A partire da lunedì 9 novembre Radio 105 e Radio 105 Tv (canale 157 del digitale terrestre) si arricchiranno di un nuovo appuntamento: il programma di Max Brigante, “105 Mi Casa” – in onda in simulcast radio/tv dal lunedì al venerdì dalle 20.00 alle 21.00 – presenterà un appuntamento speciale con le esibizioni live degli artisti più amati.

“105 Mi Casa” è il salotto di Radio 105, un salotto frequentato da personaggi noti della musica, dello spettacolo, dello sport, dell’intrattenimento e dell’attualità. A “105 Mi Casa” da sempre ci si mette comodi e si parla di tutto, con l’ospite in studio, con gli amici in ascolto da casa e con il pubblico di fronte alla tv.

Dal 9 novembre la settimana di “105 Mi Casa” si arricchirà di un nuovo appuntamento già amato dagli ascoltatori di Radio 105, ma che adesso andrà anche in tv: “105 Mi Casa Live” per la prima volta infatti sarà visibile in diretta sul canale televisivo di Radio 105.
In un orario e una dimensione che creano maggiore intimità con l’ascoltatore e il pubblico a casa, la chiacchierata dell’artista con Max Brigante sarà resa ancora più coinvolgente dall’esibizione live in versione acustica.

Si comincia lunedì 9 novembre con J-Ax. I prossimi due appuntamenti: il 16 novembre Francesco Gabbani e il 23 novembre Le Vibrazioni. A seguire, Negramaro, Fabrizio Moro, Pinguini Tattici Nucleari.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

GIORNALISMO NOSTRANO: ESEMPI

Ecco come due giornalisti danno la notizia del licenziamento di due enologi da parte della Cantina di Toblino per il solo fatto di aver applicato un principio di tutela della qualità della produzione.

Per uno il licenziamento è “UNA SCELTA PRETESTUOSA” che chiaramente serve a coprire qualcosa che non va. Peccato che nei giorni successivi non dia alcuno spazio alla mia interrogazione, ma può succedere.

Per il secondo invece il licenziamento serve a “TUTELARE L’AZIENDA”.

Guarda caso quest’ultimo lascia ampio spazio all’Azienda, non per rispondere, ma SOLO per denigrare la mia interrogazione. Molti interrogativi… (come scrive il giornalista), nessuna risposta nel merito, solo chiacchiere a cui un giornalista compiacente assicura spazio immeritato.

Se le domande sono molte (peraltro rivolte alla Provincia e non alla Cantina), come mai il giornalista non riesce a scucire nemmeno una risposta? E come mai dare spazio a chi non si degna di rispondere nel merito?

Ma il massimo livello di FAZIOSITÀ la si raggiunge quando fa rispondere il presidente del Consorzio tutela Vini su un’interrogazione di cui, come candidamente ammesso, NON È A CONOSCENZA.

Come siamo messi?

Qui il riepilogo della vicenda per chi volesse informarsi veramente e l’interrogazione per leggere le domande a cui gli interlocutori scelti dal secondo giornalista non hanno risposto:

In allegato l’interrogazione

LINK TRENTINO LIBERO

 

 

 

 

 

IDAP_1541264

 

 

“Il governo conceda al Trentino la possibilità di adottare la didattica a distanza almeno al 50 per cento negli istituti superiori.

La Provincia ha pianificato l’entrata in vigore della misura prevista nell’ultimo Dpcm da lunedì 9 novembre ma chiediamo al ministro Azzolina, sulla base degli investimenti effettuati e della situazione epidemiologica attuale, di poter garantire la possibilità di adottare la didattica a distanza al 50 per cento negli istituti superiori della provincia.

La richiesta è dettata dalle numerose soluzioni messe in atto per limitare la diffusione del contagio: sono state create 300 classi in più per favorire il distanziamento ed assunte ben 800 persone in più tra personale docente e personale amministrativo nel mondo della scuola. Inoltre, grazie agli investimenti attuati per potenziare i mezzi di trasporto per gli studenti, l’indice di riempimento di bus e corriere è stato portato al 65 per cento, più di tutti gli altri, operazione che a livello nazionale non è stata minimamente attuata dal ministro De Micheli.

A differenza quindi di chi siede nei banchi della maggioranza, l’amministrazione targata Lega sotto la guida del Presidente Fugatti è riuscita a tutelare il mondo della scuola con investimenti che permetterebbero di continuare le lezioni a scuola per la maggior parte degli studenti continuando ad osservare tutte le misure di sicurezza necessarie”.

Lo dichiarano i deputati trentini della Lega Diego Binelli, Vanessa Cattoi, Martina Loss e Mauro Sutto firmatari dell’interrogazione presentata al ministro dell’Istruzione.

Intervento notturno sul gruppo del Carega: due alpinisti illesi recuperati con l’elicottero.

Si è concluso verso mezzanotte un intervento in aiuto a due alpinisti veronesi del 1995 e del 1996 incrodati in parete sotto la punta di Mezzodì (gruppo del Carega). I due alpinisti avevano concluso la via Spigolo Fox e nelle prime fasi di discesa sono rimasti incrodati poco sotto la cima. Non riuscendo a proseguire in autonomia hanno chiamato il Numero Unico per le Emergeneze 112 poco dopo le 22.30.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero, mentre una squadra della Stazione Vallagarina e una squadra di Recoaro del Soccorso Alpino Veneto si portavano sul posto, al rifugio Campogrosso. Considerata la complessità di un intervento notturno in montagna, l’elicottero ha scaricato l’equipe medica in piazzola al rifugio Campogrosso, per recuperare a bordo un secondo Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino Trentino.

Grazie alle coordinate gps inviate dai due alpinisti e ai visori notturni in dotazione all’equipaggio dell’elisoccorso, i due sono stati individuati su una forcella sotto la cima e recuperati a bordo del velivolo, uno alla volta, tramite il verricello. Infine, sono stati portati a valle fino alla piazzola del rifugio Campogrosso. Per loro non è stato necessario alcun ricovero in ospedale.

 

 

*

Foto: archivio Soccorso alpino Trentino

Ballando con le Stelle. In diretta dall’Auditorium Rai del Foro Italico Rai 1 presenta Ballando con le Stelle – Quindicesima edizione di Ballando con le Stelle. Dieci puntate in cui tredici personaggi Vip impareranno l’arte del ballo in coppia con i maestri..

 

LINK VIDEO

 

 

Torino. Controlli anti Covid dei Carabinieri: sotto la mascherina nascondeva 20 dosi di cocaina, arrestato. Ieri sera, a Rivalta, nell’hinterland torinese, nei pressi del parcheggio di un centro commerciale i carabinieri, impegnati nei controlli anti Covid, notavano due persone lì presenti senza apparente giustificato motivo. Decidevano così di avvicinarsi per chiedere l’autocertificazione e sorprendevano invece uno dei due, un 29enne di Orbassano, mentre cedeva 3 dosi di cocaina all’altro, un 42enne del posto. A seguito di perquisizione, i militari dell’Arma rinvenivano, nascosto sotto la mascherina del pusher, un ovetto di plastica con all’interno altre 17 dosi della stessa sostanza stupefacente; presso la sua abitazione, inoltre, 4 grammi di crack, un bilancino di precisione e denaro contante per un ammontare di euro 475. Lo spacciatore è stato arrestato, mentre l’acquirente segnalato in Prefettura. Entrambi sono stati altresì multati per inosservanza del divieto di mobilità.

Linea Verde Tour. St 2020 – Le valli dell’Alto Adige. Sul ghiacciaio del Giogo Alto, a oltre 3000 metri dove il panorama è spettacolare, con la nuova puntata di “Linea Verde Tour” . Sarà l’occasione per ammirare un’installazione appena inaugurata, dedicata all’agonia dei ghiacciai a causa del cambiamento climatico e realizzata da Olafur Eliasson, ambasciatore della Nazioni Unite per la sostenibilità.

Si tratta di un artista islandese-danese che in passato ha ‘firmato’ la famosa cascata artificiale d’acqua a New York. L’opera si articola su un sentiero alpino lungo 410 metri con nove porte distanziate ad intervalli calibrati proporzionalmente alla durata delle ere glaciali della terra.

Al termine del suggestivo percorso si apre un padiglione formato da grandi anelli di acciaio e vetro. Il viaggio nella natura della Val Senales porterà Federico Quaranta, Giulia Capocchi e Peppone nelle valli dove l’autunno è uno spettacolo con i larici che si colorano di rosso ed arancione e dove si può ammirare l’essenza del paesaggio altoatesino. Un territorio, ricco di antichi Masi, custode di segreti di vita contadina, ma anche di prodotti della tradizione vecchia di 600 anni, come le pantofole di feltro e vigne coltivate in maniera virtuosa che amano le alte quote.

 

LINK VIDEO

Dolomiti Energia Trentino, gran vittoria contro Sassari: 92-78 e terzo successo in campionato. I bianconeri dominano contro il miglior attacco del torneo sfoderando una prestazione di altissimo livello in difesa (15 recuperi) e in attacco (cinque giocatori in doppia cifra). 23 punti di un super Sanders.

Questa Dolomiti Energia Trentino fa sul serio: straripante vittoria interna dei bianconeri, che battono il Banco di Sardegna Sassari 92-78 al termine di 40’ giocati al limite della perfezione in attacco e in difesa. Il settimo turno del campionato di Serie A UnipolSai è di una Trento sempre in controllo delle operazioni e capace di mettere un freno al miglior attacco del campionato: la terza vittoria in campionato della Dolomiti Energia è la più bella e convincente, il perfetto coronamento di una gran serata in cui cinque giocatori vanno in doppia cifra e la squadra produce 15 palloni recuperati.

La cronaca | La Dolomiti Energia ritrova Gary Browne nel quintetto iniziale e parte a spron battuto sfruttando le polveri bagnate di Sassari in attacco e puntando il ferro con continuità e precisione: in un primo quarto di continui break e contro-break (9-2, 9-11, 17-11) i padroni di casa hanno il grande merito di crescere di intensità in difesa, affidandosi dall’altra parte del campo al talento di Sanders e del “solito” Browne (17-12 dopo i primi 10’).

L’attacco di Sassari nel secondo quarto ha un nome e un cognome: Eimantas Bendzius, che da solo firma 16 dei 19 punti realizzati dal Banco di Sardegna nei secondi 10’. L’Aquila però è uno spettacolo di energia, qualità e carattere: trascinata da una difesa in costante crescendo di impatto fisico e tecnico la squadra di Nicola Brienza si distende sulle ali dell’entusiasmo, trovando in Williams e in un puntualissimo Sanders i riferimenti offensivi per volare sul 45-32 con cui si chiude il primo tempo di gioco.

Il monologo trentino interrotto dall’intervallo lungo riprende nel terzo quarto con intensità ancora maggiore: Bendzius è sempre una sentenza, ma i bianconeri non fanno una piega e continuano ad esprimere la loro pallacanestro tutta sostanza in difesa e frizzante in attacco. Sanders è ovunque, Williams e capitan Forray tengono alto il livello di produzione offensiva della squadra per tutto il quarto: ne viene fuori un 30-17 che spacca la partita e lancia la fuga di Trento a +26. Sassari non alza mai bandiera bianca, ma la vittoria dell’Aquila è realtà: una grande vittoria in una grande serata.

Dolomiti Energia Trentino 92

Banco di Sardegna Sassari 78

(17-13, 45-32; 75-49)

 

DOLOMITI ENERGIA TRENTINO: Martin 8 (3/7, 0/3), Conti, Browne 15 (0/2, 4/7), Forray 11 (1/2, 2/5), Sanders 23 (4/5, 5/7), Morgan 7 (1/3, 1/5), Williams 15 (5/8), Ladurner, Lechthaler ne, Maye 13 (3/7, 2/6). Coach Brienza.

 

BANCO DI SARDEGNA SASSARI: Spissu 3, Bilan 8, Devecchi 11, Re 3, Burnell 18, Bendzius 25, Gandini, Gentile 5, Tillman 5. Coach Pozzecco.

 

Le parole di coach Nicola Brienza | «Siamo davvero contenti di questa vittoria, devo ringraziare e fare i complimenti ai miei ragazzi perché stasera hanno giocato una splendida partita contro una grande avversaria. Abbiamo messo in campo grande intensità ed energia, abbiamo limitato il gioco offensivo di Sassari e tutti i giocatori scesi in campo hanno avuto grande impatto: abbiamo generato tiri aperti in attacco, ma al di là dei 92 punti segnati la differenza l’abbiamo fatta in difesa. Ora ci aspetta una settimana in cui siamo chiamati a una prova di maturità con tre trasferte contro tre buonissime squadra: serviranno mentalità e attenzione per fare un ulteriore step».

 

La prossima | I bianconeri saranno protagonisti di una lunga settimana di viaggi con tre partite in trasferta: si comincia mercoledì a Patrasso per il Round 7 di coppa, si prosegue venerdì con il recupero del Round 5 a Las Palmas contro Gran Canaria, si conclude domenica a Brescia nell’ottavo turno di campionato.

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, di concerto con il Ministro della salute Roberto Speranza, ai sensi dell’articolo 4, comma 2, del decreto-legge l° ottobre 2007, n. 159, ha deliberato la nomina del dott. Giuseppe Zuccatelli a commissario ad acta per l’attuazione del vigente Piano di rientro dai disavanzi del servizio sanitario della Regione Calabria.

Il Commissario è incaricato di relazionare, con cadenza semestrale, al Presidente del Consiglio dei ministri e ai Ministri affiancanti in merito all’attività svolta, ferme restando le verifiche trimestrali e annuali previste dalla normativa vigente.

(Pagina 4 di 4)