università trento * “ premio Damiani “: « Claudio Del Nobletto PREMIATO DAL PRESIDENTE MATTARELLA per la tesi dedicata all’analisi del mercato del lusso »

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Claudio Del Nobletto, neolaureato della Scuola di Studi Internazionali, ha ricevuto ieri a Roma il premio Damiani per la sua tesi dedicata all’analisi del mercato del lusso durante la crisi economica. La consegna è avvenuta a Palazzo Barberini nell’ambito della cerimonia dei Premi Leonardo.

Importante riconoscimento per un laureato dell’Università di Trento. Claudio Del Nobletto, abruzzese, laureato nel marzo 2018 in European and International Studies (meis), percorso di laurea magistrale della Scuola di Studi internazionali, ha ricevuto ieri a Roma il premio di laurea Damiani per la qualità e l’originalità della sua tesi.

Lo studente, classe 1993, abruzzese originario della provincia di Teramo, ha ricevuto il premio da Luisa Todini, presidente del Comitato Leonardo, alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel corso della cerimonia a Palazzo Barberini dedicata alla “Giornata Qualità Italia”, durante la quale sono stati consegnati i premi Leonardo 2018.

La sua tesi di laurea magistrale dedicata al tema “The luxury market in times of crisis”, svolta con il professor Stefano Schiavo della Scuola di studi internazionali, ha convinto la giuria del Premio Damiani, uno dei vari premi di laurea conferiti dal Comitato Leonardo.

Oltre al presidente Mattarella, durante la cerimonia sono intervenuti anche Carlo Ferro, presidente dell’Agenzia Ice, Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, e Luigi Di Maio, ministro dello Sviluppo economico. «Ricevere questo premio è stato un onore e una grande soddisfazione.

Nella mia tesi di laurea – spiega Del Nobletto – ho analizzato come le aziende operanti nei diversi settori all’interno del mercato del lusso siano state capaci di superare, diversificandosi e innovandosi, periodi di crisi economica (in particolare 2008) e crisi di brand (come ad esempio nel caso Burbery e Tiffany). Ma anche crisi aziendali causate dal contrasto al crescente mercato della contraffazione. In particolare, per analizzare le oscillazioni del mercato del lusso, ho preso a riferimento il mercato dei gioielli poiché simile nell’andamento».