SANITA’: BEZZI, MOZIONE PER INTRODUZIONE TEST ISET DIAGNOSI PRECOCISSIMA CANCRO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Giacomo Bezzi) – Considerato che Iset è un nuovo test per la diagnosi precocissima del cancro, una scoperta innovativa che, con un semplice prelievo di sangue eseguito in apparente benessere, ci rivela con certezza scientifica ed istologica che dentro di noi sta iniziando, in modo silente, a svilupparsi un tumore, maligno ma ancora innocuo, ancora invisibile alle comuni indagini ematiche e radiologiche e che si manifesterà ed inizierà a crescere nel nostro organismo dopo quattro-cinque anni dall’esecuzione del test.

Una delle scoperte più innovative degli ultimi anni nel campo della ricerca diagnostica, una sorta di previsione predittiva personalizzata, sicura e non invasiva. Una previsione certa, se questa diagnosi arriva in tempo utile ci darà la certezza di poter sconfiggere facilmente la malattia più temuta e insieme a lei tutti i timori che comporta.

Dato che, il test Iset (“isolamento per dimensioni delle cellule tumorali”) messo a punto da un medico ricercatore, Patrizia Paterlini Bréchot, docente di Biologia cellulare e molecolare della Paris Descartes University, ha dimostrato come qualunque tumore maligno, quando inizia a crescere è sempre piccolissimo, di dimensioni inferiori ad un millimetro e prima che si renda “visibile” e che dia segno di sé impiega dai quattro ai cinque anni.

Già dall’inizio però provoca lentamente il rilascio di alcune sue cellule, che si distaccano da lui e si disperdono nel sangue, dove restano per un tempo lunghissimo libere, fluttuanti e non “adesive”, impiegando anni a rafforzarsi per diventare aggressive, fino a quando si infiltrano nei capillari degli altri organi che incontrano nel loro percorso e dove attecchiscono moltiplicandosi velocemente e generando le pericolose metastasi, le quali poi crescono in modo esponenziale aggredendo l’intero organismo.

Dato che, la tecnologia Iset è stata validata da 42 pubblicazioni scientifiche di alto livello e da studi su più di 2000 pazienti e il test in Italia arriverà a breve presso le più importanti strutture sanitarie italiane, mentre è già accessibile presso l’Istituto SDN-Istituto di Ricerca Diagnostica e Nucleare di Napoli dove si può prenotare ed effettuare le analisi, si auspica che anche in Trentino si inizi un percorso per l’introduzione di un esame innovativo per la prevenzione dei tumori e che potrebbe rappresentare un fiore all’occhiello per la Sanità trentina.

 

 

*
Tutto ciò premesso

il Consiglio della Provincia autonoma di Trento impegna la Giunta provinciale ad attivarsi tramite l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari allo scopo di prevedere e organizzare in Trentino l’introduzione del test ISET, attualmente in fase di inserimento in varie città italiane.

 

 

 

 

In allegato la mozione allegata al comunicato stampa:

170424 Proposta di mozione – La Provincia metta a disposizione il test ISET per i cittadini