EXPORT: TRENTINO SVILUPPO, CON RUSSIA E COREA SUD 21 NUOVI RAPPORTI COMMERCIALI

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Trentino Sviluppo) – I risultati delle visite in Trentino degli operatori economici di Russia e Corea del Sud: 70 incontri di business e nuovi accordi commerciali già siglati. Bilancio positivo per i cinque giorni di “incoming” promossi da Trentino Sviluppo in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento.

Sono stati cinque giorni intensi quelli appena trascorsi che hanno visto la visita in Trentino di due delegazioni straniere, provenienti rispettivamente dalla Russia e dalla Corea del Sud e finalizzati all’avvio di rapporti commerciali e partnership scientifiche con le realtà locali. Coinvolti 31 operatori economici e 5 rinomati enti di ricerca stranieri che hanno incontrato 35 aziende trentine attraverso visite alle attività produttive, incontri personalizzati e occasioni di confronto.

I risultati non hanno tardato ad arrivare con 21 nuovi rapporti commerciali di cui sono state poste le basi, un accordo già chiuso e quattro in via di perfezionamento. L’iniziativa è stata promossa da Trentino Sviluppo in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento ed è frutto dell’intenso lavoro messo in campo per la promozione dell’internazionalizzazione delle imprese locali che si è svolto attraverso missioni all’estero e un apposito percorso di formazione e approfondimento.

La visita degli operatori russi e sudcoreani è una delle tappe del percorso promosso da Trentino Sviluppo per favorire l’internazionalizzazione delle imprese trentine. Nell’ultimo anno l’attività promossa in particolare dall’Area Internazionalizzazione ha visto un’intensificazione importante con l’organizzazione di un sistema integrato di misure a favore delle aziende. Un processo messo in evidenza da Mauro Casotto della Direzione Operativa di Trentino Sviluppo.

«Fondamentale – sottolinea Casotto – è l’intenso lavoro che precede occasioni come questa, attraverso eventi formativi, supporto personalizzato e di settore, missioni all’estero nei Paesi strategici. Un servizio su misura progettato assieme alle aziende che permette alle imprese già affermate di perfezionare le proprie conoscenze e a quelle più piccole e nuove di arrivare preparate ad incontri di questo tipo, avviando così un processo di internazionalizzazione della propria attività”.

Le iniziative sono promosse in collaborazione con la Provincia autonoma di Trento. “La Russia e la Corea del Sud –sottolinea Raffaele Farella, dirigente del Servizio per le attività internazionali – sono Paesi distanti dal nostro in termini geografici e culturali. Per questo l’ingresso nei loro mercati non è semplice ma senza dubbio strategico per gli attori locali. Questo ha spronato l’intervento dell’ente pubblico per favorire l’avvio di rapporti commerciali che stanno già portando frutti concreti”.

Risultati molto positivi, infatti, quelli emersi dalle visite di operatori russi e sudcoreani. Dall’1 al 4 marzo si è svolto l’incoming della delegazione russa composta da 25 operatori economici e due ricercatori rappresentanti Centro di ricerca di Skolkovo e del tecnoparco di Technopolis. Il gruppo ha incontrato 27 aziende trentine attraverso momenti in gruppo e visite specifiche nelle attività produttive. Tra i settori di maggiore appeal quelli della meccanica, della casa e dell’agroalimentare. Forte interesse anche per il cinema con l’incontro di tre operatori russi con la Trentino Film Commissione e la prospettiva di nuove produzione in arrivo sul territorio. In totale si sono svolti una cinquantina di incontri di business che hanno portato a 10 accordi in via di definizione e due già in fase di perfezionamento.

La settimana successiva, nelle giornate del 6 e del 7 marzo, è giunta in Trentino la delegazione sudcoreana, composta da nove operatori economici e tre ricercatori. Proprio quello della ricerca è stato uno dei focus della vista con l’organizzazione di cinque momenti di incontro con i colleghi delle Fondazioni Bruno Kessler e Edmund Mach, oltre alla visita ai poli tematici di Trentino Sviluppo: Polo Meccatronica e Progetto Manifattura. Un’attività che ha posto le basi per nuove sinergie internazionali per progetti di eccellenza. Le aziende trentine coinvolte sono state otto e gli incontri di business una ventina. La visita ha già portato all’avvio delle trattative per 11 accordi e al perfezionamento di due rapporti commerciali.

 

 

 

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

17-03-09 Incoming_risultati

 

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa