Il numero uno del Mart: “Luogo ideale per ospitare una grande mostra di sculture”. Avio, il presidente Fugatti con Sgarbi in visita al castello di Sabbionara.

I castelli della Vallagarina sono finiti sotto la lente del presidente del Mart, professor Vittorio Sgarbi. Il numero uno del museo di arte moderna di Rovereto – accompagnato dal direttore Gianfranco Maraniello – ha visitato oggi tre manieri del Trentino Meridionale, focalizzandosi in particolare sulla struttura che domina l’abitato di Avio. Qui è stato accolto dal presidente della Provincia, Maurizio Fugatti, dal sindaco Federico Secchi e dal direttore del castello di proprietà del Fai Alessandro Armani, oltre che dalla responsabile marketing della locale Apt Elena Chincarini, dalla deputata Vanessa Cattoi e da diversi membri dell’amministrazione comunale di Arco. “Si tratta di un sopralluogo che punta a mettere in luce le potenzialità di questo splendido luogo” ha spiegato il governatore Fugatti, evidenziando come l’iniziativa “Galassia Mart” punti proprio a “valorizzare i gioielli dell’arte di tutto il Trentino, dislocando le opere d’arte moderna in più location e rendendo così il territorio provinciale un vero e proprio distretto culturale”. Proprio in questo solco si inseriscono gli allestimenti a cura del Mart proposti nel mese di dicembre al palazzo delle Albere a Trento e al palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme a Cavalese.

Posto sulla sommità di uno sperone del monte Vignola, il castello di Avio domina la Vallagarina da oltre dieci secoli. La splendida struttura è appartenuta quasi ininterrottamente alla nobile famiglia dei Castelbarco che nel corso del Medioevo trasformò la fortezza in una vera e propria corte feudale, meta di artisti e intellettuali. Il presidente Sgarbi è stato catturato in particolare dagli affreschi trecenteschi della Camera dell’Amore e del Mastio, oltre che dai giardini. Ed è proprio l’area esterna che il critico d’arte ritiene possa essere impreziosita da alcune sculture. A margine della visita guidata, a cura del direttore Armani, Elena Chincarini (Apt) ha parlato del progetto dell’Azienda di promozione turistica, che vuole scommettere in particolare sulle bellezze storico-artistiche, accanto alle peculiarità naturalistiche e agronomiche, per il rilancio turistico del territorio. “Il Mart dispone di un ricco deposito, grazie soprattutto a tante donazioni, che meritano di essere esposte al pubblico. Di qui l’idea di delocare queste opere all’interno dei luoghi straordinari che il Trentino vanta: dai musei alle sedi istituzionali” sono state le parole di Sgarbi, che riferendosi alla mostra di Garbari alle Albere ha osservato: “Il successo di quell’esposizione è la migliore risposta alle voci critiche”. Osservando gli spazi del castello di Avio, Sgarbi ha aggiunto che “un luogo così importante, al confine con le altre Regioni del Nord Italia, è perfetto per ospitare una grande mostra di sculture: un’ esperienza di questo genere ha interessato in passato la valle dei Templi di Agrigento e potrebbe dunque rendere ancora più affascinate questo luogo, così come il giardino dei Ciucioi”.

«Sono scandalizzata. I centri sociali che occupano il palazzo di via di Santa Croce in Gerusalemme a Roma hanno buttato nel cestino la diffida della Questura e la notte di Capodanno hanno ugualmente fatto affari con il loro festone abusivo. È ignobile che nella Capitale d’Italia si consenta a questi delinquenti di calpestare la legge e ignorare le Forze dell’Ordine. È evidente che questi signori hanno le spalle ben coperte, come conferma il silenzio complice del sindaco Raggi, del Governo Pd-M5S e dell’intellighenzia. FDI porterà il caso in Parlamento: quel palazzo va sgomberato e i responsabili dell’occupazione vanno perseguiti con durezza. Tolleranza zero e stop alle zone franche».

Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Anche se l’avvio della stagione agonistica del running appare ancora distante, per gli atleti l’inizio di un nuovo anno coincide con il momento in cui cominciano ad abbozzare il proprio planning. Da qualche anno per molti il primo appuntamento di rilievo è il «DiVinNosiola Ecorunning», una mezza maratona organizzata in Valle dei Laghi da APT Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi e Trento Eventi Sport in collaborazione con il G.S. Fraveggio, in un periodo in cui, grazie alle peculiarità climatiche della zona, la temperatura comincia già ad essere propizia per praticare questa disciplina.

Anche la quinta edizione, che avrà luogo domenica 26 aprile, propone un percorso che prenderà le mosse da Vezzano, per poi dipanarsi verso Calavino, Castel Madruzzo, Lasino, Pergolese, Ponte Oliveti, il Lago di Toblino, Padergnone e Santa Massenza, per chiudere il cerchio di nuovo al teatro di Vezzano. Ventuno chilometri fra campagne coltivate, laghi e corsi d’acqua, attraversando persino alcune cantine dove l’uva viene trasformata nell’unico vino bianco autoctono trentino, al quale è dedicato l’evento, inserito nell’ampio calendario della rassegna enogastronomica «DiVinNosiola», chiamato anche nel 2020 a celebrare i produttori di questo nettare insieme ai sapori della Valle.

Fino al 10 gennaio si potrà approfittare della promozione che permette di iscriversi alla half marathon o alla sua versione da correre in staffetta, la duo half marathon, versando 25 euro, che diventano 15 a testa nel caso della corsa in coppia, maschile, femminile o mista. Dall’11 gennaio le tariffe lieviteranno di 5 euro, senza mutare fino al 31 marzo; dopo quella data non saranno più praticati sconti (35 euro per la half marathon e 25 per la duo), quindi vale la pena affrettarsi. Per eseguire la pratica basta accedere al sito www.endu.net oppure scaricare il modulo presente sul sito www.discovertrento.it. C’è tempo fino al 24 aprile 2020 o al raggiungimento di quota 500 partecipanti. Il pacco gara conterrà prodotti locali, una bottiglia di vino Nosiola, il ristoro all’arrivo e i rifornimenti lungo il percorso, il buono per il pasta party e la t-shirt ufficiale della manifestazione.

L’anno appena trascorso è stato caratterizzato da eventi e ricorrenze che, come sempre, il mondo dei francobolli è stato pronto a raffigurare e a celebrare attraverso delle specifiche emissioni, riuscendo così a raccontare il 2019 in Italia tramite immagini che hanno donato una ribalta nuova, istituzionale e storica, alle eccellenze che costituiscono il patrimonio culturale italiano in tutta la sua varietà, particolarità e vivacità.

Uno degli eventi più importanti del 2019 è stata sicuramente la ricorrenza del V centenario della scomparsa di Leonardo da Vinci, il genio italiano che ha impresso una traccia indelebile sulla storia mondiale, e a cui è stata dedicata l’emissione del 2 maggio 2019. L’anno appena trascorso è stato anche l’anno di Matera Capitale Europea della Cultura, come racconta il francobollo emesso il 4 marzo 2019, ma anche della proclamazione di Sannio Falanghina come Città Europea del Vino, come ricorda il francobollo emesso il 28 settembre 2019.

Nel 2019 si sono verificate anche diverse ricorrenze per quanto riguarda la serie Il Senso Civico, con le emissioni per gli 80 anni della costituzione del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e il 50° anniversario dell’istituzione del Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale.

Il patrimonio artistico e culturale italiano è stato valorizzato attraverso i francobolli che hanno ricordato il V centenario della nascita del Tintoretto, il 100° anniversario della scomparsa di Ruggiero Leoncavallo e di Cesare Maccari, come la celebrazione del Codice Romano Carratelli.

Anche le Eccellenze del Sapere hanno trovato evidenza con il ricordo del 150° anniversario della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Bambin Gesù e il 250° anniversario dell’apertura al pubblico della Galleria degli Uffizi a Firenze, così come le Eccellenze del Sistema Produttivo ed Economico italiano, con il 120° anniversario della fondazione della FIAT, i 100 anni della costituzione dell’ABI e i 75 anni della fondazione di ANIA.

Il mondo dello Sport ha dato un importante contributo con alcune ricorrenze importanti, come il centenario della nascita di Valentino Mazzola, Gianni Brera e Fausto Coppi.
Diverse le emissioni di successo per quanto riguarda le Eccellenze Italiane dello Spettacolo, con i francobolli dedicati a Nilla Pizzi, Giorgio Gaber, Pino Daniele e Lucio Dalla; ma anche il foglietto Disney per gli 85 anni di Paperino disegnato dal maestro Giorgio Cavazzano, andato sold out in pochissimo tempo.

Il 2019 è stato un anno ricco di immagini importanti e significative, dove ogni elemento della nostra cultura e della nostra società ha trovato la giusta evidenza e valorizzazione. Tutto questo ora è raccolto in un unico libro, “il Libro dei Francobolli”, la nuova raccolta di carte-valori postali emesse dal Ministero dello Sviluppo Economico nel corso dell’anno 2019 che contiene 108 carte valori postali e si può trovare in tutti gli uffici postali con sportello filatelico e negli spazi filatelia delle filiali di Roma, Roma1, Milano, Venezia, Napoli, Trieste, Torino, Genova, Firenze e Verona.

I saldi invernali in partenza il prossimo 4 gennaio saranno un flop totale, e si ridurrà sia il numero di consumatori che deciderà di fare acquisti, sia la spesa media. Ad affermarlo il Codacons, che come ogni anno diffonde le previsioni sull’andamento degli sconti di fine stagione.

“Il Black Friday di fine novembre ha portato milioni di italiani ad anticipare acquisti che prima erano riservati al periodo dei saldi – spiega il presidente Carlo Rienzi – Inoltre la partenza degli sconti così ravvicinata alle feste natalizie e di fine anno impedisce alle famiglie di spendere, perché i portafogli dei consumatori sono stati già svuotati dalle festività. Seguendo un trend oramai consolidato negli ultimi anni i saldi invernali di tradurranno in una debacle totale: solo outlet e boutique d’alta moda faranno registrare presenze e numeri positivi, ma saranno principalmente i turisti stranieri a fare acquisti”.

Gli acquisti durante il periodo di sconti faranno registrare una pesante flessione, pari a circa il -10% su anno e una spesa media a famiglia che scende a quota 145 euro – stima il Codacons – Diminuisce inoltre il numero di cittadini che deciderà di fare compere durante i saldi, e appena il 40% degli italiani approfitterà degli sconti.
“In tale contesto i saldi di fine stagione appaiono inutili e obsoleti e andrebbero eliminati del tutto, per fare posto sia a iniziative come il “black friday” che registrano il grande favore dei consumatori, sia alla liberalizzazione degli sconti, lasciando agli esercenti la facoltà di scegliere quando e come scontare la propria merce” conclude Rienzi.

Infine, come ogni anno il Codacons diffonde il decalogo con i 10 consigli d’oro per evitare fregature durante i saldi e fare acquisti in tutta sicurezza:

1) conservare sempre lo scontrino: non è vero che i capi in svendita non si possono cambiare. il negoziante è obbligato a sostituire l’articolo difettoso anche se dichiara che i capi in saldo non si possono cambiare. se il cambio non è possibile, ad esempio perché il prodotto è finito, avete diritto alla restituzione dei soldi (non ad un buono). si hanno due mesi di tempo, non 7 o 8 giorni, per denunciare il difetto.

2) le vendite devono essere realmente di fine stagione: la merce posta in vendita sotto la voce “saldo” deve essere l’avanzo di quella della stagione che sta finendo e non fondi di magazzino. stare alla larga da quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono magicamente riempiti dei più svariati articoli. è improbabile, per non dire impossibile, che a fine stagione il negozio sia provvisto, per ogni tipo di prodotto, di tutte le taglie e colori.

3) girare. nei giorni che precedono i saldi andare nei negozi a cercare quello che interessa, segnandone il prezzo; si può così verificare l’effettività dello sconto praticato ed andare a colpo sicuro, evitando inutili code. non fermarsi mai al primo negozio che propone sconti ma confrontare i prezzi con quelli esposti in altri esercizi.

4) consigli per gli acquisti. cercare di avere le idee chiare sulle spese da fare prima di entrare in negozio: così si è meno influenzabili dal negoziante e si corre meno il rischio di tornare a casa colmi di cose, magari anche a buon prezzo, ma delle quali non si aveva alcun bisogno. valutare la bontà dell’articolo guardando l’etichetta che descrive la composizione del capo d’abbigliamento (le fibre naturali ad esempio costano di più delle sintetiche). pagare un prezzo alto non significa comprare un prodotto di qualità. diffidare dei marchi molto simili a quelli noti.

5) diffidare degli sconti superiori al 50%, spesso nascondono merce non proprio nuova, o prezzi vecchi falsi (si gonfia il prezzo vecchio così da aumentare la percentuale di sconto ed invogliare maggiormente all’acquisto). un commerciante, salvo nell’alta moda, non può avere, infatti, ricarichi così alti e dovrebbe vendere sottocosto.

6) servirsi preferibilmente nei negozi di fiducia o acquistare merce della quale si conosce gia’ il prezzo o la qualita’ in modo da poter valutare liberamente e autonomamente la convenienza dell’acquisto.

7) negozi e vetrine. non acquistare nei negozi che non espongono il cartellino che indica il vecchio prezzo, quello nuovo ed il valore percentuale dello sconto applicato. il prezzo deve essere inoltre esposto in modo chiaro e ben leggibile. controllare che fra la merce in saldo non ce ne sia di nuova a prezzo pieno. la merce in saldo deve essere separata in modo chiaro dalla “nuova”. diffidare delle vetrine coperte da manifesti che non vi consentono di vedere la merce.

8) prova dei capi: non c’è l’obbligo. è rimesso alla discrezionalita’ del negoziante. il consiglio è di diffidare dei capi di abbigliamento che possono essere solo guardati.

9) pagamenti. nei negozi che espongono in vetrina l’adesivo della carta di credito o del bancomat, il commerciante è obbligato ad accettare queste forme di pagamento anche per i saldi, senza oneri aggiuntivi.

10) fregature. se pensate di avere preso una fregatura rivolgetevi al Codacons, oppure chiamate i vigili urbani.

Un’escursione con le ciaspole o racchette da neve è un’esperienza decisamente unica, che riporta chi la vive ad un passato lontano, quando tali attrezzi rappresentavano per la gente di montagna l’unico modo per spostarsi d’inverno, quando le nevicate erano particolarmente abbondanti e continue. Per conoscere al meglio questa attività l’APT Val di Sole, nel Trentino nord – occidentale, ha ideato e realizzato la nuova opera editoriale gratuita “Walk: a piedi d’inverno”: una completa guida che presenta ben 21 tracciati invernali percorribili con le simpatiche ciaspole, escursioni cioè per i non sciatori o per chi intende provare un’attività alternativa o complementare allo tradizionale sci alpino.

Sempre più, l’ospite invernale ricerca infatti altre proposte accanto alla classica offerta dello sci da discesa. Le informazioni sui tracciati incluse nel comodo opuscolo tascabile trovano esatta corrispondenza sul territorio con percorsi segnalati, battuti e percorribili anche dopo intense nevicate. Gli itinerari presentano inoltre un minimo di segnaletica in legno con frecce direzionali bianco azzurre, poste nei punti o passaggi che potrebbero indurre l’escursionista a percorsi alternativi.

I tracciati, oltre ad essere descritti dettagliatamente, sono presentati con una foto panoramica, una fondamentale cartina geografica illustrativa ed un box che presenta località, accesso, quota di partenza, quota di arrivo, tempo di percorrenza, lunghezza del percorso e difficoltà del tracciato: facile, medio, abbastanza impegnativo, impegnativo. Con la collaborazione delle Guide Alpine della Scuola Italiana di Alpinismo e Scialpinismo Val di Sole ed Evolution Ski School Tonale gli itinerari proposti sono stati selezionati e tracciati per offrire agli ospiti i migliori percorsi dal punto di vista paesaggistico ambientale e con diversi gradi di difficoltà. In caso di abbondanti / frequenti nevicate è possibile che non tutti possano essere però ripristinati in breve tempo. Nonostante i percorsi siano costantemente tracciati e controllati, i cambiamenti climatici giornalieri e/o le condizioni meteorologiche possono modificare repentinamente la struttura degli itinerari e la consistenza del terreno, per cui è indispensabile attenersi sempre alle norme di prudenza e attenzione necessarie.

Prima di affrontare un’escursione è opportuno pertanto informarsi sempre sullo stato dei percorsi presso gli uffici delle Guide Alpine e gli uffici informazione di Valle. Le Guide Alpine suggeriscono inoltre, come fondamentale equipaggiamento, racchette da neve con rampone anti ghiaccio, bastoncini, capi di abbigliamento invernali comodi e caldi, guanti, berretto, scarponi da trekking, occhiali e crema solare. Ed ancora zainetto con piccola dispensa alimentare, thermos di bevande calde, piccolo “kit” di primo soccorso ed una copertina termica. E’ sempre raccomandato inoltre l’uso di dispositivi di autosoccorso: ARTVA, pala e sonda e di attenersi al percorso segnalato e non effettuare percorsi alternativi non segnalati. Decisamente interessante ed istruttiva anche la sezione dell’opuscolo curata dall’Ufficio distrettuale forestale di Malè e relativa al comportamento da tenere per praticare sport nella neve, rispettando la fauna selvatica, messa a dura prova dalla lunga stagione invernale, quando anche il disturbo creato dall’uomo può pregiudicarne la sopravvivenza.

 

APT WALK WINTER map 2019 ITA 241219OK

Da lunedì 6 gennaio, e poi ogni domenica di Campionato, alle ore 23.25, prende il via su Retequattro “Pressing Serie A”, nuovo programma di attualità sportiva a cura di SportMediaset, testata giornalistica coordinata da Alberto Brandi. In conduzione, Giorgia Rossi, con ospite fisso in studio Walter Zenga.

“Pressing Serie A”, debutta in concomitanza con la fine della 18a giornata di Serie A. Il Campionato che sta tenendo tutti con il fiato sospeso per il duello al vertice tra Juventus e Inter, è giunto quasi al giro di boa e Mediaset ha deciso di raddoppiare e aumentare la sua offerta sportiva.

Oltre a Tiki Taka, in onda ogni lunedì su Italia 1, dopo il posticipo della domenica, arriva infatti la sintesi accurata del turno di Serie A: tutti i gol e gli highlights dei match, con approfondimenti, moviola, collegamenti con i campi, commenti dei protagonisti e dibattito sui temi caldi dell’attualità calcistica. L’analisi è affidata all’ex portiere dell’Inter e della Nazionale. Ospite d’eccezione della prima puntata l’ex difensore di Napoli e Juventus Ciro Ferrara.

Il talentuso e poliedrico 44enne attualmente volto di punta del gruppo Discovery è pronto al debutto su Real Time e sui social network riscalda i motori per il suo inizio 2020 diviso tra dolci e amore.

Fare disinvolto, battuta pronta, aplomb inconfondibile. Un mix perfetto che associato alla nomina da sex symbol e alla stima come padre di famiglia con all’attivo un matrimonio sereno che dura da oltre 15 anni assieme alla moglie Alessia Mancini, ne evidenziano un profilo come uno dei volti televisivi in carriera più amati degli ultimi anni.

Numerosi gli importanti impegni che lo hanno visto protagonista nel corso delle stagioni come i ruoli in fiction di successo quali ‘La Squadra’ o ‘Fidati di me’ al fianco di Virna Lisi ma anche musical da tutto esaurito come ‘Grease’ e le conduzioni di spicco come le prime serate di Rai1 quali ‘Lo Zecchino d’Oro’ e ‘Castrocaro’ oppure le più dinamiche e moderne su Fox Life come ‘4 mamme’; oggi, dopo la consacrazione della scorsa stagione su Real Time grazie al fortunato ‘Primo Appuntamento’, è alla guida di ben due trasmissioni celebri.

Il 2020 inizia in grande stile per il conduttore torinese che è pronto al debutto in prime time alle ore 21.10 su Real Time (canale 31); dal 3 gennaio guiderà per tre venerdì l’attesa gara delle gare ‘Bake Off Italia All Stars Battle’ mentre dal 7 gennaio tornerà con la nuova edizione di ‘Primo Appuntamento’ che come annunciato da Discovery in occasione dei palinsesti presentati a settembre 2019 il noto e amato dating show raddoppierà con un totale di 20 puntate a confronto delle 10 della precedente edizione.

Montrucchio raggiunto dal settimanale Telesette che gli dedica la copertina del numero attualmente in edicola, dichiara “Considero la conduzione di Bake Off Italia All Stars Battle una sorta di premio da parte della rete per cui lavoro” e aggiunge sulla nota trasmissione culinaria “Cercherò di portarci tutto me stesso in questa nuova avventura, sarà una gara brillante”.

Non solo, appunto, lo speciale di ‘Bake Off Italia’ ma anche il rodato ‘Primo Appuntamento’ che commenta gioiosamente così “Sono prontissimo. L’anno scorso abbiamo avuto il 45% in più di spettatori e così abbiamo raddoppiato per ringraziare il nostro pubblico. A riempirmi di gioia sono, però, le tante richieste che mi arrivano sui miei social network per sapere come partecipare al programma”.

9-1-1. St 1 Ep 8 – Karma. TELEFILM 9-1-1 – Punto d’origine – Cuori infranti – Luna piena – Karma – – Un edificio crolla durante un grande matrimonio indù. Abby cerca di trovare la madre ribelle con l’aiuto di Buck Oliver Stark, Bobby rivela come ha ucciso accidentalmente la sua famiglia cinque anni prima… – Buck invita Abby alla festa dei pompieri di benvenuto per Chimney, ma l’appuntamento va male quando lui si soffoca con un po’ di pane… – Una luna piena incombe su Los Angeles e tutta la città è in allerta… – Il team antincendio deve trattare con diverse chiamate. Bobby dona il sangue durante una raccolta, solo per scoprire se ha un tipo di sangue che potrebbe salvare vite umane… Con Angela Bassett, Peter Krause, Oliver Stark, Aisha Hinds Kennet

 

PROGRAMMA ADATTO AD UNA VISIONE CONGIUNTA CON UN ADULTO

 

LINK VIDEO

Luca Onestini: “Il mio rapporto con Ivana? Tante persone ci vogliono bene perché siamo semplicemente noi… Lei è la mia spalla e io sono la sua. Credo sia la cosa più importante di una coppia. So che di Ivana mi posso fidare”

GIOVEDÌ 2 GENNAIO ALLE 21:10 – SU REAL TIME (CANALE 31)

Su REAL TIME nuova puntata di “RIVELO”, il programma di interviste a personaggi noti dell’attualità e dello spettacolo condotto da Lorella Boccia: giovedì 2 gennaio alle 21:10 la conduttrice ospita nel suo salotto l’ex tronista e concorrente del GRANDE FRATELLO VIP (Canale 5) Luca Onestini.

Modello, speaker radiofonico, ex calciatore, ammiratissimo sui social, racconta dei suoi sogni e delle sue emozioni: “Sogni? Ne ho sempre avuti tantissimi, mi sono sempre definito un sognatore. Quello che avevo da bambino era di fare il calciatore… Sognavo di giocare nel Bologna, la mia squadra di sempre. Poi a 17 anni ho auto un infortunio importante… Mi sono dovuto operare e sono stato fermo 1 anno e mezzo ed è finito tutto. Sono rimasto talmente scioccato… ho pensato ‘e adesso cosa faccio?’. Sono ripartito dall’università”, ammette l’ex Mister Italia (titolo vinto nel 2013, ndr).

Della sua esperienza dentro la casa più spiata d’Italia ricorda la fortuna di aver conosciuto la sua compagna Ivana e l’amico Raffaello Tonon “non avevo mai avuto la fortuna di incontrare un amico come lui… di cui fidarsi ciecamente… non è mai finito il nostro Grande Fratello”. A proposito della partecipazione del fratello Gianmarco all’ultima edizione del GRANDE FRATELLO, rivela: “Nonostante le richieste, gli autori non mi hanno fatto entrare nella casa per supportare mio fratello… ma ci ho parlato lo stesso… mi son preso il mio megafono perché era l’unico modo per parlare con mio fratello. Sono riuscito a comunicare solo con quello. Il mio video ha avuto più di 7 milioni di visualizzazioni… credo che sia una dimostrazione che forse erano state fatte delle scelte sbagliate…” conclude amareggiato.

Voltando pagina, parlando della sua Ivana, confida a Lorella Boccia “credo che tante persone ci vogliono veramente bene perché non ci chiediamo il motivo di cosa piace, cosa no… siamo semplicemente noi, lo saremmo anche se la gente non approvasse alcune cose che facciamo. Nel nostro rapporto lei è la mia spalla e io sono la sua. Andiamo avanti a braccetto, credo sia la cosa più importante di una coppia. So che di Ivana mi posso fidare. Vedo in lei sfumature sempre diverse”.

Nella prossima puntata, in onda giovedì 9 gennaio 2020 alle 21:10 su REAL TIME, andrà in onda l’intervista ad Aida Yespica.

(Pagina 1 di 3)