SISAL: CIVETTINI, NON SOLO LOTTO LA PAT SI INTERFACCI PER SOLUZIONI NELLE PERIFERIE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Claudio Civettini) – Sisal non nolo Lotto. Anche servizi e punto pagamenti soprattutto per le aree più periferiche L’accorpamento dei comuni sta generando implicazioni di gestione. La Provincia intende interfacciarsi coi gestori nazionali per trovare soluzioni?

Quello che è regolamentato nella concessione dei punti Sisal ha delle regole ben precise e gestite a livello nazionale. Una di queste regole prevede che la presenza sia limitata e contingentata all’interno di Comuni, perciò dando a tutti i cittadini e residenti la possibilità di avere punti di riferimento precisi soprattutto per dare i servizi che, al di là dei vari giochi, sono la possibilità di pagare varie incombenze che vanno dal bollo auto alle contravvenzioni a quant’altro.

Il problema ci è stato rappresentato da alcuni che erano in sentore di mandato – nel senso che era ormai fatta la concessione per l’utilizzo e la messa a disposizione dei lori clienti, appunto, del sistema Sisal -, quando l’accorpamento dei Comuni, avvenuto in Trentino, ha generato incongruenze e una sorta di conflittualità con quelle che sono le regole nazionali e perciò i parametri legati ai Comuni e al numero di abitanti hanno limitato lo sviluppo e la presenza sui vari territori, soprattutto quelli periferici, di questi punti Sisal che, di là dal Lotto, prevedono dei servizi cui cittadini ed anziani, appunto, possono accedere.

Uno degli esempi di questo tipo di proviene dalla Valle di Ledro, dove una richiesta è in stand by proprio per l’unificazione da tempo attuata di tutti i vari Comuni e che – vista la presenza a Bezzeca – mette la condizione di non averne altre per esempio nella zona di Tiarno o di altre località. A fronte di un interessamento in sede romana ci è stato detto che il problema è unico, in Italia, e che riguarda la Provincia di Trento, che a sua volta dovrebbe mettere nella condizione di trovare adeguati accordi con l’Ente gestore di questi servizi.

A fronte di ciò pare opportuno chiedere all’Amministrazione provinciale se sia a conoscenza che in vari territori trentini, come conseguenza dell’unificazione dei vari Comuni, sia sorta una incongruenza procedurale di difficile soluzione per far sì che i pagamenti che è possibile erogare attraverso Sisal possano essere capillari e dunque un vantaggio per quegli anziani che non amano o non possono fare della mobilità il loro punto di forza; si chiede quindi se si intenda interloquire con i gestori nazionali affinché, appunto, in deroga – e a prescindere delle unificazioni politiche tecniche che la Provincia di Trento ha inteso e intenda perseguire, si possano superare situazioni che possono apparire penalizzanti e limitanti per molti cittadini.

 

 

*

Tutto ciò premesso il sottoscritto Consigliere interroga il Presidente della Giunta provinciale e l’Assessore provinciale competente per sapere:

Se sia a conoscenza che in vari territori trentini, come conseguenza dell’unificazione dei vari Comuni, sia sorta una incongruenza procedurale di difficile soluzione per far sì che i pagamenti che è possibile erogare/effettuare attraverso Sisal possano essere capillari e dunque un vantaggio per quegli anziani che non amano o non possono fare della mobilità il loro punto di forza;

Se si sia a conoscenza di quanto riferito in premessa, circa il fatto che uno degli esempi di questo tipo-ma non l’unico! – di proviene dalla Valle di Ledro, dove una richiesta è in stand by proprio per l’unificazione da tempo attuata di tutti i vari Comuni e che – vista la presenza a Bezzeca – mette la condizione di non avere punti Sisal, per esempio, nella zona di Tiarno o di altre località;

Se si intenda interloquire con i gestori nazionali affinché, appunto, in deroga – e a prescindere delle unificazioni politiche tecniche che la Provincia di Trento ha inteso e intenda perseguire – si possano superare situazioni che possono apparire penalizzanti e limitanti per molti cittadini;
Entro quali termini e secondo quali modalità intenda attivarsi in proposito.

 

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

Cons. Claudio Civettini

 

 

 

In allegato l’interrogazione:

Interrogazione – 29 4 17 – SISAL NON SOLO LOTTO-SERVIZIO ALLE PERIFERIE IN TRENTINO OSTAGGIO DELLE UNIFICAZIONI DEI COMUNI