LANCIO D’AGENZIA

Pompei, 79 d.C., la notte prima dell’eruzione. Il viaggio di “Stanotte a Pompei” con Alberto Angela – in onda sabato 22 settembre alle 21.15 su Rai1 – inizia qui, nelle ore antecedenti la catastrofe. Minuto per minuto, il programma-evento di Rai1 seguirà la tragedia che ha segnato per sempre la storia antica raccontando le reazioni, le emozioni, la fuga. E ciò che è accaduto dopo. Si vedranno molti luoghi rimasti bloccati nel tempo come Pompei. Ercolano, con le sue meravigliose terme ancora intatte e i favolosi gioielli ritrovati sugli scheletri dei fuggiaschi. Stabia, Oplonti e le loro faraoniche ville con piscine e vedute sul golfo di Napoli.

 

Ancora una volta, come in Stanotte al Museo Egizio di Torino, a Firenze, a San Pietro e a Venezia, è la notte ad accogliere Alberto Angela e la sua troupe. Il sole è tramontato, i turisti sono andati via, e l’intera città di Pompei si offre agli spettatori nel silenzio. Ad accompagnare Alberto e gli spettatori di Rai1 nel viaggio di “Stanotte a Pompei” saranno via via degli ospiti illustri. E soprattutto il testimone della tragedia, Plinio il Giovane, che ha raccontato della morte dello zio Plinio il Vecchio e di come invece lui si sia salvato. A farne rivivere la testimonianza sarà Giancarlo Giannini, una presenza costante nelle avventure notturne di “Stanotte a…”.

Sulla cima del Vesuvio si sfata un luogo comune. Il vulcano, nel 79 d.C., non esiste ancora: si è formato proprio a causa di quella esplosione. Ecco perché i pompeiani non sono allarmati dai molti segnali che si succedono nei giorni e nelle settimane precedenti: scosse di terremoto, mancanza d’acqua, crolli paurosi. La vita prosegue tranquilla nelle affollate strade. L’attore Marco D’Amore racconterà gli sconcertanti intrecci tra affari, malaffare e politica che agitano Pompei in quel periodo.

Con il tre volte premio Oscar Vittorio Storaro si entrerà nella Villa dei Misteri per ammirare i colori nei quali vivevano immersi gli antichi romani. La storica Eva Cantarella porterà gli spettatori di “Stanotte a Pompei” a Oplontis nell’antica villa di Poppea, e con lei si vedrà cosa c’è di vero nelle tante leggende che circondano la moglie di Nerone.

All’improvviso il vulcano mostra tutta la sua furia. Nel giro di poche ore tutta la costa è devastata. Si possono vedere alcune delle tante vittime fissate nei loro ultimi istanti grazie ai calchi. E la pietà si unisce alla meraviglia per i tesori che alcuni hanno portato con sé o che sono stati trovati tra le macerie. Sono custoditi per la maggior parte al Museo Archeologico Nazionale di

Napoli: a illustrarli sarà, accanto ad Alberto Angela, la costumista Nanà Cecchi.
La riscoperta di Pompei è cominciata nel Settecento. Tra i primi visitatori Wolfgang Amadeus Mozart, in una visita che ha lasciato il segno nella sua opera: ne daranno un saggio il violinista Uto Ughi e il soprano Maria Sardaryan. Dal Settecento in poi, grazie ai tanti lavori e alle tante ricerche, Pompei è diventata davvero “la più viva delle città morte”, e come tale sarà raccontata da Alberto Angela.

“Stanotte a Pompei”, diretta da Gabriele Cipollitti, è una nuova grande produzione tutta realizzata dalla Rai in 4K HDR, arricchita da spettacolari riprese con elicotteri e droni, effetti speciali, minifiction. Tutto al servizio di un’importante operazione culturale di Rai1 e di un programma di grande impatto visivo, che verrà trasmesso anche sul canale Rai 4K disponibile al 210 della piattaforma satellitare gratuita Tivùsat.

Nella puntata di sabato 22 settembre di Dreamsroad Story, in onda alle 11.30 su Rai1, Emerson Gattafoni e Valeria Cagnoni presentano un viaggio realizzato nel 2009, sulle strade dell’Argentina, “fino alla fine del Mondo”, con una bella incursione in Cile, nella regione dei laghi, l’isola di Chiloè, Temuco, Isla Negra.

Il nostro corpo funziona come una fabbrica chimica: ma sappiamo veramente cosa ci fa bene e cosa ci fa male? Cosa sono i superfood? In occasione dell’apertura a Torino del Salone Internazionale del Gusto con lo slogan “Food for Change”, Petrolio, insieme al fondatore di Slow Food, Carlo Petrini, indaga sul mondo dell’agroalirnentare tra sviluppo del territorio, business e salute.

Nella puntata di sabato 22 settembre del programma di Rai1 ideato e condotto da Duilio Giammaria, in onda alle 24.10, si scoprirà come è cambiato il modo di mangiare negli ultimi 60 anni e si cercherà di capire quali saranno i cibi del futuro. Si andrà in Sicilia a Giarre dove le coltivazioni di limoni hanno lasciato il posto a quelle di avocado e, poi, in Calabria nella prima azienda in Europa che ha investito nella produzione delle bacche di goji. Si conosceranno i segreti dei centenari del Cilento e il boom nelle vendite dei prodotti biologici: una tendenza passeggera o un modo di fare la spesa sempre più consapevole?

Si parlerà, infine, dei rischi del colesterolo fuori controllo e delle medicine più diffuse per contenerlo e del nemico numero uno per la nostra salute: lo zucchero. È efficace la ‘sugar tax’, la tassa sulle bevande zuccherate? Bisognerebbe introdurla anche in Italia? Tra gli ospiti della puntata anche lo chef Fabio Picchi, il biologo Valter Longo e il medico nutrizionista Sara Farnetti. Petrolio indaga, analizza e racconta con uno stile unico nel campo dell’informazione.

“Sono molto felice del gradimento e dell’ampio consenso di pubblico, sui social e in tv, dell’esordio della nuova tappa dell’avventura di Pechino Express che per la prima volta è approdata in Africa. Si è trattato del terzo migliore esordio di sempre e ieri Pechino Express è stato il secondo programma più visto della serata.

Un risultato che assume un valore ancora più significativo se si considera lo scenario più competitivo rispetto al passato. E’ la migliore gratificazione possibile per uno straordinario team che lavora con professionalità e passione all’ideazione, all’organizzazione, alla produzione e al montaggio di uno dei programmi più complessi e avvincenti del panorama televisivo”, dichiara il direttore di Rai2 Andrea Fabiano.

Straordinari i dati che arrivano dai social network: Pechino Expres è stato leader dei trend topic del 20 settembre, entrando in classifica già dalla mattina e rimanendoci per l’intera giornata, con 70 mila interazioni. Il programma è risultato inoltre terzo nei trend topics mondo.

riunione apran 21 sett 2018

Comunicato stampa, Trento 21 settembre 2018

Questa sera, venerdì 21 settembre, alle 20.30, su Retequattro, nuovo appuntamento con “Stasera Italia”, il programma di informazione condotto da Barbara Palombelli.
Temi della puntata saranno l’immigrazione e l’economia, con ospiti: Mara Carfagna (Forza Italia), Alessia Morani (Partito Democratico), la Presidente del Progetto Eurexit Francesca Donato, i giornalisti Pierluigi Battista (Corriere della Sera) e Toni Capuozzo.

 

Soccorso Alpino – Servizio Provinciale Trentino. Intervento di soccorso per un uomo precipitato in falesia alla Gola di Toblino (Sarche): elitrasportato all’ospedale con politraumi.

 

 

L’uomo, un polacco del 1977, stava arrampicando in falesia in compagnia di amici. Prima di riuscire a mettersi in sicurezza agganciandosi al terzo rinvio ha perso l’appiglio ed è precipitato per una decina di metri fino a terra, alla base della parete. La chiamata al Numero Unico per le Emergenze 112 è arrivata verso le 17.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino Centrale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero che ha trasportato sul posto l’equipe medica e il tecnico di elisoccorso.

Dopo le prime cure mediche, il ferito è stato spinalizzato e portato fino a Sarche, dove l’elicottero lo ha prelevato per portarlo all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Parità di genere: Conzatti “Istituire una Commissione parlamentare per i diritti delle donne e l’uguaglianza di genere”. Lo chiedono numerosi senatori, prima firmataria Donatella Conzatti, che hanno presentato un disegno di legge ad hoc.

“Chi crede davvero nell’importanza di tutelare i diritti delle donne e garantire effettivamente la parità di genere – dichiara la senatrice Conzatti – per chi ritiene che i valori non vadano solo professati ma difesi e sostenuti con azioni concrete e mirate questo disegno di legge è un’occasione da cogliere.

 

La mia proposta è aperta a tutti i gruppi parlamentari ed auspico che venga sottoscritta da un alto numero di colleghi oltre a quelli che lo hanno già fatto”. Martedì 25 settembre, alle ore 12, presso la Sala Nassirya del Senato, si terrà una conferenza stampa di presentazione del disegno di legge, cui parteciperanno oltre alla proponente Conzatti la capogruppo Fi Anna Maria Bernini, l’ex ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli, il capogruppo Pd Andrea Marcucci, la capogruppo delle Autonomie Juliane Unterberger e numerosi altri parlamentari di vari gruppi politici.

 

*Sen. Donatella Conzatti

(Pagina 1834 di 3135)