Torna a brillare nella notte Muse Fuori Orario, l’appuntamento dedicato a chi desidera scoprire il Museo delle Scienze di Trento attraverso proposte e orari non convenzionali. Giovedì 4 aprile, dalle 19.00 alle 22.00, la lobby si trasformerà in una grande piazza coperta con aperitivi, dj set, mentre nelle sale del museo, accessibili al prezzo speciale di 3 euro (piani -1, piano terra e +1), si potranno trovare corner scientifici e attività speciali a tema. Il MUSE si propone così in una veste inedita, per farsi luogo di incontro, creare intrecci fra saperi e competenze differenti, far incontrare le generazioni, offrirsi alla città come spazio di espressione e divertimento per i giovani.

L’apertura straordinaria serale (speciale under 26 ma aperta a tutti gli interessati) propone una modalità originale per parlare di scienza e tecnologia ed è voluta e realizzata con la collaborazione degli istituti Arcivescovile, Liceo Scientifico Galilei e Istituto Tecnico Tecnologico Buonarroti – Pozzo.

Il progetto è frutto di una collaborazione inaugurata nel 2018 e sempre più proficua e stretta, con gli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo grado. In particolare, in quest’occasione, i ragazzi hanno richiesto la possibilità di ospitare al MUSE un’Assemblea d’Istituto in orario serale. Totalmente no alcool, su richiesta degli organizzatori stessi, la serata offrirà una festa diversa da tutti i punti di vista, organizzata da teenager ma aperta a tutti per dare spazio ai giovani e raccontare quanto siano propositivi, curiosi e desiderosi di far sentire la loro voce.

 

*

PROGRAMMA

Attività a cura del museo

Mostra genoma – Quanto ne sai su CRISPR?
alle 19.30 / 20.30 / 21.30 su prenotazione
Attività in laboratorio per far comprendere in modo semplice e divulgativo cosa sia CRISPR-Cas9, come sia strutturato e come funzioni. Attraverso un esperimento simulato daremo la possibilità di toccare con mano una piccola, ma fondamentale, parte della routine di in un laboratorio di biotecnologie, con le sue regole, ma anche con il suo divertimento. Attività tenuta da: OWL Open Wet Lab, Università degli Studi di Trento.

Cocktail molecolari
dalle 19.15 alle 23.00 a fruizione libera
I ragazzi di O.W.L. – Open Wet Lab mescolano scienza e gusto in coloratissimi cocktail analcolici, preparati secondo i criteri della molecular mixology. Attività tenuta da: OWL Open Wet Lab, Università degli Studi di Trento.

Serra tropicale con pioggia
dalle 19.15 alle 23.00 a fruizione libera
Goditi una passeggiata in mezzo alla natura tropicale, con un sottofondo composto dal frusciare delle foglie e dalla pioggia che colpisce il fogliame e gli ombrelli e che rinfresca una calda serata: un modo alternativo e molto suggestivo di visitare la serra tropicale del museo.

Osservazione delle stelle nel parco
dalle 20.30 alle 23.00 a fruizione libera
Un esperto del MUSE vi accompagnerà nell’osservazione delle prime stelle e pianeti che appaiono nel cielo dopo il calar del Sole.

Azotomania
alle 20.30 / 21.30 / 22.30 (durata 25 minuti) su prenotazione
Un museo gremito di studenti e uno scienziato che si diverte a giocare con un liquido a -200°C, cosa potrebbe andare storto? L’azoto sarà utilizzato per spingere oggetti comuni al loro limite e osservare fenomeni incredibili, il tutto accompagnato da una sana dose di umorismo.

Maxi Ooh!
dalle 20.30 alle 23.00 a fruizione libera
Maxi Ooh! è un’esperienza tutta da vivere, toccando, annusando, guardando e ascoltando. Lo spazio, normalmente visitabile solo dai bambini tra i 0 e i 5 anni assieme ai loro genitori, permette di sperimentare i sensi attraverso i sensi stessi, proponendo occasioni ogni volta diverse e originali.

Attività a cura delle scuole

Croce Rossa – Approfondimento MST
dalle 19.00 alle 23.00

Body Painting
dalle 19.00 alle 23.00

DJ set nella lobby
dalle ore 19.30

Escape Room
attività su prenotazione

Dibattito su Scienza, Dio, Etica
dalle 20.45 alle 22.30

Laboratorio di Fisica
dalle 19.00 alle 23.00

Astrohoot. Kahoot a tema astronomico
dalle 19.00 alle 23.00
Ma cos’è un kahoot? E’ un simpatico quiz che coinvolge l’uso del tuo cellulare e della tua intelligenza. Cerca la grande sfera al primo piano e iscriviti al primo round che ti capita, ce ne sono ogni 20 minuti.

Ex Atesina un progetto da realizzare. Il progetto di riqualificazione dell’ Ex Atesina è un passaggio importante per chi vive il quartiere di Solteri. Il Comune e la Provincia rispettino la promesse fatte e si facciano carico di sistemare un’area storica dimessa. Vengano messi sul piatto i 9 milioni di euro che servono, i tavoli lanciati non siano l’ennesimo stratagemma per rimandare un intervento necessario per la qualità della vita dei cittadini del quartiere Soldati che hanno bisogno di verde pubblico e di una piazza coperta. Il lavoro decennale sociale e di progettazione (che è stato fatto da vari comitati, associazioni e singoli) non deve andare perso.

 

*

Jacopo Zannini

Consigliere Circoscrizionale

Sinistra Italiana

Contiene un depliant dedicato alle attività, ai numeri, ai principali risultati della Fondazione Edmund Mach nell’anno del suo 145° anniversario di fondazione il quarto numero di Terra di Mach, il periodico di cultura tecnico-scientifica coordinato dall’Ufficio Stampa e Relazioni Esterne, online sul portale www.fmach.it e nei prossimi giorni in arrivo nelle case degli abbonati.

Nel notiziario è presente l’editoriale del Presidente Andrea Segrè focalizzato sull’importante anniversario che sarà celebrato a novembre, ma anche una serie di articoli sui principali progetti, iniziative ed eventi protagonisti in questo periodo nel campus di San Michele.
Dalle invasioni biologiche all’unità di ricerca mista con FBK contro le specie aliene per arrivare al terzo concorso vini del territorio che si concluderà a Vinitaly, lunedì 8 aprile, alle 12.30, presso lo stand FEM, con la premiazione delle cantine vincitrici.

Nel quarto numero di Terra di Mach spazio anche alla nuova app sviluppata da FEM per segnalare la presenza di zanzare (oltre alle cimici) in Trentino. Tra le pagine si parla anche della cerimonia PHD Welcome Day, del nuovo dottorato in fase di attivazione aperto alla ricerca innovativa, delle giornata tecniche dedicate al melo e ai piccoli frutti, per arrivare al progetto didattico sulla “caciotta solidale”. Infine il consueto articolo curato dalla biblioteca, le news, la fotonotizia e le recensioni dedicate ai nuovi report dei centri FEM.

Ecco il link per visualizzare Terra di Mach e il depliant allegato

 

Proposta inviata ai comuni di Milano, Firenze, Roma, Napoli, Torino e Venezia in vista dello sciopero del 3 aprile. Sciopero taxi, gli ncc scrivono ai Comuni “Offriremo viaggi gratis per diminuire disagio”. “Il servizio pubblico lo garantiremo noi, inspiegabile i tassisti che scioperano contro una norma che aiuta loro e danneggia gli Ncc

“Abbiamo scritto ai sindaci perché riteniamo che i cittadini non devono essere le vittime di una protesta tanto assurda quanto immotivata. Per questo il 3 aprile quando i tassisti non svolgeranno il proprio servizio pubblico, lo faremo noi al loro posto e lo faremo gratis” così il Comitato Air, rete che unisce varie associazioni di Ncc su tutto il territorio nazionale, con la collaborazione di FAI Trasporto Persone, Azione NCC e ACNCC, spiega il senso della proposta inviata ai sindaci di Milano, Firenze, Roma, Napoli, Torino e Venezia.

“E’ inaccettabile che i tassisti facciano sciopero – spiegano Giorgio Dell’Artino, presidente di Air e Francesco Artusa, fondatore di FAI Trasporto persone – contro una legge che hanno scritto loro e che infatti mentre mantiene intatti i loro anacronistici privilegi, punisce gli Ncc e ci pone così tanti ostacoli che molte delle nostre imprese saranno costrette a chiudere perché obbligate a rientrare in rimessa dopo ogni servizio con costi economici e ambientali insostenibili e perché costrette a compilare registri dei propri clienti che violano apertamente le tutele previste dalla legge sulla privacy”.

“A noi che rispettiamo la legge ci viene negato il diritto di lavorare, ai tassisti invece viene consentito tutto tanto che continuano a violare impunemente doveri come l’avere sempre il POS per permettere pagamenti elettronici” concludono Dell’Artino e Artusa.

Puntata del 31 marzo. Canale 5. Programma di approfondimento sui temi caldi dell’attualità, della politica, dell’economia, della cronaca ma anche quelli di costume e spettacolo.

 

LINK VIDEO

 

 

Prima puntata. 31 mar – Canale 5. La vita di Rosa e Rocco viene sconvolta quando l’uomo viene incolpato di un reato infame ed i servizi sociali strappano loro la figlia Arianna.

 

LINK VIDEO

Prima puntata

Puntata del 31 marzo. Italia 1. Barbonismo domestico; Beni confiscati dimenticati; Ospedali da incubo; Fulminato sul lavoro, il capo non paga.

 

LINK VIDEO

 

Se sei arrivato fino qui significa che ciò che abbiamo pensato anche per te è utile.
Tu puoi pensare un po’ per noi ed esserci utile?Puoi sostenere la nostra agenzia, libera che pubblica tutto di tutti senza filtri e pregiudizi, con una tua microdonazione tramite PayPal?È sufficiente cliccare QUI

Grazie!

Archiviata con soddisfazione l’esperienza alla Cape Epic in Sudafrica, la Wilier 7C Force si è rituffata nel calendario italiano. Con i capitani Tony Longo e Johnny Cattaneo impegnati a recuperare dalle fatiche della gara a tappe sudafricana, a portare i colori del team diretto da Massimo Debertolis nei quartieri nobili delle classifiche ci ha pensato Marco Rebagliati, tra i protagonisti alla Gran Fondo Muretto di Alassio, in provincia di Savona, prova d’apertura del nuovo circuito Nord Ovest Mtb.

I biker si sono confrontati su un percorso di 37,5 chilometri e 1350 metri di dislivello, che il vincitore Aleksey Medvedev ha coperto in 1h40’20”, precedendo di 1” e 5” Diego Alfonso Arias Cuervo e Leonardo Paez. Con un paio di minuti di ritardo è giunto al traguardo il primo gruppetto inseguitore, nel quale ha trovato posto anche Rebagliati, sesto alle spalle di Jacopo Billi e Cristian Cominelli e davanti ai vari Avondetto, Favilli e Ragnoli, piazzati dal settimo al nono posto.

Più sfortunato il weekend del toscano Martino Tronconi, che ha preso il via alla Rampichiana (Arezzo) ma non è riuscito a portare a termine la propria prova a causa di un guasto meccanico: un ramo, infatti, gli ha causato la rottura del cambio e lo ha costretto al ritiro.

Nell’ultimo fine settimana del mese di marzo, infine, è montato in sella anche l’altoatesino Michael Wohlgemuth, che si è classificato quinto all’Oetzi Bike Trophy di Naturno, prova di Südtirol Cup. La gara è stata vinta da Andrea Righettini su Martino Fruet.

Domenica prossima, 7 aprile, la Wilier 7C Force sarà ai nastri di partenza della Gran Fondo da Piazza a Piazza, a Prato, con tre propri atleti, ovvero Martino Tronconi, il norvegese Ole Hem e Marco Rebagliati. Il percorso marathon avrà uno sviluppo di 71 chilometri, con 2175 metri di dislivello.

Dolomiti Energia Holding SpA: il Consiglio di Amministrazione ha approvato la proposta di bilancio relativa all’esercizio 2018.
· Totale ricavi e proventi consolidati a 1.460 milioni di euro (1.426 milioni di euro nel 2017, +2,3%);
· Margine operativo lordo consolidato (EbitDa) a 216,2 milioni di euro a fronte di un risultato pari a 125,3 milioni di euro nel 2017 (+72,6%);
· Risultato operativo consolidato (Ebit) a 155,4 milioni di euro (72,4 milioni di euro nel 2017, +114,6%);
· Risultato di esercizio consolidato a 78,2 milioni di euro (34,9 milioni di euro nel 2017, +124%);
· Indebitamento finanziario netto a 326 milioni di euro (413,5 nel 2017, -21,2%).

Rovereto, 29 marzo 2019 – Il Consiglio di Amministrazione di Dolomiti Energia Holding, presieduto da Massimo De Alessandri, ha approvato oggi i risultati 2018 del Gruppo Dolomiti Energia. In uno scenario di generale aumento dei prezzi delle commodities, in particolare nella prima parte dell’anno, il bilancio 2018 registra risultati positivi, in forte aumento rispetto all’anno precedente, grazie principalmente ad una produzione idroelettrica dell’anno tornata in linea con le medie storiche e ai buoni risultati di tutte le principali aree di business.
La situazione finanziaria del Gruppo, in significativo miglioramento grazie alla elevata capacità di generazione di cassa, si conferma solida e adeguata a supportare lo sviluppo futuro delle attività industriali.

Bilancio consolidato di Gruppo al 31 dicembre 2018: principali dati economico-finanziari (milioni di euro)
Questi in sintesi i principali dati di bilancio dell’esercizio 2018. Il perimetro di consolidamento del Gruppo include la Capogruppo Dolomiti Energia Holding, le controllate Dolomiti Energia Solutions srl (derivante dalla fusione per incorporazione di Nesco in Dolomiti Energia Rinnovabili), Novareti SpA, Dolomiti Ambiente srl, Dolomiti Energia Trading SpA, Dolomiti Energia SpA, SET Distribuzione SpA, Depurazione Trentino Centrale Scarl, Hydro Investments Dolomiti Energia srl, Hydro Dolomiti Energia srl, Dolomiti GNL srl e Centraline Trentine srl. I risultati di Dolomiti Edison Energy e di SF Energy vengono invece contabilizzati nel bilancio con il criterio del patrimonio netto, in coerenza con quanto previsto dai principi contabili.

Gli investimenti effettuati nel 2018 ammontano a 51,2 milioni di euro (42,5 milioni di euro nel 2017). Gli investimenti più importanti riguardano gli interventi per efficientare le reti di distribuzione e gli impianti di produzione, per potenziare i servizi a disposizione dei clienti finali e per l’adeguamento alle normative di settore.

Questi investimenti, assieme al costante affinamento delle tecniche di misura e di trasmissione dei dati, all’installazione di impianti tecnologicamente all’avanguardia per la verifica, la simulazione e l’ottimizzazione degli assetti di rete, hanno consentito di ottenere costanti miglioramenti nella qualità del servizio, come testimoniato dai premi di continuità costantemente ricevuti dalle aziende di distribuzione. Tali investimenti hanno inoltre contribuito a limitare l’impatto dell’eccezionale evento meteorologico verificatosi nell’autunno del 2018, che ha coinvolto larga parte del territorio trentino. Le straordinarie precipitazioni e soprattutto il forte vento di fine ottobre hanno causato una fase di grave emergenza, in particolare per il sistema elettrico (reti e impianti), i cui effetti sono stati ridotti anche grazie alla capacità operativa delle persone coinvolte che hanno dimostrato grande disponibilità e professionalità nella gestione di quanto accaduto.

Per quel che riguarda l’aspetto industriale, con riferimento ai principali settori di attività, il Gruppo evidenzia i seguenti risultati:

PRODUZIONE ELETTRICA
Produzione idroelettrica: la produzione idroelettrica di Dolomiti Energia Holding, Dolomiti Edison Energy, Hydro Dolomiti Energia e SF Energy è pari a 4,1 miliardi di kWh, in aumento rispetto ai 2,5 miliardi di kWh del 2017 (100% DEH, HDE, SFE, DEE).
Produzione termoelettrica: la produzione termoelettrica, prevalentemente da cogenerazione, ha generato 142 milioni di kWh (175 milioni di kWh nel 2017).

RETI DI DISTRIBUZIONE
Energia elettrica: il Gruppo ha distribuito 2,6 miliardi di kWh ( 2,4 miliardi di kWh rispetto ai valori 2017). La rete di distribuzione elettrica si estende al 31 dicembre per 11.919 km (10.631 Km nel 2017, l’incremento è dovuto anche all’integrazione delle reti di distribuzione dell’energia elettrica di STET e di Isera avvenuta in corso d’anno).
Gas naturale: nel 2018 sono stati distribuiti 287,6 milioni di metri cubi di gas, in leggero aumento rispetto ai 287,4 milioni di metri cubi del 2017. La rete si estende per 2.376 km rispetto ai 2.369 km del 2017.
Ciclo Idrico Integrato: nel 2018 i quantitativi di acqua immessi nella rete lunga 1.215 km (1.271 nel 2017) sono risultati pari a 29,9 milioni di metri cubi rispetto ai 31,7 del 2017. L’acqua è stata distribuita a un totale di quasi 79.000 utenze (82.059 nel 2017). La riduzione dei clienti serviti e dei chilometri di rete è attribuibile all’uscita dal perimetro delle attività presenti sul comune di Borgo Valsugana.

VENDITA
Energia elettrica: il Gruppo ha commercializzato ai clienti finali 3,9 miliardi di kWh, rispetto ai 4,5 miliardi di kWh del 2017. I clienti energia elettrica sono 431.000, in leggero aumento rispetto al dato 2017.
Gas naturale: nel settore gas sono stati venduti ai clienti finali 490,6 milioni di metri cubi di gas nel 2018 a fronte dei 483 milioni del 2017. I clienti sono oggi 196.000 (185.000 nel 2017).
L’andamento dell’attività commerciale ha consentito di aumentare i clienti serviti per energia e gas, portando il loro numero a 627.000 (614.000 nel 2017). Un incremento significativo ottenuto anche grazie al progetto “ETIKA” che ha registrato, oltre al successo in termini di sottoscrizione, importanti ricadute per le attività di natura sociale collegate. La diminuzione dei volumi venduti di energia elettrica è da collegare principalmente alla scadenza di alcuni contratti di fornitura nei confronti della pubblica amministrazione.

ALTRE ATTIVITÀ
Laboratorio: nel corso del 2018 il laboratorio (controllo di potabilità dell’acqua, delle falde, delle acque reflue e di depurazione) ha svolto oltre 18.450 esami, con un incremento del 3,5% rispetto all’anno precedente, dei quali il 54,4% per conto terzi.
Cogenerazione e teleriscaldamento: nel corso del 2018 sono stati erogati 132,5 GWh di calore, vapore e raffrescamento, (145,3 GWh nel 2017). Il dato comprende anche quanto destinato alle industrie.
Area Ambiente: la percentuale di raccolta differenziata nel 2018 è pari a Trento all’80,8% (81,3% nel 2017) e al 78,7% a Rovereto (78,6% nel 2017), consolidando valori eccellenti per città di queste dimensioni. Complessivamente nell’esercizio sono state raccolte 72.682 tonnellate di rifiuti fra differenziati e indifferenziati (69.440 nel 2017).

Il Consiglio di Amministrazione della Società proporrà all’Assemblea ordinaria degli Azionisti l’approvazione del bilancio d’esercizio 2018 e la distribuzione – con pagamento a partire dal 15 giugno 2019 – di un dividendo pari a 0,09 euro per azione (0,07 quello del 2017) per un totale di circa 34 milioni di euro, con un rapporto fra dividendi e utile netto della Capogruppo pari al 83,7%.

DICHIARAZIONE CONSOLIDATA DI CARATTERE NON FINANZIARIO
Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre approvato la Dichiarazione Consolidata di Carattere non Finanziario, resa ai sensi del D. Lgs. 254/2016.

Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di convocare l’Assemblea ordinaria degli Azionisti per l’approvazione del Bilancio il 30 aprile 2019.

Il Responsabile amministrativo preposto alla redazione dei documenti contabili societari Michele Pedrini dichiara – tenuto conto di quanto previsto dalla normativa vigente – che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri ed alle scritture contabili.

Indicatori Alternativi di Performance
Nel presente comunicato stampa vengono utilizzati alcuni “indicatori alternativi di performance” non previsti dai principi contabili internazionali così come adottati dall’Unione Europea (IFRS-EU), ma che il management di Dolomiti Energia Holding SpA ritiene utili per una migliore valutazione e monitoraggio dell’andamento della gestione economico-finanziaria di Dolomiti Energia Holding SpA e del Gruppo. In linea con quanto raccomandato negli Orientamenti pubblicati in data 5 ottobre 2015 dall’European Securities and Markets Authority (ESMA) ai sensi del Regolamento n. 1095/2010/EU e incorporati da Consob nelle proprie prassi di vigilanza con comunicazione no. 92543 del 3 dicembre 2015, si riportano di seguito il significato, il contenuto e la base di calcolo di tali indicatori alternativi di performance:
– EBITDA (o Margine operativo lordo) è un indicatore alternativo di performance operativa, calcolato come la somma del “Risultato operativo netto” più gli “Ammortamenti, accantonamenti e svalutazioni”;
– Indebitamento finanziario netto è un indicatore della propria struttura finanziaria. Tale indicatore è determinato quale risultante dei debiti finanziari al netto delle disponibilità liquide e mezzi equivalenti e delle attività finanziarie correnti e non correnti (crediti finanziari e titoli diversi da partecipazioni).

Domenica In. St 2018/19 Tra gli ospiti: Rocio Munoz Morales, Eleonora Daniele,Peppino Di Capri e Povia – 31/03/2019.

Tra gli ospiti, Rocío Muñoz Morales. L’ attrice e modella spagnola si racconterà in un’ampia intervista parlando degli inizi della sua carriera, della sua famiglia e dell’amore per Raoul Bova. A seguire, Peppino Di Capri, accompagnato dall’orchestra diretta da Stefano Magnanensi, farà ascoltare alcuni dei suoi indimenticabili successi, come ‘Roberta’ e ‘Champagne’. Poi sarà la volta di Pamela Prati, che ha da poco annunciato le sue prossime nozze, protagonista di un ampio spazio nel quale ripercorrerà la sua lunga carriera di cantante, attrice e soubrette, oltre a parlare del suo nuovo amore.

Eleonora Daniele, la conduttrice di ‘Storie Italiane’, interverrà per raccontarsi a Mara Venier parlando dei suoi inizi, della sua famiglia, della sua carriera e dei suoi progetti futuri. E ancora, una intervista a Massimo Ferrero, produttore cinematografico e presidente delle Sampdoria Calcio. Il cantautore Povia, vincitore del Festival di Sanremo nel 2006, presenterà il suo ultimo singolo ‘Cameriere’, oltre a riproporre alcuni dei suoi successi. Per lo spazio dedicato alle storie, sarà in studio Veronica Paccagnella, la ginnasta azzurra con la sindrome di Down, vincitrice di ben quattro titoli ai recenti Giochi Mondiali ‘Special Olympics’ di Abu Dhabi.

 

LINK VIDEO

 

(Pagina 87 di 88)