politica guidata dal consigliere provinciale Claudio Cia.

 

Report sondaggio Agire

 

Analisi dei dati Agire SLIDE

 

QUESTIONARIO sondaggio Agire

 

Le parole dei rappresentanti dei sei enti promotori. Trento Smart City Week, momento di confronto sulla società del futuro.

Quali sono le caratteristiche di una città intelligente? La seconda edizione di Trento Smart City Week, ospitata nel capoluogo dal 12 al 15 aprile 2018, vuole essere un momento di incontro e confronto prezioso tra cittadini, amministratori, imprenditori e scienziati per condividere il percorso futuro nell’ambito dell’innovazione e delle nuove tecnologie.

Lo testimoniano i rappresentanti dei sei enti promotori: il Comune di Trento, la Provincia autonoma di Trento, la Fondazione Bruno Kessler, l’Università degli studi di Trento, il Consorzio dei Comuni Trentini e l’Ieee, l’Institute of Electrical and Electronic Engineers (Ieee).

“Un territorio a portata di cittadino, ove la tecnologia e il processo di digitalizzazione possano essere strumento per migliorare il senso di inclusività e coesione del Trentino, questo il senso di Trento Smart City, un appuntamento che mira a ridurre le distanze”, facendo conoscere ai cittadini quanto in questi anni la Pubblica amministrazione stia facendo per raggiungere una maggiore efficienza e semplificazione, queste le parole del presidente della Provincia autonoma Ugo Rossi.

Ma anche una “occasione di incontro e confronto, perché solo insieme, riconoscendo la reciproca appartenenza ad una comunità in continuo cammino, si cresce e si migliora”, sostiene il sindaco del Comune di Trento, Alessandro Andreatta.

Trento Smart City Week è anche vetrina ideale per l’eccellenza trentina. “Un’opportunità per raccontare un territorio ad autonomia speciale – spiega Sara Ferrari, assessora provinciale all’università e ricerca – che crede ed investe nella ricerca scientifica e così crea le condizioni di una innovazione tecnologica e sociale molto avanzata”, mentre l’assessora all’innovazione del Comune di Trento, Chiara Maule, evidenzia come “per rendere efficaci le parole ‘partecipazione, innovazione, trasparenza’ è necessario riempirle di racconti, esempi e buone pratiche”.

Le iniziative in campo ICT messe in campo dal Consorzio dei Comuni Trentini saranno al centro di diverse iniziative alla Smart City Week, come analizza il presidente Paride Gianmoena, puntando su “razionalizzazione di spesa, riuso di dati, nuove forme di comunicazione con il cittadino secondo i principi dell’open-government e servizi on-line di nuova generazione.

Innocenzo Cipolletta, presidente del Consiglio di amministrazione dell’Università di Trento, ribadisce invece il respiro internazionale della kermesse e con esso “la necessità di diffondere l’innovazione per rimanere competitivi sull’arena mondiale dei territori”. Innovazione, sia tecnologica sia sociale, che per il presidente della

Fondazione Bruno Kessler, Francesco Profumo, “può guidare i processi di pianificazione territoriale, favorire la ripresa economica e rendere la città più a misura di cittadino”.

La manifestazione, quindi, non si limita a favorire un uso appropriato della tecnologia bensì, come rileva Dario Petri, coordinatore di Ieee Smart Cities Initiatives, “si propone anche come occasione per riflettere e dare forma alla società del futuro”.

La Giunta provinciale, su proposta dell’assessore Zeni, ha rilanciato l’iniziativa. “Due passi in salute con le Acli”: arriva la nuova edizione.

Dopo gli ottimi esiti del 2017, ritorna “Due passi in salute con le Acli”, progetto condiviso dall’Assessorato alla salute e politiche sociali, TrentinoSalute 4.0 con Fap Acli di Trento e Federazione Anziani e Pensionati.

Fra gli obiettivi la promozione dell’invecchiamento attivo e di corretti stili di vita attraverso le nuove tecnologie: “L’invecchiamento attivo è la strategia condivisa a livello internazionale non solo per salvaguardare la capacità di rimanere in buona salute, ma anche per promuovere la socializzazione dei nostri anziani, facendo leva su interessi culturali, artistici e turistici in un’ottica intergenerazionale – commenta l’assessore alla salute e politiche sociali, Luca Zeni -. Perché le persone anziane sono una risorsa importante per la nostra società”.

L’invecchiamento attivo è una delle sfide che ci attende nei prossimi anni. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (i dati sono del 2012), nel periodo fra il 2000 e il 2050 la popolazione mondiale degli ultrassessantenni aumenterà passando da 605 a 2.000 milioni, in percentuale dall’11% al 22%, mentre le persone con 80 anni o più potrebbero quadruplicare raggiungendo la cifra di 395 milioni.

Anche in Italia l’invecchiamento della popolazione è un fenomeno in crescita esponenziale: secondo i dati Istat (riferiti al 2013) le previsioni riportano che nel 2065 gli uomini potrebbero arrivare ad avere una speranza di vita intorno agli 84 anni e le donne attorno ai 90 anni; mentre gli ultrasessantacinquenni raggiungeranno quota 32% nel 2043.

Per quanto riguarda il Trentino, se nel 1983 la popolazione con meno di 15 anni rappresentava il 19,2% della popolazione, quella ultra 64enne il 13,9% e quella ultra 74enne il 5,6%, nel 2013 la popolazione al di sotto dei 15 anni si è ridotta al 15,2% del totale totale, mentre quelle con più di 64 e di 74 anni sono salite, rispettivamente, al 20,1% e al 10%.

Ciò significa che oggi, in Trentino, una persona ogni cinque ha più di 64 anni e tra questi la metà ne ha più di 74 (52.911).

“Due passi in salute con le Acli” viene condotto nell’ambito delle attività del Centro di Competenza sulla Sanità Digitale “TrentinoSalute4.0”, governato dalla Provincia autonoma di Trento, dall’Azienda provinciale per i servizi sanitari e dalla Fondazione Bruno Kessler.

Il progetto nasce sulla scia di una serie di attività proposte dalla Federazione Anziani e Pensionati delle Acli, che organizza delle passeggiate naturalistiche e culturali volte a promuovere la salute e il benessere delle persone anziane.

Allo scopo di implementare l’aspetto educativo e motivazionale, anche con il supporto delle nuove tecnologie, la Federazione e l’Assessorato alla Salute e Politiche sociali hanno condiviso nel 2017 l’opportunità di coinvolgere il Centro di Competenza sulla Sanità Digitale “TrentinoSalute4.0”.

Nella prima edizione sono state interessate 60 persone anziane, che hanno aderito ad otto uscite naturalistiche e culturali pensate per promuovere l’attività fisica e stimolare la conoscenza e l’interesse verso il territorio. Un sottogruppo di 23 ha, inoltre, utilizzato con regolarità la app contapassi e la app formativa sulla corretta alimentazione. L’utilizzo della tecnologia ha avuto un esito estremamente positivo: i dati raccolti con le app e i risultati del quiz hanno dimostrato impegno e risultati.

L’obiettivo del progetto, anche per questa seconda edizione, è promuovere l’invecchiamento attivo e i corretti stili di vita attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. Nello specifico, sono quattro i fattori su cui si interviene: favorire l’attività fisica, promuovere una dieta equilibrata, favorire l’esercizio mentale, promuovere l’utilizzo delle tecnologie per la salute.

(Pagina 2252 di 2998)