“Le minacce di morte che sono arrivate a Zaia via mail sono un fatto gravissimo. Sono certo che grazie al lavoro delle forze dell’ordine si identificherà presto il responsabile. Voglio esprimere la mia vicinanza a Luca accompagnata da una certezza: se qualcuno pensa di fermare il lavoro del Presidente del Veneto con una mail di minaccia vuole dire proprio che non lo conosce. Forza Luca, avanti tutta!”. Così, in una nota, il deputato di Forza Italia Marco Marin.

 

*

Gruppo Forza Italia -Berlusconi Presidente

Piergiorgio Cattani era un amico e un collaboratore delle Acli trentine. Da molti anni teneva la sua rubrica nell’ambito delle “opinioni” che ogni mese il nostro giornale raccoglie attraverso il contributo di diverse personalità dell’impegno civile e culturale della provincia.

Ma Piergiorgio non era solo e soltanto un giornalista sensibile ai temi della politica e del sociale.

Era un intellettuale militante che ha dedicato il suo lavoro e la sua vita ad unire la ricerca culturale e il pensiero critico con l’azione sociale e la proposta politica. Per questi motivi risultava antipatico ai diversi poteri e ai politici poco attenti all’analisi e al ragionamento.

Nel suo ultimo editoriale per il mensile Aclitrentine, che pubblicheremo il prossimo mese di dicembre, Piergiorgio Cattani aveva sollevato il problema del silenzio e dell’indifferenza della comunità trentina, delle sue istituzioni e dei suoi corpi intermedi di fronte al dilagare delle mafie e della ‘ndrangheta in particolare.
Questo fenomeno, scrive Cattani, rappresenta il segnale della crisi di una “tradizione che gestiva a livello comunitario i beni comuni e che non avrebbe mai concesso praticamente all’infinito lo sfruttamento delle cave ad avidi privati”.

“Se non riprendiamo dall’inizio i valori di fondo di questa tradizione – conclude Piergiorgio – l’azione giudiziaria rischia di venire vanificata in breve tempo”.

Di fronte alla scomparsa del nostro amico Piergiorgio Cattani le Acli trentine si stringono attorno ai famigliari e ai tantissimi amici ricordando il coraggio e la tenacia di un uomo che ha fatto della sua vita un esempio di resistenza contro l’omologazione e il conformismo valorizzando in tutte le situazioni in cui si è trovato ad operare il pensiero critico e la ricerca continua di soluzioni democratiche e di salvaguardia del bene comune.

 

*

Luca Oliver

Presidente delle Acli trentine

Un giorno in pretura. St 2020/21 – Costretta a uccidere. Un giorno di Pretura – Costretta a uccidere – Un programma di Roberta Petrelluzzi Tommi Liberti e Antonella Nafra Regia di Roberta Petrelluzzi..

 

LINK VIDEO

Il Segretario politico Simone Marchiori, il presidente Franco Panizza, l’Ufficio Politico e i Consiglieri provinciali del PATT esprimono il proprio cordoglio per la scomparsa di Piergiorgio Cattani, presidente del movimento politico Futura.

“Pur essendoci trovati spesso su posizioni diverse – ricorda il segretario Marchiori – Piergiorgio Cattani non ha mai ceduto alla logica del rancore, ma ha sempre continuato a cercare il dialogo e il confronto: le sue condizioni fisiche non hanno mai costituito un limite per le sue idee né hanno mai fatto venire meno il suo entusiasmo. Con la sua scomparsa viene meno una voce autorevole in campo politico e culturale, ma anche una testimonianza di forza d’animo ed un messaggio di speranza per tutte le persone che si trovano in condizioni di disabilità anche grave.”

Al cordoglio si unisce anche il gruppo consiliare del PATT in Comune a Trento:” la campagna elettorale conclusasi poche settimane fa – afferma il capogruppo Pedrotti – ha visto la presenza costante, preparata ed autorevole di Piergiorgio Cattani che non è mai mancato alle riunioni organizzative dell’alleanza che ha portato alla vittoria il sindaco Ianeselli. Un pensiero lo dedichiamo alla famiglia e a tutti gli iscritti e i sostenitori di Futura”.

 

*

Partito Autonomista Trentino Tirolese

Ci sono persone che pensi debbano esserci per sempre.

Piergiorgio Cattani era una di queste persone. Fragile eppure sempre presente. Un guerriero gentile. Intelligente, spigoloso, stimolante.

Io l’ho conosciuto meglio in occasione della campagna elettorale per le comunali. Abbiamo discusso tanto e oggi mi rimane dentro quel suo aver compreso fino in fondo quanto fosse importante restare uniti.

Uniti per affermare i valori di una comunità che include e non separa, una comunità che sa riconoscere la bellezza che vive in ogni persona.

Quella di Piergiorgio è stata immensa.

 

*

Franco Ianeselli

Sindaco di Trento

Soccorso Alpino – Servizio Provinciale Trentino. Intervento notturno sul gruppo del Carega: due alpinisti illesi recuperati con l’elicottero.

Si è concluso verso mezzanotte un intervento in aiuto a due alpinisti veronesi del 1995 e del 1996 incrodati in parete sotto la punta di Mezzodì (gruppo del Carega). I due alpinisti avevano concluso la via Spigolo Fox e nelle prime fasi di discesa sono rimasti incrodati poco sotto la cima. Non riuscendo a proseguire in autonomia hanno chiamato il Numero Unico per le Emergeneze 112 poco dopo le 22.30.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino ha chiesto l’intervento dell’elicottero, mentre una squadra della Stazione Vallagarina e una squadra di Recoaro del Soccorso Alpino Veneto si portavano sul posto, al rifugio Campogrosso. Considerata la complessità di un intervento notturno in montagna, l’elicottero ha scaricato l’equipe medica in piazzola al rifugio Campogrosso, per recuperare a bordo un secondo Tecnico di Elisoccorso del Soccorso Alpino Trentino.

Grazie alle coordinate gps inviate dai due alpinisti e ai visori notturni in dotazione all’equipaggio dell’elisoccorso, i due sono stati individuati su una forcella sotto la cima e recuperati a bordo del velivolo, uno alla volta, tramite il verricello. Infine, sono stati portati a valle fino alla piazzola del rifugio Campogrosso. Per loro non è stato necessario alcun ricovero in ospedale.

 

*

Foto: archivio Soccorso Alpino – Servizio Provinciale Trentino.

Il leader della Lega Matteo Salvini sarà ospite domani, lunedì 9 novembre 2020, a “Quarta Repubblica” – in prima serata su Retequattro. Al centro della puntata, l’emergenza per la seconda ondata da Covid-19, con reportage dagli ospedali della Campania che rischiano il collasso e con un approfondimento sull’algoritmo che decide la suddivisione per colore delle Regioni.

Oltre all’emergenza sanitaria, ampio spazio anche alla crisi economica di molte attività a causa delle restrizioni e delle chiusure decise dall’ultimo Dpcm: i ristori previsti dal Governo sono sufficienti?

Inoltre, le telecamere della trasmissione tornano ad accendere l’attenzione, con nuove rivelazioni, sul sequestro dei pescatori di Mazara del Vallo, che dal primo settembre si trovano imprigionati in Libia. E ancora, un’inchiesta sul viaggio di alcuni tunisini per raggiungere regolarmente la Sicilia tramite traghetti di linea.

Tra gli ospiti di Nicola Porro: Bruno Vespa, l’ex Ministro della Salute Beatrice Lorenzin (Pd), Alessandro Sallusti, Virman Cusenza, Massimo Franco, Roberto Arditti, Daniele Capezzone, Emiliana Alessandrucci e l’esperto di logistica e trasporti Marcello Di Caterina.

I Verdi del Trentino piangono la prematura e dolorosa scomparsa di Piergiorgio Cattani. Amico carissimo e compagno di tante battaglie. Persona coraggiosa e uomo di grande levatura morale, umana e intellettuale. La cultura e la politica trentina perdono uno dei suoi migliori esponenti, perché Piergiorgio sapeva unire conoscenza, sapienza e umiltà. Attenzione agli altri e bontà d’animo. Sapeva analizzare con lucidità i fatti della vita, senza mai perdere la luce interiore e la calda umanità che lo avvicinava in modo fraterno e solidale ai destini degli ultimi, dei più bisognosi. Ha vissuto la sua vita, troppo breve, danzando con la mente brillante sempre attiva, superando i limiti del suo difficile quotidiano con l’eroismo dei gesti semplici, dei pensieri affettuosi, dell’ amicizia sincera.

Dell’ amore per la sua terra vissuto in una dimensione ampia, capace di travalicare confini fisici, mentali, culturali. Piergiorgio ha vissuto con gli altri e per gli altri. Lo ringraziamo per questa sua vita nobile, per il suo farci diventare grazie al suo esempio persone migliori. Ci stringiamo con infinito rimpianto e affetto ai suoi cari, in particolare ai suoi meravigliosi genitori. Sentite condoglianze a Futura che ha avuto il privilegio di averlo come presidente. Attivo fino all’ ultimo nel suo impegno politico. La sua forza e la sua integrità, i suoi valori ci accompagneranno nei giorni a venire.

 

*

Lucia Coppola
Portavoce dei Verdi del Trentino.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

LINK DA GOOGLE MAPS – (Nota redazione Opinione: secondo Google Maps -vista aerea- la SS 349 inizia dalla rotatoria di Villazzano di Trento).

***

 

“La strada della Fricca non entra nel Comune di Trento” e quindi la Polizia locale non può effettuare i controlli (Franco Ianeselli, Sindaco di Trento).

Visti i risultati dei controlli sui mezzi pesanti da parte della Polizia locale, avevamo proposto di avviare una campagna sistematica di accertamenti nel tratto della strada della Fricca (volgarmente detta SS 349) che, da Valsorda a San Rocco, insiste sul territorio comunale.

Come noto la strada soffre di un carico di Tir (che la utilizzano come conveniente scorciatoia) del tutto incongruo rispetto alle caratteristiche del tracciato e ai rischi per la sicurezza.

Ma per il Sindaco, imbeccato da un’imbarazzante nota della Polizia locale, non si può fare perché “la strada della Fricca non entra nel Comune di Trento”. I competenti al Governo!

Se non ci credete ascoltate l’incredibile risposta nel video che segue.

 

*

Filippo Degasperi

Consigliere provinciale Onda civica Trentino

 

 

 

 

Linea Verde Life. St 2020/21 – Bergamo. “Linea Verde Life” questa settimana ci porta alla scoperta di Bergamo e del suo territorio, una realtà dinamica e vitale, che ha pagato un prezzo altissimo nella prima fase della pandemia, ma che ha reagito con forza,

 

LINK VIDEO

(Pagina 3 di 4)