La tv delle ragazze – Gli Stati generali. St 2018. Puntata del 29-11-2018. Ospiti della quarta puntata di La Tv delle Ragazze – Gli Stati Generali: Amalia Finzi, Federica Angeli, Itziar Ituno, Cassandra Fox, Tosca D’Aquino, Maria Amelia Monti, Luca Barbarossa, Emanuela Fanelli. Guest star: Corrado Guzzanti, Cristiana Capotondi, Anna Foglietta, Carolina Crescentini, Lucia Ocone.

Ci saranno anche le ‘ragazze storiche’ Serena Dandini, Sabina Guzzanti, Cinzia Leone, Angela Finocchiaro, Francesca Reggiani, Carla Signoris. Le ragazze nuove sono, invece, Federica Cacciola, Cristina Chinaglia, Michela Giraud, le Sbratz, mentre la quota azzurra è garantita da The Pills, Paolo Camilli ed Emanuele Martorelli.

 

*

Se sei arrivato fino qui significa che ciò che abbiamo pensato anche per te è utile.

Tu puoi pensare un po’ per noi ed esserci utile?Puoi sostenere la nostra agenzia, libera che pubblica tutto di tutti senza filtri e pregiudizi, con una tua microdonazione tramite PayPal?È sufficiente cliccare QUI

Grazie!

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Domani ci beviamo un tajùt, un bicchiere di vino, come si dice in furlan. Sarà infatti proprio il Friuli Venezia Giulia la regione protagonista della puntata di “Signori del vino” in onda sabato 1 dicembre, alle 17.10 su Rai2.

Il racconto di questa terra antica del vino inizia al Castello di San Giusto di Trieste, alla scoperta del Collio, con Benjamin Zidarich che racconterà, da una cantina scavata nella roccia del Carso, l’evoluzione della produzione del vino grazie anche al lavoro professionale di molti giovani.

Al centro del discorso la Vitovska, vitigno di un territorio dove la tipicità è fondamentale. Con Silvio Jermann a Dolegna del Collio Marcello Masi e Rocco Tolfa analizzeranno il successo dei vini friulani in Italia e nel mondo. Il racconto qui è storia della vinificazione che ha fatto grandi passi e cambiamenti per affinare un’arte tramandata di generazione in generazione nella zona del Collio dove è nata la rivoluzione dei bianchi.

L’ospite della puntata sarà Bruno Pizzul, indimenticabile telecronista del grande calcio azzurro, che tratteggerà i valori del vino del Friuli Venezia Giulia, la varietà della sua terra e delle sue genti. Pizzul si definisce un bianchista, amante dei vini del Collio, e contribuirà a far luce sulla diatriba nata intorno all’utilizzo del nome Tocai, una battaglia che sembra persa ma si può leggere in positivo perché – come dice Pizzul – ha contribuito a fare conoscere la storia di questo vino.

Marco Simonit, giocando in casa, nella sua terra, proporrà un’altra lezione vitivinicola, ovvero un focus sulle tecniche di viticultura, dalla vigna al laboratorio di analisi. Nel cuore del Friuli Venezia Giulia, Pietro Biscontin, presidente del Consorzio Tutela Vini Doc Friuli Grave sottolineerà l’appartenenza al territorio dei vitigni autoctoni, come il Friulano, il Refosco del Peduncolo Rosso e la Ribolla Gialla, prodotto esclusivo di questi luoghi, conosciuto come vino fermo ma oggi particolarmente apprezzato anche come spumante.

Isabella Perugini incontrerà Michele Pavan, presidente del Consorzio Tutela Vini Friuli Colli Orientali e Ramandolo in una zona che è legata al vino da oltre duemila anni: fra storia e futuro, il presente di questo territorio si chiama Picolit, Ramandolo, Colli Orientali, le radici del vino del Friuli.
Questa è anche la terra delle vinacce che regalano grandi distillati, come la grappa, un mondo a parte e di fascino antico ma anche moderno come spiegherà Roberto Castagner.

Nella Doc Aquileia il giovane produttore Cristian Beltrame racconterà la storia del vino sulla antica strada di Aquileia, la storia del Refosco del Peduncolo Rosso.
La donna del vino del Friuli Venezia Giulia è Piera Martellozzo, con la quale i conduttori perleranno del rilancio del Raboso, del successo del prosecco e del lavoro di qualità che possono portare avanti le grandi aziende del vino.

L’opinione di puntata, infine, sarà di Franco Maria Ricci (Fondazione Italiana Sommelier) che sostiene che il profumo del Friuli Venezia Giulia, il profumo del suo vino che si sente nelle strade sia, in realtà, la magica cultura di questa regione del vino.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

“Una priorità per il Paese” è così che l’Automobile Club d’Italia definisce la necessità di sanare il gap di manutenzione dei 132.000 chilometri di rete stradale provinciale, strategici per il tessuto economico e sociale del Paese. Le attuali inefficienze e criticità della rete sono dovute al fatto che, negli ultimi 10 anni, sono mancati investimenti in manutenzione per 42 miliardi di euro, come si legge ne “Il recupero dell’arretrato manutentorio della rete viaria secondaria: una priorità per il Paese”, lo studio della Fondazione Filippo Caracciolo di Aci, presentato oggi a Genova, alla 73a Conferenza del Traffico e della Circolazione.

Il fabbisogno annuo per la manutenzione della rete stradale provinciale ammonta a 6,1 miliardi di euro: 1,7 per la manutenzione ordinaria e 4,4 per quella straordinaria. Ogni chilometro di provinciale richiede, in media, 46.000 euro l’anno, ma le risorse oggi stanziate non superano i 500 milioni, sufficienti alla manutenzione di poco più di 10.800 chilometri: l’8% della rete provinciale.

Investire in manutenzione i 5,6 miliardi di euro che mancano all’appello, frutterebbe il triplo, con un incremento dello 0,9% del Pil (pari a 16,2 miliardi) e una riduzione della disoccupazione fino al 4% (pari a 120.000 nuovi posti di lavoro).

“Sulla capillare rete di strade secondarie si muove l’Italia”, afferma Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia, che aggiunge: “carenza di informazioni sul patrimonio stradale del Paese, mancanza di risorse e complessità delle norme sono le criticità più ricorrenti, ma, quando si parla di qualità e sicurezza delle infrastrutture, i decisori locali, nazionali ed internazionali non possono trincerarsi dietro preconcetti “ideologici”: gli investimenti sulle strade, infatti, non aggravano il rapporto deficit/Pil. Al contrario, attraverso lo sviluppo economico, contribuiscono a migliorare il parametro finanziario oggi più critico per l’Italia. Senza dimenticare che gli incidenti sulle strade provinciali costano 3 miliardi di euro ogni anno. Ricalcando un saggio proverbio inglese, non dobbiamo dimenticare che chi pensa di fare il furbo e risparmiare un penny si ritrova poi a spendere una sterlina”.

“959 morti sulla rete extraurbana secondaria – sottolinea Giuseppina Fusco, presidente della Fondazione Caracciolo di Aci – rappresentano il 30% del totale dei decessi sulle nostre strade. Non possiamo continuare a far finta di nulla: gli investimenti per la manutenzione devono essere una priorità. Lo dobbiamo alla tutela della vita umana e allo sviluppo del nostro Paese e dei territori che vivono di artigianato, agricoltura, piccola impresa e turismo”.

“I progetti delle opere devono evidenziare l’annesso programma di manutenzione ordinaria – dichiara Jean Todt, presidente della Federazione Internazionale dell’Automobile – con indicazione della cadenza degli interventi di manutenzione straordinaria e relativo dettaglio dei costi. Come la sicurezza delle auto, l’efficienza delle strade viene valutata da autorevoli organismi internazionali e la rete viaria secondaria deve raggiungere al più presto punteggi minimi a 3 stelle nella classificazione iRap-EuroRAP. Solo così si può abbattere del 30% il tragico numero degli incidenti stradali”.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Per Dimaro un ”Galà di Beneficenza”. Ieri sera all’Hotel Sancamillo per sostenere la raccolta fondi. La solidarietà passa anche attraverso la tavola e, forte di questa esperienza, Massimo Paternoster chef originario della Val di Sole e componente della Federazione italiana cuochi – Dipartimento solidarietà emergenze, ha promosso un “Galà di Beneficenza”, che si è tenuto ieri sera, a sostegno di una campagna raccolta fondi destinati alla ricostruzione di Dimaro.

Moltissimi hanno accolto l’invito all’hotel Sancamillo: fra questi, il governatore Maurizio Fugatti, accompagnato dagli assessori Bisesti, Spinelli e Zanotelli e diversi consiglieri provinciali tra cui l’ex presidente Ugo Rossi che assieme a Fugatti ha partecipato alle difficili fasi della gestione dell’emergenza maltempo.

“Ringrazio Rossi, il sindaco, tutti gli amministratori e soprattutto le tante persone che a vario titolo hanno dimostrato quanto sia importante e decisivo muoversi con unità di intenti – ha commentato il presidente Fugatti – specialmente di fronte ad un evento tragico che è stato affrontato con tanto coraggio. Che questa serata possa essere un segno di speranza, per poter guardare con fiducia al futuro sapendo che le istituzioni sono vicine”.

“Dimaro è ferita – ha detto il sindaco Andrea Lazzaroni – e se stasera siamo qui è anche per dire che una comunità non dimentica i suoi lutti ma li elabora stando assieme per superare le tante difficoltà di ogni giorno. Abbiamo bisogno della vicinanza di tutti, sempre”. Parole di ringraziamento sono state espresse infine per la famiglia Mora, proprietaria del Sancamillo che ha ospitato per giorni gli sfollati.

Per chi volesse aderire alla raccolta fondi per Dimaro ecco gli estremi del conto corrente: IT04N0816335210000070313161

Causale: aiuti a Dimaro.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

L’arrivo di dicembre porta con sè una bella notizia per tutti gli amanti dello sci. Sabato 1° dicembre infatti aprirà ufficialmente la stagione sciistica sulle spettacolari piste Cimon e Ferrari del Passo Rolle! Per tutti gli appassionati, gli impianti saranno aperti nel weekend dalle 8.30 alle 16.00. Un’occasione per sgranchire i muscoli e prepararsi in vista dell’imminente inaugurazione della nuovissima cabinovia da 10 posti Colbricon Express a San Martino di Castrozza che andrà ad ampliare l’offerta della nostra skiarea.

I nostri 60 km di piste tra i più panoramici di tutto il circuito Dolomiti Superski hanno il privilegio di snodarsi all’interno del Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino; dagli impianti Tognola a Ces e Colverde fino al Passo Rolle potrete apprezzare tracciati perfettamente battuti, tappe golose lungo il carosello delle malghe e speciali iniziative tutte da scoprire nel corso dell’inverno! Per gli amanti dello snowboard poi il divertimento è assicurato sugli snowpark di Passo Rolle e della Tognola. Sciolinate gli sci e preparatevi per una stagione tutta da vivere sulle bianchissime piste della nostra skiarea.

Dicembre è alle porte e l’atmosfera natalizia è già nell’aria sulle Dolomiti con il suo profumo di cannella e vin brulè degli immancabili Mercatini di Natale che come ogni anno tornano a illuminare le vie dell’antico borgo di Siror! Tradizione, artigianato, piccole delizie e soprattutto la calda accoglienza del Primiero vi regaleranno un magico avvento!

Tra le caratteristiche casette in legno, gli antichi fienili e le stalle del centro storico trasformate in pittoresche botteghe potrete trovare originalissimi regali natalizi e tornare bambini con i vostri figli nel Bosco del Mazarol lo gnomo dispettoso delle leggende primierotte che insegnò alle nostre genti l’arte della caseificazione… consigliatissimi inoltre il tour del paese a bordo della slitta trainata dai cavalli e una tappa alla mostra concorso “Il mio albero di Natale”, dove trovare spunti e idee per il vostro abete! Il Mercatino di Natale di Siror, il più antico mercatino di Natale del Trentino vi aspetta in Valle di Primiero domenica 2 dicembre, poi per il ponte dell’Immacolata (8-9 dicembre) e nelle successive due domeniche che precedono il Natale.

L’allieva. St 2 Ep 12. 2018 Corsa cieca. Un allenatore podistico viene ritrovato cadavere ai bordi di una pista. Si tratta di un’indagine complicata, con un’unica testimone ipovedente. Alice, nel frattempo, deve riflettere sui suoi sentimenti verso Arthur che le rivela di voler tornare a vivere a Roma pur di starle vicino.

 

*

Se sei arrivato fino qui significa che ciò che abbiamo pensato anche per te è utile.

Tu puoi pensare un po’ per noi ed esserci utile?Puoi sostenere la nostra agenzia, libera che pubblica tutto di tutti senza filtri e pregiudizi, con una tua microdonazione tramite PayPal?È sufficiente cliccare QUI

Grazie!

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Codacons su tessere reddito di cittadinanza diffida a Poste ed esposto a Corte dei Conti. Una diffida urgente sarà presentata oggi stesso dal Codacons a Poste Italiane, affinché l’azienda sospenda immediatamente qualsiasi attività legata alla stampa delle tessere per il reddito di cittadinanza. E sulla vicenda, dopo l’Anac, l’associazione si rivolge anche alla Corte dei Conti affinché vigili su possibili sprechi di soldi pubblici.

“Diffidiamo oggi con atto formale Poste Italiane a bloccare la stampa delle tessere e qualsiasi attività connessa che potrebbe determinare un utilizzo improprio dei soldi pubblici – spiega il presidente Carlo Rienzi – Ciò in considerazione del fatto che ancora non è stata emanata la legge sulla misura voluta dal M5S, e non c’è traccia alcuna di un bando per l’affidamento della stampa delle tessere da consegnare ai cittadini.

Un vero e proprio “giallo” quello delle tessere che potrebbe portare l’Anac ad aprire un procedimento a seguito del nostro esposto e sfociare in un ricorso al Tar per bloccare tutta la procedura”.

E proprio per evitare l’ennesimo spreco di soldi pubblici, il Codacons presenta oggi un esposto alla Corte dei Conti chiedendo di indagare sulla misteriosa procedura seguita dal Governo per assegnare il bando relativo alle tessere del reddito di cittadinanza a Poste Italiane, e accertare eventuali danni erariali.
“In caso di utilizzi impropri dei soldi pubblici, chiameremo il M5S a risarcire la collettività per i danni prodotti” – conclude il presidente Rienzi.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Parte la stagione dello sci sull’Alpe Cimbra. Sabato 1° dicembre si apre la stagione dello sci sulla Skiarea Alpe Cimbra. Saranno tre gli impianti aperti a Folgaria: la seggiovia Pioverna, la seggiovia Termental, la seggiovia Cargaore e il campo scuola di dell’Alpe di Folgaria Coe.

 

Gli impianti saranno aperti sabato e domenica per poi riaprire in maniera continuativa da venerdì 7 dicembre.

Continua la preparazione della pista Salizzona a Fondo Grande dove dal 10 di dicembre fino al 22 dicembre si svolgeranno gli allenamenti dello Ski Team Usa.

L’8 dicembre si svolgerà alle ore 18.00 Bolkhent, la cerimonia di accensione delle nuove installazioni luminose nel centro di Folgaria che resteranno accese fino a fine marzo. Una coreografia nuova e originale che darà il benvenuto a tutti gli ospiti dell’Alpe Cimbra

Seguiranno aggiornamenti sulle prossime aperture.

Segui il nostro sito www.alpecimbra.it nella sezione “Skiarea Alpe Cimbra” e la nostra pagina di Facebook per rimanere aggiornato sulle aperture.

Puntata del 29 novembre 2018. Rete 4. L’approfondimento politico e sociale di Gerardo Greco sui temi più caldi della settimana: caso Di Maio, truffe e dolore.

 

LINK VIDEO

 

*

Se sei arrivato fino qui significa che ciò che abbiamo pensato anche per te è utile.
Tu puoi pensare un po’ per noi ed esserci utile?Puoi sostenere la nostra agenzia, libera che pubblica tutto di tutti senza filtri e pregiudizi, con una tua microdonazione tramite PayPal?È sufficiente cliccare QUI

Grazie!

L’allieva. St 2 Ep 11 – 2018- Omega come omicidio. Claudio annuncia ad Alice che probabilmente diventerà direttore dell’Istituto e dice alla ragazza di voler conoscere i suoi genitori, per ufficializzare il loro amore. L’atmosfera romantica viene bruscamente interrotta dal tragico ferimento del vicequestore Calligaris davanti all’istituto. Le indagini allontaneranno progressivamente Claudio e Alice: troppo diversi i loro modi di reagire alle emozioni, al dolore e alle avversità.

 

 

LINK VIDEO

*

Se sei arrivato fino qui significa che ciò che abbiamo pensato anche per te è utile.

Tu puoi pensare un po’ per noi ed esserci utile?Puoi sostenere la nostra agenzia, libera che pubblica tutto di tutti senza filtri e pregiudizi, con una tua microdonazione tramite PayPal?È sufficiente cliccare QUI

Grazie!

(Pagina 4 di 91)