FESTIVAL GIOVENTU’ EUREGIO: ROSSI AD ANDALO, SIAMO FORTI SOLO SE SIAMO UNITI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Prima tappa ad Andalo con il presidente Rossi. Il viaggio prosegue a Bressanone e a Telfs in Tirolo. Festival della gioventù dell’Euregio: “Siamo forti solo se siamo uniti”.

Collaborazioni, nuove connessioni e amicizie. Questo le parole chiave che guidano la sesta edizione del Festival della gioventù dell’Euregio. Protagonisti 84 giovani provenienti da Trentino, Alto Adige e Tirolo. Ieri sera al Centro Giovani Altopiano della Paganella l’apertura ufficiale con il presidente dell’Euregio Ugo Rossi. “Il festival è un’occasione preziosa per far conoscere tra le giovani generazioni l’Euregio, ma soprattutto per creare contesti in cui i giovani dei tre territori possano incontrarsi e costruire insieme questa realtà” ha sottolineato il presidente Rossi.

Ieri, alla serata di avvio, i giovani sono stati accolti dalla segretaria generale del Gect Euregio Valentina Piffer, dal sindaco di Andalo Alberto Perli, dal presidente della Comunità Gabriele Tonidandel e dal vicepresidente del Consiglio regionale Lorenzo Ossana. Il gruppo in questi giorni è guidato da Matthias Fink e dagli insegnati dei tre territori. Nella prima giornata il gruppo ha visitato Castel Thun in Val di Non. Il festival itinerante prosegue oggi con la tappa in Alto Adige per poi arrivare a Telfs in Tirolo. Il programma prevede la visita della Campana della pace dello spazio alpino di Telfs e dell’Accademia Thöni.

Sono 84 i giovani, tra i 16 e i 19 anni coinvolti, in questa sesta edizione: 29 trentini, 28 tirolesi e 27 altoatesini. Sono sei le tematiche che gli 84 giovani, suddivisi in piccoli gruppi ed accompagnati da esperti, affronteranno: libertà e confini, studiare, informazione/comunicazione/media, economia e lavoro, lingua e tradizione, mobilità per studenti e partenariati scolastici.
Sono stati gli stessi ragazzi ieri sera a presentare l’Euregio. “Vogliamo conoscere e capire le affinità che abbiamo in comune, le nostre radici”. “Dobbiamo essere consapevoli che facciamo parte di qualcosa di grande e capire che ‘siamo forti solo se siamo uniti’.

Il sindaco di Andalo, Alberto Perli ha dato il benvenuto “Grazie per aver iniziato il vostro viaggio da questo centro giovani che per noi è diventato il centro della comunità. Uno spazio di avvio di nuove forme di collaborazione, come è di fatto l’Euregio”.

La serata è stata l’occasione per presentare i progetti che l’Euregio sta portando avanti. Dall’università, alla mobilità, ai centri di ricerca di Alpbach e di San Michele all’Adige. “Questo festival è un’opportunità per i cittadini di domani – ha concluso il presidente Ugo Rossi – per costruire conoscenza e buone pratiche. Impegnatevi perché lo fate per voi ma anche per chi verrà dopo”.

Il Festival della Gioventù dell’Euregio, organizzato dal 2012 dall’Ufficio comune del Gect Euregio, è stato premiato dall’Unione Europea con il secondo posto nell’ambito dell’assegnazione del primo premio Gect “Building Europe Across Borders”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa