SANITA’: CIA, CON L’ASSEGNO DI CURA ZENI UMILIATA L’ASSISTENZA FAMIGLIARE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Claudio Cia) – L’assegno di cura che rappresenta per molte famiglie un piccolo sostegno economico nell’assistenza di ammalati cronici e, soprattutto, anziani bisognosi di cure, verrà trasformato in Voucher per l’acquisto, da certificati enti fornitori, di servizi inerenti l’assistenza. Con una delibera che, con tutta probabilità, verrà approvata mercoledì 22 prossimo dalla IV commissione, nell’intento di razionalizzare la spesa sanitaria ma, al solito, orientando opportunisticamente risorse, prima (delle elezioni del 2013) vendute come sostegno alle famiglie e poi (in vista di elezioni del 2018) dirottate su bacini di voti più gratificanti (fornitori di servizi/prestazioni), sarà ulteriormente umiliata l’assistenza famigliare che nel concetto di cura trova la sua più originale e consona espressione.

Rimarrà, dal 1 gennaio 2018, il sostegno monetario sotto i 100 euro e, per i familiari che assistono minori, verrà decurtato della metà (50%) la disponibilità del sostegno monetario fino a ora erogato, portandolo nella maggior parte dei casi, appunto, sotto i 100 euro. Al solito, viene chiamata razionalizzazione ma corrisponde a un taglio lineare delle risorse che valuta le persone a livello di numeri e conti che debbono tornare. Ciò che non torna, e si allontana sempre di più, è una programmazione politica che vada a incentivare quelle modalità di cura e assistenza a domicilio che sono proprie della famiglia, soffocando progressivamente lo spirito di solidarietà che dalla famiglia ha origine e si propaga alla società.

Un modo creativo, questo, per promuovere e sostenere la domiciliarizzazione dell’assistenza, la fatica di quanti si prodigano per soddisfare il diritto della persona, in carenza di autosufficienza, di permanere nel proprio domicilio e nella propria famiglia. Al solito, quelli che ne hanno veramente bisogno, tireranno ancora di più la cinghia, ma continueranno ad assistere i loro cari nonostante la situazione generale li veda sempre più penalizzati. Davvero complimenti assessore Zeni! In allegato la delibera che verrà presentata mercoledì 22 febbraio.

 

 

 

proposta di delibera assegno di cura in buoni di servizio