È tutto pronto. Domani alle ore 15.00 si apre ufficialmente la 15^ edizione del Festival dell’Economia di Trento, dedicata al tema “Ambiente e Crescita”. Sarà un Festival speciale, completamente online, come sempre ricco di idee, di proposte e di confronti fra i più importanti economisti del mondo. Quaranta incontri, dal 24 al 27 settembre, con gli esperti che maggiormente hanno contribuito alla ricerca e alla definizione di strategie di politica economica sul tema “Ambiente e Crescita”.

Una questione fondamentale del nostro tempo, non solo per la necessità di intervenire prima che i cambiamenti climatici diventino irreversibili, ma anche per capire come rilanciare l’economia colpita dagli effetti del Coronavirus. Per ragioni organizzative fra i relatori non ci sarà, contrariamente a quanto annunciato in precedenza, il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri.

Non è tempo delle polemiche e delle accuse, ma del confronto.

Progetto Trentino nel prendere atto delle dichiarazioni del segretario della Lega del Trentino, auspica che si possa aprire un serrato confronto che abbia non solo il fine di un chiarimento politico all’interno della coalizione del cambiamento, che governa la nostra provincia, ma crei il presupposto di un notevole cambio di passo da parte di tutte le sue componenti, nell’intento di riportare al centro del dibattito politico un forte impegno a difesa di quella Autonomia messa ora in discussione da derive stataliste.

La sconfitta elettorale subita nel comune capoluogo non abbisogna di processi sommari atti a indicare colpevoli o di autoassoluzioni, serve un ragionamento diverso che tenga conto di autocritica e analisi come si conviene in un rapporto dialettico, rispettoso e civile delle posizioni di ognuno. Politica e democrazia spesso faticano a collimare in alcuni contesti, per questo e per il bene del Trentino serve un approccio diverso.

 

 

 

 

*

DIRETTO

http://opendatadpc.maps.arcgis.com/apps/opsdashboard/index.html#/b0c68bce2cce478eaac82fe38d4138b1

“L’edizione 2020 della Fassa Sky Expo, l’importante esposizione di attrezzature per il volo in deltaplano e parapendio, prevista tra il 25 e 27 settembre a Campitello di Fassa (Trento), è stata cancellata per le incerte previsioni meteo.

È stato annullato anche l’appuntamento di hike & fly, vale a dire escursionismo e volo, che avrebbe fatto da contorno all’importante esposizione.

Gli organizzatori dell’associazione Icarus Flying Team rimandano tutto al prossimo anno.”

 

 

 

Il voto referendario e gli effetti sullo scenario politico nell’analisi Demopolis. 7 italiani su 10 hanno scelto il sì nel referendum costituzionale del 20 e 21 settembre: sia pur inferiore alla percentuale rilevata prima dell’estate, la propensione dei cittadini alla riduzione del numero dei parlamentari è rimasta stabile nelle ultime settimane: come conferma il trend dell’Istituto Demopolis, nonostante il dibattito sui Social e tra gli “addetti ai lavori”, il sì al referendum è oscillato fra il 73% del 2 settembre ed il 68% del 12 settembre fino a sfiorare il 70% nel risultato delle urne.

“Differentemente da quanto era accaduto nel dicembre 2016, in occasione della consultazione voluta da Renzi divenuta un voto sul Governo, in questo caso – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – 3 elettori su 4 hanno scelto guardando al merito e al tema specifico del quesito referendario: il taglio o meno dei parlamentari. Appena il 19% si è recato alle urne con l’intento di esprimere un giudizio sul Governo o su chi ha voluto la riforma”.

L’Istituto Demopolis ha analizzato il voto referendario in base alla collocazione politica: afferma di aver votato Sì il 96% degli elettori del Movimento 5 Stelle. Per il sì si è espresso anche il 71% di chi vota Fratelli d’Italia ed il 67% degli elettori leghisti. Più diviso il fronte del PD in seno al quale hanno optato per il sì poco meno di 6 elettori su 10. Ha prevalso il No in Forza Italia, così come tra alcuni partiti minori tra cui la Sinistra di LeU ed Italia Viva. Significativo si è rivelato anche il sì espresso dall’83% di quanti non si riconoscono oggi in alcun partito politico.

All’indomani della duplice tornata elettorale per Regionali e Referendum, la percezione degli italiani, rilevata dal sondaggio Demopolis per il programma Otto e Mezzo, è che la stabilità del Governo Conte esca rafforzata. Ne è convinto il 68%, mentre di parere diverso si dichiara un quinto degli intervistati.

 

 

 

Franco Ianeselli proclamato nuovo Sindaco di Trento.

Oggi alle ore 13 l’Ufficio elettorale centrale del Comune ha proclamato Sindaco Franco Ianeselli che diventa così ufficialmente il nuovo Primo cittadino della città di Trento.

Ianeselli ha fin da subito attivato il suo nuovo percorso con una serie di colloqui e di contatti con la macchina amministrativa.

Nel pomeriggio si è svolto anche un momento di saluto con il Sindaco uscente Alessandro Andreatta che gli ha fatto i migliori auguri di buon lavoro.

 

 

 

Poste Italiane comunica che in provincia di Trento le pensioni del mese di ottobre verranno accreditate a partire da venerdì 25 settembre per i titolari di un Libretto di Risparmio, di un Conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti dai 71 ATM Postamat disponibili in provincia, senza bisogno di recarsi allo sportello.

Coloro che invece non possono evitare di ritirare la pensione in contanti, nell’Ufficio Postale, dovranno presentarsi agli sportelli rispettando la turnazione alfabetica prevista dal seguente calendario che potrà variare a seconda del numero di giorni di apertura dell’ufficio postale di riferimento.

 

*

I cognomi dalla A alla B venerdì 25 settembre
dalla C alla D sabato mattina 26 settembre
dalla E alla K lunedì 28 settembre
dalla L alla O martedì 29 settembre
dalla P alla R mercoledì 30 settembre
dalla S alla Z giovedì 1° ottobre.

Poste Italiane ricorda che i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti e che non hanno già delegato altri soggetti al ritiro della pensione, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i Carabinieri.

Poste Italiane comunica inoltre che in 10 uffici postali della provincia di Trento è possibile prenotare il proprio turno allo sportello tramite WhatsApp. Richiedere il ticket elettronico con questa modalità è molto semplice: basterà memorizzare sul proprio smartphone il numero 3715003715 e seguire le indicazioni utili a conseguire la prenotazione del ticket.

Per gli uffici abilitati alla prenotazione su WhatsApp, è stata riattivata anche la possibilità di prenotare il proprio turno allo sportello da remoto direttamente da smartphone e tablet utilizzando l’app “Ufficio Postale” oppure da pc collegandosi al sito poste.it, senza la necessità di registrarsi. Negli uffici postali con possibilità di prenotazione “a distanza”, è inoltre possibile tornare ad attendere il proprio turno allo sportello all’interno dei locali.

Per conoscere gli uffici abilitati alla prenotazione del ticket da remoto e per ulteriori informazioni, è possibile consultare il sito www.poste.it o contattare il numero verde 800 00 33 22.

La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza della Corte d’Appello di Bolzano dello scorso febbraio relativa alla condanna dell’allora Presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder e dell’allora direttore dell’Ufficio Caccia e Pesca Heinrich Erhard, ottenuta a seguito della denuncia presentata da LAV nel 2018, per aver emanato decine di decreti che consentivano ai cacciatori altoatesini l’uccisione di migliaia di animali selvatici – tra cui volpi, marmotte e varie specie di uccelli – protetti dalle norme nazionali e europee.

La Corte di Cassazione, sezione civile, respingendo il ricorso di Durnwalder e Erhard ha confermato così l’esecutività della sentenza della Corte dei Conti,“i due ex amministratori provinciali dovranno versare 468.000 € ciascuno nelle casse dello Stato! – commenta Massimo Vitturi, responsabile LAV Area Animali selvatici – Per anni l’ex Presidente della Provincia di Bolzano, Durnwalder, assieme all’ex dirigente dell’ufficio caccia, Erhard, avevano consentito ai cacciatori l’uccisione di specie protette utilizzando decreti illegittimi. A causa della loro condotta avevano condannato a morte migliaia di marmotte, stambecchi, tassi, volpi e altri animali, per questo LAV era intervenuta denunciando alla Corte dei Conti il danno procurato dai due al patrimonio faunistico nazionale”.

Siamo molto soddisfatti per questa pronuncia che ancora una volta ribadisce che gli amministratori devono garantire la rigorosa tutela degli animali selvatici in quanto considerati patrimonio indisponibile dello Stato. Troppo spesso accade invece che Presidenti, Assessori e Funzionari regionali, abusino della loro posizione per consentire la caccia in violazione delle norme nazionali, come dimostrato dai tanti ricorsi contro i calendari venatori che ogni anno la LAV e le altre associazioni vincono nei TAR.

“La sentenza contro i due amministratori bolzanini deve quindi essere da monito per tutti coloro che pensano ancora di poter utilizzare gli animali selvatici favorendo gli interessi dei cacciatori, così facendo d’ora in poi saranno chiamati a risponderne mettendo mano al loro portafogli”, conclude Vitturi.

Nei giorni scorsi, a seguito delle elezioni tenutesi il 20 e il 21 settembre, il Consiglio della Pace, organo del Forum trentino per la pace e i diritti umani, ha inviato una lettera ai sindaci neoeletti dei Comuni della Provincia di Trento. Il contenuto del documento intende stimolare una riflessione e una presa di posizione da parte degli entranti al fine di istituire delle cariche che riescano a concentrare il proprio mandato su tematiche attuali come i diritti umani e gli Obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

Riconoscendo l’immenso valore dei progetti attivati nei diversi contesti territoriali che negli anni hanno stimolato la coesione sociale e la partecipazione della comunità, il documento mira a sottolineare l’importanza della responsabilità delle singole amministrazioni – e dei suoi sindaci – nel continuare a promuovere azioni di cittadinanza attiva e di sensibilizzazione dei cittadini ai temi della pace e dei diritti umani. Tali elementi sono ormai fondamentali per lo sviluppo di territori e società sostenibili, specialmente se considerato il contesto globale attuale in cui è sempre più forte il legame tra l’agire locale e l’impatto a livello internazionale.

La lettera, firmata dal Presidente del Forumpace Massimiliano Pilati, cita: “il mondo [è] fortemente interconnesso e anche l’amministrazione di un piccolo territorio richied[e] il saper guardare oltre, il saper collegare anche il micro della propria specificità, alla complessità macro del sistema globale.”

Sulla base di queste affermazioni, i neoeletti vengono dunque invitati a considerare tali aspetti nel momento della formazione della Giunta. L’obiettivo desiderato dal Consiglio della Pace del Forumpace sarebbe di vedere inserito nelle amministrazioni un riferimento a questo “guardare oltre”; passo che potrebbe essere compiuto istituendo un assessorato specifico, dando una delega a qualche consigliere o organizzando una commissione. In questo modo si riuscirebbe a richiamare e a sottolineare l’importanza di valori quali la solidarietà, i diritti umani e lo sviluppo sostenibile, e, in particolar modo, si renderebbe esplicita la consapevolezza del singolo Comune per quanto riguarda il suo ruolo di attore globale e promotore di pace.

 

*

Dott. Massimiliano Pilati
Per il Forum trentino per la pace e i diritti umani Il Presidente

Aperte le iscrizioni ai contest Solobirra di Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza. Per l’edizione 2021 focus sulla creatività e l’originalità con Best Pack, nuovo concorso dedicato al packaging.

Aperte le iscrizioni ai concorsi di Solobirra, l’area speciale di Hospitality-Il Salone dell’Accoglienza dedicata al settore brassicolo artigianale. Oltre al concorso tecnico Solobirra che valuta le qualità organolettiche, e a Best Label, che mette in gara le etichette, Hospitality lancia Best Pack per premiare l’originalità e la creatività dei packaging.

Tra le novità dell’edizione 2021 anche la collaborazione con Fedrigoni, gruppo leader in Italia e in Europa nella produzione di carte speciali e prodotti ad alto valore aggiunto per packaging e grafica. Tra i partner, confermato per il terzo anno consecutivo, Arconvert Ritrama (del Gruppo Fedrigoni), leader globale di mercato nella produzione di materiali autoadesivi per l’industria dell’etichettatura.

Al concorso tecnico Solobirra possono essere candidate tutte le birre artigianali non pastorizzate, realizzate da Birrifici, Beer Firm, Brewery Rent e Brew Pub; ai due contest grafici Best Label e Best Pack sono inoltre ammesse candidature da parte di studi grafici o di comunicazione, progettisti, tipografie e cartotecniche che abbiano realizzato una etichetta o un imballaggio destinati alla produzione artigianale.

Le premiazioni si terranno nei primi due giorni Hospitality, la più completa fiera italiana dell’Ho.re.ca., che per la 45esima edizione è in programma dall’1 al 4 febbraio 2021 presso il quartiere fieristico di Riva del Garda, nell’area Solobirra, vetrina d’eccellenza per il business brassicolo tra esposizioni, degustazioni e formazione di alto livello.

Il regolamento e le modalità di partecipazione sono disponibili nella pagina web di Solobirra sul sito di Hospitality oppure direttamente sulla piattaforma eventbrite:

(Pagina 1 di 2)