VOUCHER: BEZZI FUGATTI BOTTAMEDI CIA, SOLLECITARE A MINISTERO ALTERNATIVA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Giacomo Bezzi) – La Provincia solleciti il Ministero del Lavoro affinché adotti una misura sostitutiva ai voucher per la regolamentazione del lavoro saltuario e occasionale.

Considerato che,
gli articoli 48, 49 e 50 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81, recante ‘Disciplina organica dei contratti di lavoro e revisione della normativa in tema di mansioni, a norma dell’art. 1, comma 7, della legge 10 dicembre 2014, n. 183 contengono la disciplina del lavoro accessorio e che se eliminati significa imporre al datore di lavoro, anche per prestazioni occasionali di breve o brevissima durata, di compiere tutti i non semplici adempimenti burocratici previsti per la costituzione di un rapporto di lavoro ordinario.
*

Visto che,
il lavoro accessorio, non è oggetto di un rapporto di lavoro ordinario, non richiede adempimenti formali – come la costituzione di una posizione Inps per il lavoratore, le comunicazioni obbligatorie all’Ufficio del lavoro, l’iscrizione in un libro paga e matricola – essendo retribuito con i buoni, o voucher, è la risposta ottimale per situazioni specifiche in diverse attività economiche. Inoltre, i buoni-lavoro si sono rivelati un ottimo strumento per far emergere il lavoro nero e per impiegare il lavoro occasionale e persone con difficoltà di accesso al mercato del lavoro.
**

Dato che,
sono numerose anche nella nostra provincia le attività economiche in settori come il turismo, l’agricoltura, l’artigianato che per la peculiarità che le contraddistingue necessitano di prestazioni lavorative occasionali svolte in modo saltuario, si auspica un impegno dell’esecutivo provinciale affinché si attivi con gli strumenti che gli sono riconosciuti a norma di legge, per rispondere ad una esigenza che certamente l’eliminazione dei voucher non risolve.
***

Tutto ciò premesso

il Consiglio della Provincia autonoma di Trento
impegna la Giunta provinciale
• ad attivarsi presso il Ministero del Lavoro al fine di sollecitare una regolamentazione seria da applicare al lavoro accessorio, in determinate attività economiche in settori che per le loro peculiari esigenze, necessitano di tale forma di lavoro.

 

 

Giacomo Bezzi
Maurizio Fugatti
Manuela Bottamedi
Claudio Cia

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

170317 Proposta di mozione – La Provincia solleciti il Ministero del Lavoro affinché adotti una misura sostitutiva ai voucher per la regolamentazione del lavoro saltuar