MINORANZE CONSILIARI COMUNI: GRUPPO PD PAT, APPROVATA MOZIONE BORGONOVO RE

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Gruppo consiliare Pd del Trentino) – Approvata la mozione n. 524/xv – garantire alle minoranze consiliari dei comuni trentini gli strumenti necessari per svolgere le loro funzioni istituzionali.

Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico del Trentino esprime grande soddisfazione per l’approvazione all’unanimità, nella seduta odierna del Consiglio provinciale, della mozione n. 524 proposta dalla Consigliera Donata Borgonovo Re.

“Il testo della mozione”, ha detto la Consigliera, “nasce da un’azione di confronto svolta sul territorio con i rappresentanti di diversa provenienza politica delle minoranze di molti Consigli comunali. La necessità delle minoranze è di avere strumenti adeguati per svolgere con efficacia il loro ruolo nell’amministrazione dei Comuni.”

Nel corso degli anni, ed in particolare con le riforme degli anni ’90, si è assistito ad un progressivo rafforzamento degli organi esecutivi e all’indebolimento del ruolo dei Consigli comunali. Se le maggioranze riescono a trovare modalità di maggior coinvolgimento e di maggior partecipazione, le minoranze si trovano spesso ingabbiate non solo in una asimmetria informativa che ne limita le possibilità di lavoro, ma anche in una marginalità istituzionale che rischia di sminuirne il senso profondo.

Per un’adeguata partecipazione alla vita politico-amministrativa del Comune è necessario che tutti i Consiglieri abbiano accesso alle informazioni utili allo svolgimento del loro mandato e a tutte quelle conoscenze fondamentali senza le quali diviene impossibile svolgere con efficacia il proprio ruolo.

In quest’ottica la mozione approvata oggi impegna la Giunta ad individuare forme e luoghi di supporto alla funzione di tutti i Consiglieri comunali presso il Servizio autonomie locali della Provincia ed eventualmente in collaborazione con il Servizio regionale competente e ad intensificare e rafforzare i percorsi di formazione e aggiornamento per i consiglieri comunali in collaborazione con il Consorzio dei Comuni, riferendo entro 6 mesi alla commissione consiliare competente in merito alle iniziative avviate e alle loro ricadute rispetto al funzionamento dei consigli comunali.

“La democrazia e un futuro migliore per tutti nel Trentino – ha concluso la Consigliera Borgonovo Re – passano anche attraverso il buon funzionamento dei consigli comunali e da un equilibrato rapporto tra chi ha responsabilità esecutive e gli altri amministratori che rappresentano le diverse forze politiche anche di minoranza”.

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

cs_mozione_524_dbr

 

 

 

 

In allegato la mozione contenuta nel comunicato stampa:

prop emend.moz. 524

 

 

 

 

 

 
Foto: archivio Consiglio Pat