Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Ieri, martedì 2 gennaio, alle ore 20 il corpo di Molina di Ledro è stato allertato per un incendio boschivo scoppiato sulle montagne che sovrastano l’abitato di Biacesa.

Una prima squadra composta da 11 vigili del fuoco dotati di moto, quad e fuoristrada si è portata il più vicino possibile per monitorare la zona e verificare le modalità operative.

L’incendio è partito da una quota di circa 1100m ed è salito fino a cima Giochello.

Il terreno impervio non consente al personale di operare con la necessaria sicurezza.

Da questa mattina un elicottero sta effettuando lanci d’acqua con la benna Bambi Buckett.

L’incendio è in balia del gran secco e del forte vento. Il vento riesce a riaccendere, come è accaduto oggi, le braci e far riprendere vigore alle fiamme.

Non è possibile operare con i naspi da terra in quanto le temperature sono costantemente sotto lo zero e l’acqua si ghiaccerebbe all’interno dei tubi.

Domani è previsto che si proseguirà l’opera di spegnimento con un elicottero aggiuntivo.

La colonna di fumo è perfettamente visibile anche dall’alto Garda.

Anche per questo motivo si prega di far notare alla cittadinanza della busa, e dell’alto Garda in generale, che le operazioni di spegnimento e di controllo sono state avviate gia da ieri sera alle 20. Non è necessario contattare la centrale Nue di Trento o le caserme dei volontari per comunicare l’evoluzione dell’incendio o per ricevere informazioni sommarie.

La situazione verrà tenuta constantemente monitorata H24 dal personale dei vigili del fuoco volontari fino a dopo il completo spegnimento dei focolai.

Per ora non si riesce a indicare la data di fine operazioni.