EUROPA: PAT, A BRUXELLES PRIMO INCONTRO ERRIN ORGANIZZATO CON I&I

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Si è svolta a Bruxelles, presso la Rappresentanza della Regione Europea Tirolo-Alto Adige-Trentino, la prima riunione dell’anno del Gruppo di lavoro Innovazione e Investimenti della rete Errin. L’evento è stato organizzato dall’Ufficio per i rapporti con l’Unione europea della Provincia autonoma di Trento, che è co-leader del gruppo I&I.

Scopo dell’incontro quello di presentare alcune iniziative della Commissione a supporto delle Piccole Medie Imprese (Pmi) e delle Start-up ed il caso studio dell’esperienza trentina.  Dopo i saluti introduttivi della direttrice dell’Ufficio Valeria Liverini,il direttore di Errin Richard Tuffs ha aperto i lavori dando la parola ai rappresentanti della Commissione europea.

Andrè Meyer ha fatto una panoramica generale dell’Iniziativa Start-up e Scale-up recentemente lanciata dalla Commissione. Meyer ha descritto in modo dettagliato i tre aspetti portanti dell’iniziativa: rimuovere le barriere, fornire finanziamenti e creare opportunità.  Nell’intervento successivo Iker Ayerbe ha illustrato nel dettaglio il programma di accompagnamento (coaching) per le Pmi beneficiarie dello strumento Pmi. Si è in particolare ragionato su quali opportunità ci siano per le regioni di replicare tale programma a livello locale.

Il relatore ha evidenziato come occorra superare il paradigma del mero consulting per andare verso quello del coaching. Il primo modello si riferisce ad impartire istruzioni alle aziende. Il secondo punta invece ad insegnare un know-how, che dia autonomia alle imprese, con la conseguente produzione di valore aggiunto.  Il capo del Dipartimento innovazione della Hub Innovazione Trentino, Luca Mion, ha poi presentato l’esperienza della Provincia autonoma di Trento nel sostegno a start-up e Pmi.

Nonostante le dimensioni relativamente piccole, il Trentino risulta essere la provincia italiana con la più alta densità di start-up. Mion ha quindi descritto l’ecosistema trentino dell’innovazione, i suoi stakeholder ed i servizi disponibili per le imprese. Particolare attenzione è stata dedicata al ruolo di Hit come catalizzatore dello sviluppo di imprese innovative ed al suo contributo all’interno di piattaforme europee quali le Kic e la Vanguard Initiative.

Giacomo Mattinò ha illustrato le priorità per il 2017 e la visione post 2020 dell’ Enterprise Europe Network (Een). Si vuole puntare a conseguire un livello elevato d’ impatto per le imprese e per le regioni in cui Een opera, creando nuove connessioni e partenariati in materia di finanza ed innovazione al fine di consolidare Een come come rete di eccellenza a sostegno delle imprese. In seguito Dirk Vantyghem ha esposto l’esperienza di Eurochambres su innovazione ed investimenti sottolineando l’esigenza di una sempre maggiore internazionalizzazione delle Pmi.

 

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa