La foto relativea alla partenza nel pomeriggio odierno della Nazionale Femminile di calcio dal Marco Polo – official hub delle Nazionali di calcio – per Sarajevo, in vista della partita di martedì 22 settembre con la Bosnia Erzegovina.

Nell’occasione, l’Amministratore Delegato del Gruppo Save, Monica Scarpa, ha dichiarato: “Siamo particolarmente felici di accogliere nel nostro aeroporto la Nazionale femminile di calcio, un esempio di come passione, preparazione e tenacia rappresentino qualità fondanti di ogni vero successo. In questo difficile periodo, in particolare, condividiamo con le nostre atlete l’efficacia del lavoro di squadra che, ad ogni livello e in ogni ambito, costituisce una solida base da cui prende slancio anche la ripartenza”.

Didascalia foto: nelle foto, seconda da sinistra, la CT Milena Bertolini con tre giocatrici della squadra.

 

Successo in Piazza Duomo: il pubblico risponde bene per Moda sotto al Nettuno. La voglia di tornare alla normalità ha vinto venerdì sera in Piazza Duomo in occasione della quinta edizione del Galà “Moda sotto al Nettuno” grazie alla collaborazione con il Comune di Trento e l’Assessore al Commercio Roberto Stanchina, con Federmoda, la Confcommercio e l’Azienda di Promozione Turistica Trento, Monte Bondone e Valle dei Laghi.

L’evento, ideato e curato nella regia da Sonia Leonardi,  si è riconfermato un appuntamento molto apprezzato, che ha spaziato dalla moda, allo show, alle esibizioni sportive. Un evento professionale e di grande livello. Trasmesso in diretta streaming su Facebook e visibile On demand, sulla pagina della Soleoevents.

“Siamo stati i pionieri nell’organizzare un evento pubblico, dopo 7 mesi di blocco totale, e il timore ovviamente c’era. Abbiamo organizzato e seguito alla lettera e con la massima osservanza le misure di sicurezza Covid. Il pubblico è stato molto collaborativo e diligente, a partire dal distanziamento delle sedie, al mantenimento della distanza di un metro, alle corsie dedicate all’entrata e all’uscita.  Molte persone hanno tenuto la mascherina anche da seduti.”

In passerella, una ventina di modelle e modelli,  hanno sfilato per dare vita ad una sfilata degna di spazi metropolitani ben più conosciuti per la moda.

Ad alternare i momenti moda, movimentando le uscite, hanno contribuito le  evoluzioni delle giovani allieve di Ginnastica Trento che hanno proposto un suggestivo momento di ginnastica ritmica, ed il giovane campione del mondo di Pole Sport Alex Aufderklam che ha sortito  un sacco di applausi con la sua professionalità.

Coronavirus: oggi 45 casi nuovi, tra loro un altro minorenne. È più che un raddoppio rispetto a ieri quello che l’Azienda provinciale per i servizi sanitari registra nel rapporto odierno sui contagi da Covid-19 in Trentino. Il bollettino parla infatti di 45 nuovi casi, di cui ben 20 con sintomi. La maggior parte delle situazioni non sono legate a cluster ben definiti, ma quelli più importanti individuati nelle settimane scorse fanno ancora registrare i loro effetti, con 8 contagiati dei 45 di oggi.

Un altro minorenne è risultato positivo mentre, sul versante ricoveri, oggi si registrano 13 pazienti, nessuno in rianimazione. Si segnala infine che nella giornata di ieri sono stati effettuati 1.547 tamponi (744 APSS, 803 FEM).

Accertato un caso di positività al Covid-19 in una classe del Liceo Pascoli di Bolzano. L’istituto scolastico ha adottato tutte le procedure previste nei protocolli di sicurezza e seguirà le indicazioni stabilite dall’Azienda sanitaria in merito, per garantire la tutela della salute degli studenti e del personale scolastico.

La classe, in attesa di comunicazioni dall’Azienza Sanitaria, nella giornata di lunedì 21 settembre seguirà le lezioni on line.

In questo periodo tutte le scuole stanno lavorando con grande impegno affinché sia garantito agli studenti il diritto all’istruzione e che ciò avvenga in un ambiente sano e sicuro per tutti i presenti negli istituti.

I Dirigenti, gli insegnanti e il personale amministrativo stanno gestendo con professionalità una situazione mutevole e caratterizzata da una notevole pressione. In questo panorama è fondamentale la collaborazione e la comunicazione con le famiglie e gli studenti più grandi, che i Dirigenti assicurano attraverso gli appositi canali. Qualsiasi ulteriore comunicazione destinata alla cittadinanza verrà trasmessa attraverso gli appositi canali istituzionali.

Ripristino apertura 6 giorni a settimana: Uffici Postali di Brentonico, Canazei, Castel Ivano, Civezzano e Rovereto 4 (via Silvio Pellico),

Attualmente in Provincia di Trento è operativo il 97% degli Uffici Postali. Solamente 5 Uffici Postali su 190 sono attualmente chiusi, nello specifico 2 perché interessati da lavori di ristrutturazione.

Progressivamente si sta tornando ad una situazione di normalità, pur con la dovuta attenzione, con uno scaglionamento delle riaperture su base settimanale.

Lunedì 21 settembre 2020, su Italia 1, in seconda serata, al via l’ottava edizione di “Tiki Taka” con una novità assoluta: la conduzione di Piero Chiambretti. Sarà lui il padrone di casa che porterà il suo talento e la sua ironia al servizio dello “spettacolo” più amato dagli italiani: il calcio.

Riparte la Serie A e torna “Tiki Taka”, il talk show sportivo di Italia 1, curato dalla redazione sportiva coordinata da Alberto Brandi, e diventato ormai un punto di riferimento per gli appassionati di sport e per i tifosi.

Ospiti d’eccezione della prima puntata l’allenatore del Benevento Filippo Inzaghi e il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero.

Ma il salotto di “Tiki Taka” si aprirà non solo ai protagonisti del calcio ma anche a tifosi vip e giornalisti non sportivi che prenderanno parte al dibattito sul weekend del campionato, commentando gli avvenimenti con un linguaggio irriverente proprio di chi ama il pallone a prescindere. Non mancheranno gli highlights di tutti i match, la moviola dei casi più scottanti, le news di calciomercato e le riflessioni sui grandi temi calcistici di oggi e di ieri.

Nuovo Disciplinare per i pubblici esercizi a marchio “Family in Trentino”. Il testo del Disciplinare è stato integrato per rispondere al meglio ai bisogni delle famiglie.

Il primo Disciplinare sui “Pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande” è stato redatto nel 2013 a cura dell’Agenzia provinciale per la famiglia, natalità e politiche giovanili e, grazie alla recente delibera provinciale, ha subito una revisione complessiva alla luce di suggerimenti e proposte fornite dalle stesse imprese locali e associazioni di categoria aderenti, ma, soprattutto, per soddisfare le esigenze delle famiglie utilizzatrici dei servizi offerti sul territorio.

La categoria “Pubblici esercizi”, che ad oggi comprende 30 aderenti, è articolata in tre sotto-categorie: ristoranti, rifugi escursionistici e bicigrill. Il Disciplinare era sorto in considerazione dell’esigenza riconosciuta di favorire la creazione di spazi di ospitalità per famiglie con bambini, nonché dell’interesse dei titolari dei pubblici esercizi di dedicare spazi di offerta a questo tipo di clientela, adeguando anche l’ambiente e la struttura per una migliore accoglienza. Il termine entro il quale i Pubblici esercizi “family” dovranno adeguarsi al nuovo disciplinare è fissato al 30 giugno 2021.

Il lavoro di aggiornamento al Disciplinare “Pubblici esercizi di somministrazione di alimenti e bevande”, in accordo con le associazioni di categoria, va nella direzione di attualizzarne i contenuti al fine di rispondere al meglio alle istanze delle famiglie e di essere in linea con il “Piano strategico straordinario a favore della famiglia e della natalità per contrastare il calo demografico”, approvato dalla Giunta provinciale lo scorso novembre 2019. Importante sottolineare che i pubblici esercizi in possesso del marchio “Family in Trentino” avranno l’opportunità di aderire alla carta EuregioFamilyPass, che darà la possibilità di ulteriori scontistiche di prezzo in determinate fasce orarie.

Quali le novità? Innanzitutto la nuova delibera ha puntato a integrare alcuni requisiti, di cui devono essere in possesso le imprese per ricevere il marchio “Family in Trentino”, in un’ottica di incentivo all’economia e sviluppo locale e di sostenibilità ambientale: applicazione di tariffe agevolate alle famiglie e menù bimbo; commercializzazione di prodotti trentini; utilizzo di prodotti biologici trentini e prodotti tipici trentini a chilometro zero; acqua gratuita al tavolo e possibilità di offrire prodotti adatti ai bambini di età inferiore ai 24 mesi, prodotti senza glutine e cibi vegetariani; offrire la possibilità di asportare a fine pasto alimenti/bevande non consumati.

Per quanto riguarda la sfera socio-educativa, i pubblici esercizi family dovranno garantire, tra i vari requisiti, predisposizione di uno spazio con fasciatoio adatto al cambio pannolini (anche nel bagno dei maschi) utilizzabile da entrambi i genitori (al fine di garantire pari opportunità in famiglia); divieto di installazione di apparecchi da gioco con vincite in denaro; spazio gioco bimbo (con richiesta, al termine del gioco, di riordinare i giochi utilizzati); disporre di dispositivi per agevolare le famiglie con soggetti diversamente abili. Inoltre, spazio per l’allattamento dei neonati e, tra i requisiti facoltativi, anche la presenza di spazi per allattare secondo gli standard dei Baby Pit Stop di Unicef. Altro requisito importante da segnalare è la presenza nei pubblici esercizi family della “mobile phone box” o meglio una scatola dove riporre i cellulari, da introdurre in tutti i ristoranti certificati “Amici della famiglia”: un semplice modo per incentivare le famiglie a parlarsi, vivere la convivialità a tavola e a non usare i cellulari.

La storia vera di Rosario Livatino, sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento, che alla fine degli anni Ottanta, pur circondato da un clima di diffusa pavidità, omertà e connivenza, e nonostante la sua giovane età, si batté senza tregua contro il potere criminale delle cosche mafiose del territorio. Liberamente ispirato all’omonimo libro di Nando Dalla Chiesa, è il film di Alessandro Di Robilant “Il giudice ragazzino”, in onda lunedì 21 settembre alle 22.10 su Rai Storia per un appuntamento straordinario con il ciclo “Cinema Italia”, in occasione dei 30 anni dall’omicidio del magistrato.

Tra gli interpreti, Giulio Scarpati, Sabrina Ferilli, Leopoldo Trieste, Regina Bianchi. La sceneggiatura del film – per il quale Giulio Scarpati ha vinto il David di Donatello come migliore attore protagonista – è dello stesso Di Robilant con Ugo Pirro e Andrea Purgatori.

Domani, lunedì 21 settembre, su Retequattro e in simulcast su Tgcom24, doppio appuntamento con Nicola Porro che condurrà dalle 14.50 alle 18.50 “Quarta Repubblica–Speciale al voto” e, dalle 21.30, il consueto appuntamento di “Quarta Repubblica” che si allunga eccezionalmente oltre le due di notte.

In diretta, per tutta la giornata e la serata, si susseguiranno commenti e analisi minuto per minuto di intention poll e proiezioni sul voto amministrativo e sul referendum costituzionale a cura di Tecnè con aggiornamenti in tempo reale degli inviati dal Viminale, da tutte le Regioni coinvolte dalla tornata elettorale e dalle sedi dei partiti.

In prima serata, il segretario della Lega Matteo Salvini, la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni e il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani commenteranno i risultati delle elezioni regionali e del referendum confermativo sul taglio dei parlamentari.

Tra gli altri ospiti, in studio e in collegamento: Alessandro Sallusti, Massimo Franco, Francesco Verderami, Mario Giordano, Claudio Cerasa, Stefano Cappellini, Federico Rampini, Federico Monga, Augusto Minzolini, Gianfranco Pasquino, Piero Sansonetti, Gianni Barbacetto, Pietrangelo Buttafuoco e Pietro Senaldi.

Università, il nuovo Atto d’indirizzo per il triennio 2020-2022. Approvato in via preliminare dalla Giunta provinciale.

Continuare sulla strada delle sinergie e collaborazioni sia con gli organismi di ricerca del Trentino (Fondazione Bruno Kessler, Fondazione Edmund Mach, Fondazione HIT), sia con il tessuto economico e sociale al fine di contribuire allo sviluppo della società nelle sue varie componenti. É questo uno dei principali obiettivi stabiliti dal nuovo Atto d’indirizzo per il triennio 2020-2022 dell’Università d Trento, approvato in via preliminare dalla Giunta provinciale su proposta dell’assessore all’Università.

La principale novità del nuovo atto d’indirizzo è, però, l’avvio del corso di laurea magistrale a ciclo unico in medicina e chirurgia. Le risorse provinciali previste per finanziare il nuovo corso di laurea ammontano a 4,8 milioni di euro annui mentre l’Università di Trento garantirà un co-finanziamento di circa 1,4 milioni di euro destinato al personale. L’Atto fissa inoltre i risultati attesi, le risorse attribuite dalla Provincia e i criteri e le modalità di erogazione delle risorse e di rendicontazione delle spese. Il finanziamento ordinario provinciale, ovvero la quota base, garantito all’Ateneo per il triennio 2020-2022 ammonta a 111 milioni di euro.

Sempre per quanto riguarda la parte finanziaria alla quota base pari a 111 milioni di euro si aggiungono una quota premiale (500 mila euro annui), una quota programmatica destinata al sostegno di progetti specifici (corso di laurea medicina, Ausilia, il laboratorio di quantistica quantum@trento, DRLab ed il centro studi di geocartografico).

Infine vi è una quota per il programma di edilizia universitaria che vede nel 2023 la conclusione degli interventi avviati con i precedenti accordi, per una spesa di circa 30 milioni di euro nel periodo 2020-2023. Si ricorda che dal 2004 al 2019 sono stati mobilitati circa 308 milioni di euro.

(Pagina 1 di 2)