pat * viabilità: Fugatti, ” Prorogata la convenzione del servizio bus tra Bolzano e val di Fassa “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Prosegue la collaborazione con la Provincia di Bolzano sui servizi interregionali di collegamento con i territori periferici. Prorogata la convenzione del servizio bus tra Bolzano e val di Fassa.

È stato il presidente della Provincia autonoma di Trento, Maurizio Fugatti a presentare stamattina alla giunta la proposta di rinnovo della convenzione con la Provincia autonoma di Bolzano del servizio bus tra Bolzano e la Valle di Fassa, attraverso la Val D’Ega ed il passo di Costalunga.

“La viabilità di collegamento e i servizi di trasporto attraverso il passo di Costalunga – ha sottolineato il presidente – rappresentano una risorsa importante per la valle di Fassa, sia per i residente che per le migliaia di turisti che nelle stagioni invernali ed estiva frequentano l’area dolomitica”. La giunta ha così deciso di rinnovare l’accordo che garantirà il servizio di trasporto pubblico a bordo degli autobus Sad.

La deliberazione approvata oggi dall’esecutivo estende a tutto il 2019 il transito degli pullman di trasporto pubblico tra le Province autonome di Trento e Bolzano e definisce la gestione, con la compartecipazione ai costi, della linea svolta da Sad lungo la tratta Bolzano – Vigo di Fassa – Pera di Fassa e viceversa. L’onere a carico di Trento per la tratta tra Vigo e Pera di Fassa ammonta a poco più di 7 mila euro: una cifra relativa che garantisce di fatto un servizio ad alto valore per residenti e turisti. Questi ultimi, in arrivo da diverse zone d’Italia, spesso scelgono il treno come mezzo di trasporto ed hanno nella stazione di Bolzano l’approdo più comodo e veloce all’area fassana.

Già da qualche anno, infatti, si era deciso di favorire gli accessi da/per Bolzano con destinazione l’Alta Val di Fassa attraverso la via più breve ovvero la Val d’Ega, con il trasporto pubblico Sad. La soluzione evita ai passeggeri di dimezzare i tempi di viaggio, evitando di salire alla volta delle Dolomiti attraverso il percorso alternativo: da Bolzano ad Ora, con scambio a Cavalese.

“Vogliamo valorizzare i servizi di trasporto per la valle di Fassa – ha concluso il presidente Maurizio Fugatti – attraverso le due direttrici di Bolzano: da un lato via Cavalese e Ora, arrivando a gestire l’intera tratta da Penia a Cavalese con Trentino trasporti; e dall’altro, via Passo di Costalunga, grazie all’intesa con la Provincia autonoma di Bolzano”.