pat * Strategia Nazionale Aree Interne: « per il Tesino disponibili 3,7 mln, Fra le iniziative previste una pista ciclopedonale e un progetto di “medicina diffusa” »

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Strategia Nazionale Aree Interne: per il Tesino sono disponibili 3,740 milioni di euro. Fra le iniziative previste, una pista ciclopedonale e un progetto di “medicina diffusa”.

3,740 milioni di euro per interventi finalizzati al miglioramento della dotazione di servizi essenziali, come viabilità, sanità e scuola. E’ quanto messo a disposizione per i comuni del Tesino dalla Strategia Nazionale per le Aree Interne (Snai). Si tratta di una serie di azioni, finanziate in parte con i fondi europei, in favore della competitività territoriale sostenibile, finalizzate a contrastare, nel medio periodo, il declino demografico che caratterizza le aree interne.

La Provincia autonoma di Trento ha inserito nell’ambito della “Strategia” l’area rappresentata dai 3 comuni del Tesino; Castello, Cinte e Pieve. Lo scorso 21 dicembre la Giunta provinciale ha portato a conclusione l’articolata procedura prevista in sede nazionale per la Strategia dell’area del Tesino, arrivando alla sottoscrizione formale dell’Accordo di Programma Quadro, che è quasi ultimata.

Per fare il punto della situazione, oggi, i sindaci di Castello, Ivan Boso, di Cinte, Angelo Buffa e di Pieve, Carola Gioseffi, accompagnata dal consigliere delegato alle Aree Interne, Paolo Burlini, hanno incontrato a Trento il presidente della Provincia, Maurizio Fugatti.

Due, in particolare, i progetti sui quali si intende dirottare i finanziamenti. Quello più rilevante dal punto di vista finanziario riguarda la realizzazione di un anello ciclopedonale attorno ai 3 paesi, il cosiddetto Tesino Ring, rispetto al quale vi è, inoltre, un progetto di collegamento con la ciclopedonale della Valsugana già in fase di avvio. L’altra iniziativa che il territorio ha individuato come strategica per il futuro, riguarda la medicina diffusa, ovvero l’utilizzo delle nuove tecnologie per dare risposta alla domanda di salute e in particolare di assistenza ai malati cronici ed agli anziani.

A questi due progetti principali si aggiungono altri interventi quali il miglioramento della dotazione tecnologica delle scuole del Tesino oltre ai punteggi premiali riservati agli imprenditori locali nei bandi per i fondi europei. Nell’incontro, il presidente Fugatti ha ribadito il ruolo di coordinamento della Provincia nella realizzazione concreta dei progetti e la particolare attenzione per il territorio del Tesino che si è impegnato in un processo di progettazione dello sviluppo dal basso.