IceTop, lunedì l’inaugurazione del nuovo stabilimento di Rovereto. La nuova azienda si insedia a Rovereto per la produzione di ghiaccio puro destinata a ristoranti, bar e locali.

Lunedì, 20 maggio 2019, alle ore 17, è prevista l’inaugurazione del nuovo stabilimento di IceTop, azienda unica nel suo genere, specializzata nella produzione di ghiaccio puro. La cerimonia si terrà presso la sede di Rovereto, in via alle Fornaci 20, e vedrà la partecipazione, tra gli altri, dell’assessore provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro.

IceTop è la prima azienda in Italia a proporre per il mercato Horeca (Hotel, ristoranti e catering) questa speciale tipologia di ghiaccio, ottenuto grazie all’esclusiva tecnologia Hoshizaki, la più avanzata sul mercato mondiale. Il ghiaccio puro è elemento essenziale per la produzione di cocktail e drink di alta qualità. La particolarità dell’iniziativa deriva inoltre dall’acqua utilizzata per la produzione del ghiaccio puro: si tratta dell’acqua della fonte di Levico Terme, la stessa di Acqua Levico.

 

La Giudice di Pace di Merano ha sospeso le sanzioni per un lavoratore stagionale non residente in Italia che guidava un’auto con targa straniera.

“In qualità di avvocati siamo riusciti ad ottenere la sospensione delle sanzioni per una lavoratrice stagionale, non residente in Italia, che guidava un’auto con targa straniera.
Per questo consigliamo a chiunque venga sanzionato e si trovi in una situazione analoga di rivolgersi ad un avvocato. Ma speriamo anche che il Ministero dell’Interno faccia quanto prima chiarezza su una norma che sta creando non pochi disagi, in particolare nei territori di confine.”

Così in una nota i senatori della SVP, Julia Unterberger e Meinhard Durnwalder.

“A fine 2018 – spiegano i senatori della SVP – il Governo ha introdotto una norma con cui si vieta, salvo limitate eccezioni, di circolare a chi ha la residenza in Italia con un veicolo immatricolato all’estero. Dopo è seguita una circolare interpretativa del Ministero dell’Interno che estendeva la fattispecie alla cosiddetta residenza normale, cioè a persone che si intrattengono per più di 180 giorni sul territorio nazionale. Assieme agli altri parlamentari SVP Steger e Plangger abbiamo messo in campo diverse iniziative, tra cui un’interrogazione in Senato e alcuni incontri al Ministero, per spiegare che la circolare interpretativa era sbagliata e che stava causando parecchi disagi, in particolare a quei cittadini stranieri che vengono temporaneamente in Italia come lavoratori stagionali.

Più volte ci è stata assicurata la correzione della circolare, ma fino ad ora non è successo niente. Per questo, come avvocati, abbiamo intrapreso un’altra strada e abbiamo fatto ricorso contro un provvedimento della Guardia di Finanza, che aveva multato e sequestrato il veicolo a una cittadina slovena, non residente in Italia, ma qui come lavoratrice stagionale e che circolava con targa straniera.

La giudice di pace di Merano ha accolto le nostre argomentazioni e quindi ha sospeso il provvedimento nei suoi confronti.
Consigliamo pertanto a chi dovesse ricorrere in sanzioni di questo tipo, di non pagare la multa ma di rivolgersi a un avvocato e, soprattutto, speriamo che da parte del Ministero arrivino quei chiarimenti che da tempo sollecitiamo.”

“Dal Barba”: quando a tavola si serve un progetto bello e coraggioso. L’incoraggiamento della Giunta alla cooperativa sociale che con la locanda sostiene un welfare innovativo.

La ruota gira e può portare lontano. Forti di questo, i soci della cooperativa sociale “Dal Barba” proseguono il loro percorso per dare dignità e prospettive a chi è meno fortunato. Con un traguardo importante all’orizzonte: il pareggio di bilancio a fine anno per lasciarsi alle spalle le difficoltà del passato. A loro arriva il convinto sostegno della Giunta provinciale di Trento che, con il presidente e gli assessori alle politiche sociali, all’agricoltura, allo sviluppo e ricerca e agli enti locali, ha accolto l’invito alla locanda tipica di Villa Lagarina.

Un progetto particolare quello della Locanda Dal Barba che, con il Bar ristorante e annesso Bed & Breakfast accoglie persone con bisogni speciali e le affianca a chi ha competenze specifiche per offrire un servizio di qualità.

Volontariato, professionalità, impegno e passione sono gli ingredienti principali di questa proposta che – ha ricordato il presidente Alessandro Pontara – sta coinvolgendo una pluralità di soggetti, dalla Scuola alberghiera all’Università (Scienze cognitive), dalla Fondazione trentina per L’ autismo alla Fondazione Demarchi, dalla Fondazione Metalsistem a varie cooperative del territorio.

“Chi viene da noi – ha spiegato Pontara – lo fa per almeno tre motivi: perché si mangia bene, perché l’ambiente è bello, e perché si fa del bene. Anche chi ha problemi ha diritto ad un’opportunità per essere inserito nel mondo del lavoro. Ed oggi, dopo anni di formazione, abbiamo persone che sono pronte a diventare dipendenti. La scorsa settimana ad esempio uno di questi ha iniziato il suo percorso in un ristorante di Villa Lagarina”.

“Siamo qui per imparare – ha commentato l’assessore alla salute e politiche sociali – avendo ben presente che la maggior preoccupazione dei genitori di ragazzi con questi problemi è quella di offrire loro una prospettiva, dopo il tempo trascorso a scuola ed in generale per gli anni a venire. La vostra è una bella risposta, che dà speranza a queste famiglie e per questo vi ringraziamo”.

Un grazie che ha rinnovato anche il presidente della Provincia che ha definito meritorio un progetto che dà almeno tre risposte: “ai bisogni dei ragazzi, a quelli delle famiglie e all’equilibrio necessario per garantire la sostenibilità ad un bisogno sociale che trova risposta non solo dal pubblico ma anzi, e soprattutto, dalla buona volontà di tanti soggetti del mondo privato e dell’associazionismo che con il loro tempo e il loro impegno danno un bell’esempio di comunità”.

Domenica 19 maggio a partire dalle 14 su Rai1, in diretta dagli Studi “Fabrizio Frizzi” di Roma, va in onda la 36esima puntata di “Domenica In”, condotta da Mara Venier. Tra gli ospiti di questa puntata, Alessia Marcuzzi. La popolare conduttrice televisiva si racconterà in una lunga intervista, nella quale parlerà di carriera, amori, famiglia. Manuel Bortuzzo, il ragazzo ferito a Roma il 3 febbraio scorso e costretto su una sedia a rotelle, sarà in studio insieme al papà Franco, per raccontare la sua incredibile storia e il percorso di recupero e riabilitazione che sta affrontando per poter partecipare alle prossime Paralimpiadi di nuoto a Tokyo.

Nunzia De Girolamo e Raimondo Todaro, una delle coppie più affiatate di “Ballando con le Stelle”, racconterà il percorso fatto fino ad ora nel programma. Raffaella Ponzo, la compagna di Gigi Sabani, prematuramente scomparso nel 2007, sarà in studio insieme al figlio Gabriele, che proprio domenica compirà 11 anni, per ricordare l’indimenticabile Gigi Sabani e la loro bella storia d’amore. Jerry Calà sarà in studio e canterà un medley di canzoni di successo. Ancora spazio alla musica con il grande tenore Vittorio Grigolo, che si esibirà in una fantasia di canzoni napoletane, e Tony Hadley, l’ex leader degli Spandau Ballet.

 

«Apprendiamo che il tema scelto dal Governo per la prossima parata militare del 2 giugno sarà “l’inclusione” e la lotta alle “emarginazioni sociali”. Corre l’obbligo di ricordare a Elisabetta Trenta che è il ministro della Difesa, non delle Politiche sociali, e che le nostre Forze Armate non sono una Ong o un’associazione di volontariato, ma il loro compito prioritario è la difesa dello Stato. Ridimensionare o peggio negare questo aspetto, piegando anche la parata del 2 giugno al politicamente corretto, è un insulto insopportabile ai nostri uomini e donne con le stellette».

Lo dichiara il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

(Pagina 4 di 4)