MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

Giulio Rapetti, in arte Mogol, è il protagonista della quinta puntata de “La mia passione”, il programma ideato e condotto da Marco Marra, in onda domenica 6 gennaio su Rai3, alle 20.30. Figlio di un impiegato della casa discografica Ricordi, Mogol è il componitore di testi, come ama definirsi, più famoso e sicuramente tra i più apprezzati del panorama musicale italiano. Nell’arco di quasi sessant’anni, ha firmato brani portati al grande successo da Mina, Adriano Celentano, Riccardo Cocciante, Mango e Gianni Bella, solo per citarne alcuni.

L’apice della creatività e della poesia Mogol la raggiunge scrivendo i testi, veri e propri versi, per le musiche del grande Lucio Battisti, dando vita con lui ad un binomio speciale, mai eguagliato nella storia della musica italiana. L’artista confida a Marra le emozioni e i ricordi legati agli esordi, all’incontro con Battisti, alla nascita di alcuni brani spesso autobiografici, alla sua famiglia. Un ritratto che mette in evidenza il grande spessore di Mogol che, come Bob Dylan, ha la rara capacità di riportare nelle canzoni i pensieri e le parole , le fantasie, le insicurezze, i tarli che attraversano la mente di ciascuno di noi. Completano il ritratto del protagonista immagini di repertorio sapientemente selezionati dalle Teche Rai. La regia del programma è di Giuditta Di Chiara, gli autori sono Marco Marra, Giovanni La Manna, Assunta Magistro, Luca Martera e Gida Salvino. Produttore esecutivo Adriana Sodano.