mondadori * MARTINA STELLA A ‘ GRAZIA ‘: ” NON MI SONO MAI INNAMORATA SUL SET, NON MI PIACE L’IDEA DEI RAPPORTI D’AMORE CHE SULLO SFONDO HANNO L’ESERCIZIO E IL FASCINO DEL POTERE “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

«Io non mi sono mai innamorata sul set, né di registi né di attori. E nemmeno di un produttore. Comunque, nel caso, per me è più affascinante la troupe. Forse anche per una questione di principio.

Non mi piace l’idea dei rapporti d’amore che in mezzo e sullo sfondo hanno l’esercizio e il fascino del potere».

A parlare a Grazia, il magazine diretto da Silvia Grilli, in edicola questa settimana, è Martina Stella. L’attrice è la protagonista di Natale a 5 Stelle, commedia degli equivoci diretta da Marco Risi (in uscita il 7 dicembre) che ironizza con garbo su retroscena poco onorevoli occorsi a un gruppo di politici italiani, in gita a Budapest. «Magari, anche per via del titolo, si potrà pensare che il film alluda ai politici che sono al governo. Ma noi attori non abbiamo lavorato sull’imitazione di personaggi esistenti», commenta l’attrice.

Nell’intervista rivela anche i momenti che l’hanno cambiata, come la separazione dei suoi genitori: «Penso che le coppie non debbano rimanere insieme nelle situazioni di crisi. I miei credevano che separandosi ci avrebbero fatto soffrire, invece, per quanto mi riguarda, quando si sono divisi è stato un sollievo».
Se potesse scegliere una persona con cui andare a cena? «Francesco De Gregori. Mi incuriosisce perché è un grande poeta, e nel corso degli anni ho sempre notato in lui una sorta di chiusura, come se fosse una forma di timidezza. Ma forse mi sbaglio».