pat * assemblea generale Servizio civile: ” a trento Sono stati più di 300 i giovani che hanno risposto all’appello “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

Oltre 300 giovani per l’assemblea generale del Servizio civile. Oggi la giornata di formazione dedicata alla dichiarazione universale dei diritti umani.

Sono stati più di 300 i giovani che oggi hanno risposto all’appello partecipando all’assemblea generale del Servizio civile in provincia di Trento. Fra loro anche i 170 ragazzi che hanno da poco iniziato la loro esperienza. Il tema all’ordine del giorno di questa giornata era quello della Dichiarazione universale dei diritti umani, affrontata secondo diversi punti di vista: le questioni legate alla sicurezza, quelle di genere, la guerra e la Costituzione, il diritto e le migrazioni, sono state le dimensioni con cui si sono occupati altrettanti gruppi di lavoro.

In apertura, a portare i saluti dell’amministrazioni provinciale e in particolare dell’assessore alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana, è stato il dirigente dell’Agenzia per la Famiglia, Luciano Malfer, che ha evidenziato l’attenzione e l’impegno che la Provincia riserva al Servizio civile.

L’assemblea generale si tiene due volte all’anno ed è un momento importante di formazione alla cittadinanza attiva, che è una delle finalità del Servizio civile. La giornata è iniziata con il lavoro dei sette gruppi di discussione convocati in diverse sedi di Trento, quindi in tarda mattinata tutti i partecipanti sono confluiti presso la Sala della Cooperazione di via Segantini, dove si sono svolte due tavole rotonde, una su “I diritti affermati” ed una su “I diritti negati”. In conclusione lo spettacolo di teatro civile, “Il muro”, che racconta la storia di chi ha deciso di sfidare il Muro più famoso del mondo e di chi alla fine è riuscito a farlo cadere per sempre. La proposta, applauditissima, era di Marco Cortesi e Mara Moschini, molto conosciuti in Trentino grazie alle infinite repliche del loro precedente lavoro “La scelta”.

Gli iscritti al Servizio civile universale provinciale, da gennaio a ottobre 2018, sono 780, mentre i giovani avviati al servizio civile attualmente sono 225; di questi ultimi circa il 78% termina il proprio progetto di servizio civile, un dato in linea con quello del resto d’Italia. In totale, fra il 2015 e il 2018 sono stati 3654 gli iscritti al Servizio civile, mentre quelli avviati nello stesso periodo sono stati 1487.

Cifre importanti, ancor più se si va a guardare l’altra componente essenziale del Servizio civile, ovvero l’insieme dei progetti proposti dalle organizzazioni ai giovani. Le proposte progettuali presentate nei 4 anni considerati sono state 1136, quest’anno più di 350.Si tratta di un numero assolutamente considerevole per una realtà come quella trentina, che testimonia un forte coinvolgimento e una decisa presa in carico della responsabilità dell’offerta per i giovani.