RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI: PAT, APPROVATI I CRITERI PER I FINANZIAMENTI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Vanno presentate dall’1 al 31 marzo 2017 le domande di contributo per interventi di edilizia sulle Residenze Sanitarie Assistenziali (Rsa) e sulle altre strutture socio-sanitarie. Lo ha stabilito oggi la Giunta provinciale, su proposta dell’assessore alla salute e politiche sociali Luca Zeni, approvando i criteri e le modalità di concessione dei finanziamenti.
Si ricorda che le domande relative agli interventi urgenti di ridotte dimensioni possono essere presentate in qualsiasi momento.

 

*
Principali novità

l’introduzione di un criterio di priorità a favore degli interventi su strutture autorizzate sotto piano di adeguamento
l’introduzione, per gli interventi sulle RSA, di criteri per determinare la quota di autofinanziamento in base alla capacità patrimoniale dell’ente;
l’individuazione di specifici parametri di finanziamento per le strutture socio-sanitarie diverse dalle Rsa.

 

*
Tipologia di interventi finanziabili

costruzione di nuove strutture o ampliamento di strutture esistenti, compresi gli eventuali acquisti di immobili;
interventi di adeguamento degli edifici alla vigente normativa in materia di sicurezza, igiene e salute, di autorizzazione all’esercizio;
ristrutturazione, completamento e manutenzione straordinaria degli edifici;
acquisizione della disponibilità di immobili e altri oneri gestionali;
interventi urgenti di ridotte dimensioni: in questo caso le domande possono essere presentate in qualsiasi momento.

 

*
Soggetti che possono presentare domanda di contributo
Devono essere dotati di personalità giuridica, operare senza scopo di lucro ed avere fra i propri fini l’erogazione dei servizi socio-sanitari, queste le categorie:

-enti pubblici
-associazioni
-cooperative
-fondazioni
-altre istituzioni private

 

*
Domande dall’1 al 31 marzo 2017 con queste modalità

inoltro mediante Pitre per gli enti pubblici dotati di questo sistema;
inoltro mediante posta elettronica o posta elettronica certificata, all’indirizzo: serv.politsanitarie@pec.provincia.tn.it;
plico postale raccomandato, solo se l’ente non dispone di posta elettronica certificata;
consegna diretta al Servizio politiche sanitarie e per la non autosufficienza, via Gilli n. 4, 38121 Trento, tel. 0461 494166/25

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa