PROTESTA PROFUGHI “AL DESERT”: FRAU, BASTA CON QUESTE PAGLIACCIATE ZENI SI DIMETTA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Movimento nazionale per la sovranità) – “La nostra è una ferma condanna nei confronti della manifestazione dei richiedenti asilo avvenuta oggi in Via Desert a Trento, ma la responsabilità di simile comportamento criminale è anche della Commissione per la sostituzione etnica e della Commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale”

Sono queste le parole pronunciate dal Commissario regionale di Movimento Nazionale per la Sovranità , Raimondo Frau, a seguito dell’ennesima protesta dei richiedenti asilo a Trento. “I richiedenti asilo – continua Frau- spesso sono fagocitati da persone che sognano la sostituzione etnica ed hanno interessi economici rilevanti. Al contempo dobbiamo ricordarci che sono richiedenti asilo e non profughi, rimangono in una situazione di limbo a volte per anni (a nostre spese) grazie all’incapacità delle autorità competenti di svolgere velocemente la loro attività di riconoscimento o meno dello status.

La legge italiana è molto netta e chiara a riguardo. Lo sanno bene anche coloro che fanno si che ci siano questi ritardi nell’elaborazione delle richieste di asilo politico. Dobbiamo dire basta a queste pagliacciate. Quando torneremo ad avere un minimo di dignità e a rimettere in testa alle priorità il Trentino? L’assessore Zeni si dimetta. Infine un caloroso grazie alle forze dell’ordine che si impegnano per cercare di contenere questa vergogna”.

 

La segreteria centrale di Movimento Nazionale per la Sovranità Trentino Alto Adige