EUTANASIA: RADICALI ITALIANI, DJ FABO UNA LEZIONE DI DIGNITA’ E CORAGGIO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Radicali italiani) – Dichiarazione di Riccardo Magi, Michele Capano e Antonella Soldo, rispettivamente segretario, tesoriere e presidente di Radicali Italiani. Fabiano Antoniani, Dj Fabo, se n’è andato con lo stesso coraggio e dignità con cui ha vissuto. Ha scelto di smettere di soffrire, ma ha potuto farlo in un paese che non è il suo. Le sue ultime parole – “sono arrivato in Svizzera con le mie forze, senza l’aiuto del mio Stato” – sono una lezione a un Parlamento irresponsabile e, al tempo stesso, un appello a non smettere di lottare perché anche in Italia i cittadini siano liberi di scegliere.

Con l’associazione Luca Coscioni, come Radicali italiani nel 2013 abbiamo depositato una proposta di legge di iniziativa popolare per la legalizzazione dell’eutanasia e il pieno riconoscimento del testamento biologico. Eppure, nonostante, la stragrande maggioranza degli italiani si dica favorevole alla libertà di scelta, ancora oggi il parlamento non fa che rimandare il dibattito sul fine vita. Il leader radicale Luca Coscioni diceva: “le nostre esistenze non possono aspettare le scuse di uno dei prossimi papi” e neppure, aggiungiamo noi, i tempi di istituzioni pavide e incoscienti.  Grazie quindi a Dj Fabo per avere, con l’aiuto di Marco Cappato, fatto del suo corpo e del suo dolore uno strumento di lotta democratica e di resistenza a un crudele proibizionismo.

 

 

 

Foto tratta da sito Associazione Luca Coscioni