PROFUGHI VOLANO: FUGATTI, QUALI GARANZIE PER I BAMBINI CHE USANO IL SERVIZIO PEDIBUS?

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Maurizio Fugatti) – Durante l’incontro avvenuto a Volano nella serata di lunedì sul tema profughi, l’Assessore alla salute e alle politiche sociali Luca Zeni, ha intrattenuto i presenti delucidando le politiche provinciali in tema di immigrazione, integrazione e accoglienza e soffermandosi sulla necessità di distribuire i richiedenti asilo nei vari Comuni trentini.

Per quanto riguarda i giovani profughi ad oggi presenti nella Comunità di Volano (la cui richiesta di asilo vedrà risposta sembra tra due anni – quindi anche se non ne avessero il diritto verrebbero mantenuti dai contribuenti trentini in tutto questo lasso di tempo), l’amministrazione comunale ha affermato l’intenzione di inserire gli stessi nella vita del paese affiancandoli ai volontari del servizio Pedibus o agli operai che si occupano del verde pubblico.

Il servizio Pedibus si rivolge ai bambini ed è un servizio alquanto delicato per il quale occorrono le migliori garanzie di tutela e di sicurezza per i bambini.

Alla luce dei fatti accaduti nei giorni scorsi che hanno visto responsabile un profugo della comunità di Marco di molestie ai danni di una giovane ragazza locale, si ritiene che lo svolgimento di un servizio quale il Pedibus rivolto agli studenti debba essere gestito da persone delle quali vi è garanzia di comportamenti corretti.

Tutto ciò premesso, si interroga il Presidente della Provincia per sapere:

 

*

-Come sarà organizzato il servizio Pedibus da parte dei profughi;

-Chi sceglierà i profughi che svolgeranno tale funzione;

-Se tale scelta è stata concordata con i genitori degli alunni della scuola;

-In caso contrario, se si ritiene di organizzare una riunione con tali genitori;

-Se i progetti rivolti ai profughi sono concordati sempre con Cinformi e chi ne è responsabile;

-In quali e quanti Comuni il servizio Pedibus è stato adottato con l’ausilio dei profughi.

 

A norma di Regolamento, si chiede risposta scritta.

 

 

 

 

 

In allegato l’interrogazione contenuta nel comunicato stampa:

170222- int servizio pedibus Volano ai profughi – MF