POLITICHE FAMIGLIA PAT: A TRENTO VISITA SINDACI E ASSESSORI PROVINCIA DI FERRARA

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – In Trentino per conoscere le politiche per la famiglia. Si è tenuta ieri una giornata studio dedicata alle politiche famigliari in provincia di Trento organizzata dall’Agenzia per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili. Accolta dallo staff dell’agenzia e da rappresentanti istituzionali, una delegazione di sindaci, assessori, consiglieri e dirigenti comunali provenienti dalla provincia di Ferrara ha approfondito la conoscenza del sistema delle politiche famigliari in Trentino. Dopo un incontro introduttivo, il gruppo di lavoro ha incontrato realtà pubbliche e private di Pergine Valsugana che concorrono alla realizzazione del progetto.

18 distretti famiglia; 67 Comuni certificati marchio Family (in cui vive l’80% della popolazione) e altri 15 in arrivo; quasi 100 aziende certificate Family audit per la conciliazione vita-lavoro (e altre 100 sul territorio nazionale); 700 organizzazioni pubbliche e private coinvolte in una rete di azioni per le famiglia pensate per valorizzare le risorse dei territori: questi i risultati di un investimento lungo dieci anni presentati dal dirigente dell’Agenzia per la famiglia, Luciano Malfer, in apertura della giornata studio che ha ospitato una delegazione dalla provincia di Ferrara interessata ad approfondire la conoscenza dell’impianto delle politiche per la famiglia realizzate in provincia di Trento.

“In questi anni abbiamo messo al centro il benessere delle famiglie, considerate un attore di sviluppo economico. Le politiche loro rivolte sono diventate una responsabilità condivisa tra diversi settori e tra più livelli istituzionali e questo paradigma ha favorito l’attivazione dei territori” – ha sottolineato Malfer aprendo i lavori.

Il gruppo composto da due sindaci, due consiglieri, tre assessori, due dirigenti provenienti dai Comuni di Ferrara, Voghiera e Poggio Renatico ha poi avuto l’occasione di confrontarsi con lo staff dell’Agenzia approfondendo marchi e certificazione territoriale famigliare, family audit, collaborazione con il forum delle associazioni familiari, nonché la family card, il nuovo strumento attivato a partire dallo scorso gennaio.

Il gruppo di lavoro si è poi spostato a Pergine Valsugana per un incontro con la vicesindaco Daniela Casagrande e la dirigente Lucia Masè del comune di Pergine Valsugana, la direttrice di Asif Chimelli Francesca Parolari e i rappresentanti della comunità di valle Alta Valsugana e Bersntol Alberto Frisanco e Silvia Bisello che hanno accolto e guidato la delegazione ferrarese in un percorso per conoscere il sistema delle politiche famigliari in Trentino a partire dall’esperienza di Asif Chimelli, l’azienda speciale del Comune di Pergine Valsugana certificata Family audit e aderente al distretto famiglia Alta Valsugana che gestisce servizi per infanzia e politiche giovanili in Valsugana.

Nel pomeriggio, infine, il Comune amico della famiglia di Pergine Valsugana ha presentato le esperienze di distretto, piano comunale family friendly e percorso di certificazione family audit. La giornata studio si è conclusa con la visita al centro giovani e alla baby little home, una delle dodici casette di legno disseminate sul territorio provinciale in cui i genitori possono prendersi cura dei più piccoli avendo a disposizione un luogo riparato, ulteriore iniziativa a favore delle famiglie.

 

 

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa