LANCIO D’AGENZIA

IDAP_894783
IDAP_765360(3)

 

IDAP_891535(3)

“Nulla contro le persone in questione ma quando si esagera non va bene. Quando sono state le minoranze a portare le proposte sulla sicurezza la Giunta e la maggioranza le hanno bocciate in blocco. Ora si legge che tutto è cambiato e che il Patt comunale compatto presenta mozioni rispolverando addirittura la recinzione.

Da poco approvata la mozione della lega sulla richiesta di intervento dell’esercito emendata dal Patt per mettervi il cappello, presenza al corteo antidegrado, definiti “idioti politicamente” da un membro della giunta, ire e minacce in aula ma va tutto bene, come sempre.

Bene da semplice consigliere di minoranza trovo inaccettabile che il braccio di ferro su Rossi Presidente si sia spostano a livello comunale per prova di forza.

Se la giunta ritiene due assessori “idioti politicamente” dovrebbe richiederne le dimissioni, se gli stessi avessero amor proprio dovrebbero rispondere per le rime, ma tutto questo è fantapolitica e tutto prosegue come sempre tra proclami e spot elettorali. Lo trovo incettabile.”

 

*

Andrea Maschio

Consigliere M5S Comune di Trento

180529 Int – ATTACCO DEL LUPO A MASI DI CAVALESE
ADESENFESTA-2018_pubblicità_cartellone_70x100 (1)

Mozione. Interventi sulla sicurezza nella città di Trento. Premesso che la legalità e il decoro sono una priorità per la sicurezza dei cittadini; premesso che il Sindaco, Ufficiale di Governo, è responsabile della salute pubblica dei Cittadini e può, per motivi inerenti l’igiene e la sanità pubblica, emanare ordinanze contingibili e urgenti; premesso che la Giunta provinciale ha finanziato l’assunzione a tempo indeterminato di un nucleo di vigili urbani anti degrado;

 

*

S’impegna il sindaco e la giunta a:

1) pubblicare il bando per assunzione 14 vigili per nucleo antidegrado entro il
15 luglio 2018.

2) richiedere agli organi competenti, Azienda Sanitaria, Carabinieri del Nas, di effettuare controlli sanitari congiunti, anche con la sezione Annonaria della Polizia municipale per il controllo del corretto esercizio di commercio, alle attività di somministrazione e vendita del settore alimentare, ristorazione e esercizio pubblico, nel quadrilatero della Portela.

 

*

Gruppo consiliare Patt

Alberto Pattini capogruppo
Dario Maestranzi vicecapogruppo

Cgil Cisl Uil del Trentino esprimono solidarietà e sostegno al presidente della Repubblica Sergio Mattarella e alle decisioni che ha assunto nelle ultime ore, nel rispetto della nostra Costituzione.

Siamo molto preoccupati di fronte ai tentativi di fomentare a scopi di  propaganda uno scontro tra istituzioni dagli esiti imprevedibili.

Per questa ragione facciamo appello alla responsabilità di tutte le  forze politiche e sociali, a partire da quelle che animano la comunità  trentina, nell’interesse dei lavoratori.

Il Trentino è una terra di confine e di incontro nel cuore dell’Europa.

È dentro questa collocazione che vogliamo costruire il futuro della nostra società e nell’economia.

In relazione alle notizie pubblicate dai media sulla pronuncia della Corte d’Appello di Roma, relativa al rigetto dell’istanza di sospensione degli effetti del dispositivo della precedente sentenza del 10.4.2018, a proposito dell’utilizzo del sistema Sicve-Tutor sulla rete autostradale, Polizia Stradale e Autostrade per l’Italia precisano che a valle dell’avvenuta disattivazione del sistema continueranno, ciascuna per gli obblighi specificamente loro imposti dalla legge, ad avere cura della sicurezza e della incolumità dei cittadini che viaggiano in autostrada.

Secondo la Corte Autostrade per l’Italia non ha alcun obbligo di installare sistemi di rilevazione della velocità ed è per tali motivi che la Corte d’Appello non ha ritenuto Autostrade per l’Italia legittimata ad ottenere la sospensione dell’esecuzione della sentenza del 10 aprile scorso.

La tutela della sicurezza stradale è in capo alle istituzioni preposte. Polizia Stradale ed Autostrade per l’Italia stanno lavorando per l’attivazione in via sperimentale del nuovo sistema SICVe PM, approvato con provvedimento del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti N. 3338 del 31 maggio 2017.

In diretta su Rai1, mercoledì 30 maggio alle 21.30, con la conduzione di Antonella Clerici e Carlo Conti, le stelle della musica, del cinema, dello sport e della televisione, daranno vita, dallo Stadio Luigi Ferraris di Genova, a “La 27^ Partita del Cuore”.

Un appuntamento con la solidarietà – in Eurovisione e in contemporanea su Rai1 e Rai Radio2 – che quest’anno devolverà i proventi a sostegno dell’Istituto Giannina Gaslini di Genova e ad Airc – Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro. Madrine della serata saranno la campionessa paralimpica Bebe Vio e l’attrice Penelope Cruz. La telecronaca sarà ad altissimo livello, con le voci di Alberto Rimedio, Fabio Caressa e Sandro Piccinini e da bordo campo Melissa Greta Marchetto.

 

*

Queste le formazioni: Nazionale Italiana Cantanti:

A disposizione dei Mister Gianni Morandi – socio fondatore della Nic – e di Paolo Maldini, saranno presenti con la maglia della Nazionale Cantanti il Capitano Enrico Ruggeri, il Presidente Paolo Belli, Neri Marcorè, Ermal Meta, Rocco Hunt, Boosta dei Subsonica, Benji e Fede, Moreno, Stefano Sorrentino, Niccolò Fabi, Boban Zvonimir, Francesco Totti, Briga, Riki con la doppia maglia, Clementino, Ignazio Boschetto (il Volo), Piero Barone (il Volo), Gianluca Ginoble (il Volo), Lo Stato Sociale, Fabio Quagliarella, Marco Rossi, Antonio Cassano con la doppia maglia,

Paolo Vallesi, Marco Filadelfia, Raimondo Todaro, Marco Ligabue, Mirkoeilcane, Antonio Mezzancella, Tommaso Cerasuolo de i Perturbazione, Daniele Incicco de La Rua, Vincenzo Capua, Gino Latino.

 

*

Campioni del Sorriso:

Per i Campioni del Sorriso agli ordini di Teo Teocoli e di Massimo Boldi scenderanno in campo Vincent Candela, Paolo Conticini, Luca Bizzarri, il Presidente della Fifa Gianni Infantino, Javier Zanetti, Pio e Amedeo, Aldo di Aldo Giovanni &Giacomo, Jack Savoretti, Antonio Ornano, il Capitano Salvatore Ficarra, Pierluigi Pardo, Cesare Bocci, Andrea Bertolacci, Christian Puggioni, Riki con la doppia maglia, Bruno Conti, Attilio Lombardo, Zoro (Diego Bianchi), Mario Fargetta, Paolo Keissisoglu, Nicolas Burdisso, Antonio Cassano con la doppia maglia, Luca Onestini, Pucci (Andrea Baccan), Enrique Balbontin, Sandro Giacobbe, Luca Capuano e Angelo Palombo.

La partita sarà diretta da Gianluca Manganiello, con Giorgio Schenone e Stefano Alassio assistenti e Davide Ghersini quarto uomo.

La 27^ partita del Cuore sarà giocata in ricordo di Fabrizio Frizzi, per molti anni conduttore di questo grande evento e da sempre membro della famiglia della Nazionale Cantanti. La storia dell’Associazione Nazionale Cantanti è una storia felice, iniziata il 5 giugno 1987 con lo scopo di promuovere un movimento di solidarietà volto ad aiutare i più bisognosi e, in particolare, l’infanzia’.

Anno dopo anno i cantanti più prestigiosi del panorama musicale italiano si riuniscono spontaneamente in questo progetto di solidarietà a lunga scadenza: si tratta di un evento che fino ad oggi ha visto giocare oltre le 560 partite, grazie alle quali sono stati raccolti più di 93 milioni di euro. Attraverso un linguaggio comune dovuto dall’incontro del mondo sportivo con quello musicale e dello spettacolo, viene creata un’atmosfera emozionante guidata da un grande esempio di unità di intenti, sacrificio, impegno e coraggio.

 

*

Donazioni
E’ possibile donare fino al 3 Giugno 2 euro al numero 45527 dal tuo cellulare personale Wind, Tre, Tim, Vodafone, PostaMobile, Coop Voce e Tiscali.
Donare 5 euro da telefono fisso TWT, Convergenze, Poste Mobili e 5 o 10 euro da telefono fisso Tim, Wind, Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali

Il programma nasce da un’idea di Gianluca Pecchini e Gianmarco Mazzi ed è scritto con Andrea Boin, Giuseppe Bosin, Matteo Catalano, Claudio Maddalena. La regia è di Fabrizio Guttuso Alaimo.

Lo Stato è debitore nei confronti degli agricoltori di mezzo miliardo per il mancato versamento dei contribuiti per le assicurazione contro le calamità nelle campagne, che l’incertezza politica rischia di far esplodere.

È quanto afferma la Coldiretti nel sostenere la protesta di Asnacodi (Associazione dei Consorzi di Difesa) che ha chiamato a raccolta gli agricoltori nella Capitale convocando provocatoriamente l’Assemblea domani mercoledi’ 30 maggio alle 10,00 in piazza davanti al Ministero delle Politiche Agricole in via XX Settembre 20.

Mentre ci si divide sull’Europa, senza un’azione straordinaria l’Italia – denuncia Asnacodi – perderà centinaia di milioni di risorse comunitarie destinate ad un intervento strategico per l’agricoltura italiana, di fronte agli ingenti danni provocati dai cambiamenti climatici.

Dopo mesi di attese gli agricoltori – sottolinea Asnacodi – devono ancora riscuotere più di 500 milioni dall’Agea controllata dal Ministero delle Politiche Agricole per gli anni 2015-2016-2017 per le polizze assicurative.

A questo si aggiunge lo spreco di soldi degli agricoltori che sono costretti a pagare decine di milioni di interessi passivi per anticipare i contributi attraverso i consorzi di difesa ed occorrono quindi – precisa Asnacodi — subito misure straordinarie per allineare i pagamenti, poiché le inefficienze della macchina pubblica non possono ricadere sulle imprese.

“Gli agricoltori sono ostaggi umani della burocrazia con un insopportabile scaricabarile e ping pong istituzionale tra società fallite e gare infinite che rischiano di travolgere le imprese” ha affermato il presidente di Asnacodi Albano Agabiti.

(Pagina 1836 di 2838)