PAT - LA RICERCA IN TRENTINO

- ARTE SELLA -

Nel video gli interventi di:
MAURIZIO FUGATTI (presidente Provincia autonoma di Trento)
ACHILLE SPINELLI (assessore  Sviluppo economico, ricerca e lavoro)
FRANCESCO PROFUMO (presidente Fbk)
ANDREA SEGRÉ (presidente Fem)
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Itas incontra i primi Corpi Volontari dei Vigili del Fuoco per la consegna degli assegni a sostegno della loro attività. Cavalese, Malè e Pergine sono i primi Gruppi che hanno ricevuto il contributo da parte della Compagnia e dei sui agenti.

I Gruppi di Cavalese, Malè e Pergine sono stati tra i primi Vigili del Fuoco Volontari a beneficiare dell’iniziativa organizzata dalla Compagnia, ricevendo l’assegno direttamente dalle mani dell’agente Itas di riferimento. Nell’incontro di Cavalese erano presenti anche i delegati dei soci assicurati, mentre a Malè ha presenziato Alessandro Molinari, Vicedirettore generale Itas, che ha incontrato insieme agli agenti e al personale dell’agenzia di Malè, 11 comandanti dei Gruppi locali e Andrea Lazzaroni, sindaco di Dimaro Folgarida, il cui territorio è stato pesantemente colpito dai danni.

Gli incontri si sono svolti all’insegna dell’apprezzamento reciproco: gli agenti Itas hanno incontrato i comandanti dei Gruppi che si sono detti onorati e orgogliosi di questo riconoscimento, soprattutto se consegnato da una realtà, quella della Mutua trentina, perfettamente in sintonia con il loro spirito di Corpo, fondato in larga misura sulla vicinanza all’intera comunità.

L’iniziativa tuttavia non si esaurisce qui, la Compagnia sta infatti pianificando un intervento più strutturato e continuativo che possa legare ancora più a fondo due realtà che mettono al centro del loro operato la solidarietà e l’attenzione al bene comune.

“Siamo molto orgogliosi di quanto fatto con i Vigili del Fuoco Volontari – afferma Raffaele Agrusti, Amministratore delegato e Direttore generale Itas – Operiamo su un terreno comune, condividendo quei valori di solidarietà e reciprocità che sono la base del nostro agire mutualistico da quasi 200 anni. Per questo ci è sembrato doveroso dare un segno concreto al territorio nel quale siamo nati e tuttora operiamo, aiutando chi si è speso per tutelare la sicurezza e il benessere delle nostre comunità.

Il contributo che stiamo distribuendo in questi giorni – continua Agrusti – è solo il primo elemento di un rapporto che vogliamo rendere ancora più solido attraverso progetti specifici dedicati ai Vigili del Fuoco. Per questo, anche dal punto di vista assicurativo, abbiamo lavorato su specifiche estensioni di garanzia volte a rendere ancora più sicuro il lavoro di chi rischia ogni giorno la propria incolumità per garantire la nostra sicurezza.”

Anche Tullio Ioppi, presidente della “Federazione dei Corpi Vigili del Fuoco Volontari della Provincia di Trento” esprime piena soddisfazione per l’iniziativa: “Sono estremamente grato a Itas per il generoso gesto che ha messo in atto verso i nostri Corpi dimostrando non solo l’attaccamento alla comunità trentina ma anche ai Vigili del Fuoco che di questa comunità sono un’espressione autentica. L’aiuto tangibile che si è concretizzato in questi giorni dimostra soprattutto la vicinanza di Itas, e come lei di tanti trentini, ai nostri ragazzi che giorno dopo giorno si spendono in favore dei propri concittadini donando il loro tempo, le loro energie e la loro professionalità.”

“Ritengo quindi – conclude Ioppi – di grande importanza questa comunione di intenti: mentre i nostri ragazzi si sono prodigati per alleviare le sofferenze e le situazioni critiche emerse lo scorso autunno, Itas ha contribuito rendendo possibile anche per il futuro questa fondamentale presenza.”

Nelle prossime settimane, gli agenti Itas proseguiranno nella consegna ufficiale dei contributi ai restanti Gruppi che operano nelle principali aree in cui la Compagnia si è esposta per coprire i danni dovuti alle calamità meteorologiche, subite dai soci assicurati.