POLIZIA DI STATO: SINDACATO COISP, PAOLI CONFERMATO SEGRETARIO TRENTINO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Sindacato di Polizia Coisp) – Si è svolto ieri a Trento il VII Congresso Provinciale del Coisp, sindacato maggioritario della Polizia di Stato, che ha portato al rinnovo di tutte le cariche statutarie. Ospiti d’onore ai lavori, i massimi rappresentanti nazionali del sindacato, il Segretario Generale Franco Maccari e il Segretario Generale Aggiunto Domenico Pianese.

Confermato all’unanimità l’incarico di Segretario Provinciale Generale a Sergio Paoli ed alla sua segreteria composta dal Segretario Provinciale Aggiunto Stefano Fiorentini e dai Segretari Provinciali Stefano Dellantonio, Denny Ceccarini, Alberto Zalla, Giovanni Carlo Leonardo, Felice Giofrè, Pasquale Misogano e Paolo Bonfanti.

Al termine dei lavori, via libera ad una affollatissima assemblea con i poliziotti del capoluogo ma giunti anche dal Centro di Addestramento Alpino di Moena, dai Commissariati di P.S. di Riva del Garda e Rovereto e dai Distaccamenti della Polizia Stradale della provincia per affrontare gli attualissimi argomenti del riordino delle carriere e della sorveglianza sanitaria del personale della Polizia di Stato, in merito ai quali quali, i due intervenuti sono investiti in prima persona nell’iter legislativo in corso.

Il confermato Segretario Provinciale Generale Sergio Paoli ha espresso soddisfazione per la conferma e per la massiccia partecipazione del personale all’evento “segno che la strada che stiamo percorrendo, di sindacato indipendente, libero da vincoli con qualsivoglia partito politico o confederazione sindacale è quella giusta. Proseguiremo in questo senso, pronti ad ascoltare ed a parlare con tutti coloro che riconoscono la nostra specificità e il valore della nostra professione.

Di segnali positivi, provenienti dal mondo civile, ne arrivano; molta gente, stufa di subire in silenzio le urla degli aderenti al partito dell’anti-polizia, si fa avanti, manda segnali di apprezzamento e di incoraggiamento per il nostro lavoro e questo è il riconoscimento più grande a cui un poliziotto possa ambire”.