CONSIGLIO PROVINCIALE: IL 4-5-6 APRILE SI TRATTTERA’ IL TEMA DELLA MOBILITA’

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Consiglio Pat) – Prima dell’avvio dei lavori d’aula di questa mattina, i capigruppo del Consiglio provinciale sono stati riuniti in conferenza dal presidente Bruno Dorigatti, per concordare la programmazione dei temi per le tornate consiliari dei prossimi mesi. Il 4-5-6 aprile sarà la mobilità sostenibile il “piatto forte”, con i disegni di legge della Giunta (n. 177) e popolare (n. 58), anche se con ogni probabilità si dovrà ripartire dall’esame della proposta sulla parità di genere in materia elettorale, qualora oggi non si riesca a votare il ddl Maestri-Bezzi. Per le sedute di maggio (9-10-11) torna ad affacciarsi la proposta Civico per l’istituzione del garante dei detenuti e di un autonomo garante dei minori.

Altri disegni di legge: il 154 di Borga sulle condizioni di ineleggibilità al Consiglio provinciale; i tre testi in materia di mercatini hobbistici (128 di Civettini, 146 di Cia e 157 di De Godenz), su cui è stata raggiunta un’intesa complessiva; l’attesa riforma della cultura disegnata dall’assessore Mellarini con il ddl 162; il n. 171 di Fasanelli per favorire il recupero degli alloggi di risulta Itea; il n. 183 di Giovanazzi per estendere la caccia ai cinghiali. In giugno l’aula si riunirà il 6, 7 e 8 e si prevede di affrontare questi testi: ddl 73 di Passamani e Rossi sulla semplificazione dei procedimenti amministrativi, il ddl 84 di Degasperi sul registro della bigenitorialità, i ddl per ridurre lo spreco del cibo (133 di Avanzo, 149 di Viola e 166 di Civico), il ddl 148 di Tonina sulle attività di panificazione e gli importanti testi di riforma urbanistica (ddl Daldoss e ddl Degasperi).

Segue la tornata del 5-6 luglio, con il ddl 151 di Baratter per onorare la memoria dei caduti trentini della Grande Guerra, il ddl 158 di Viola in materia sanitaria, il ddl 169 di Lozzer per la valorizzazione dei masi agricoli trentini e i due testi in tema di veterinari aziendali, depositati dalla Giunta e da Degasperi. Per settembre il consigliere Cia ha chiesto di considerare il suo recentissimo ddl 185 sulle vaccinazioni obbligatorie dei bambini. Lungo è infine l’elenco delle proposte legislative elencate in via residuale, per un inserimento all’ordine del giorno non appena sia possibile.

I temi: odontoiatra, odori molesti, giovani, accompagnatori in visite agli ambienti naturali, professioni intellettuali, fondo per le vittime degli atti di criminalità, autismo, incentivi all’imprenditoria, padri separati, casi di incompatibilità con il ruolo di consigliere provinciale. Da ultimo,i capigruppo concordano che occorre considerare ai fini dei lavori assembleari anche il disegno di legge d’iniziativa popolare sulla democrazia diretta, in attesa di molto tempo.

Nella Conferenza capigruppo di stamane si è ipotizzato di calendarizzare una ulteriore seduta d’aula da dedicare alle interrogazioni a risposta scritta ancora inevase dal governo provinciale. Civettini ha lamentato che spesso poi le risposte arrivano, ma evasive e quindi non soddisfacenti. Fugatti ha invece lamentato che il primo convegno organizzato sul tema del Fondo strategico provinciale è stato impropriamente organizzato in coincidenza con questa tornata consiliare: trattandosi di realtà fondata su uno sforzo finanziario della Provincia, il consigliere ha chiesto più rispetto per l’assemblea legislativa e la possibilità per i consiglieri di partecipare all’incontro.

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa:

capigruppo

 

 

 

 

Foto: archivio Consiglio Pat