PAT - LA RICERCA IN TRENTINO

- ARTE SELLA -

Nel video gli interventi di:
MAURIZIO FUGATTI (presidente Provincia autonoma di Trento)
ACHILLE SPINELLI (assessore  Sviluppo economico, ricerca e lavoro)
FRANCESCO PROFUMO (presidente Fbk)
ANDREA SEGRÉ (presidente Fem)
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Nella mattinata di ieri, presso questo Commissariato del Governo, si è proceduto, attesi i risultati positivi conseguiti, al rinnovo, per un biennio, con i Sindaci di Trento e Rovereto, del Protocollo d’Intesa “Mille Occhi sulle Città”. Presenti, seppure non firmatari, il Questore ed i Rappresentanti dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Il Prefetto Lombardi, dopo aver espresso soddisfazione per l’attività posta in essere dalle Forze di Polizia, comprese le Polizie locali e dagli operatori degli Istituti di Vigilanza Privata nell’ambito del capoluogo e della città di Rovereto, ha sottolineato l’utilità della collaborazione delle collettività locali che grazie alla loro spiccata coscienza civica, segnalano alle Forze dell’Ordine, non solo il compimento di reati, ma anche il verificarsi di situazioni sospette.

Ambedue i Sindaci hanno elogiato l’iniziativa, accolta favorevolmente già dal 2011, ponendo l’accento su come la stessa costituisca uno degli strumenti utili per garantire la sicurezza dei cittadini, sia quella “reale” che quella percepita.

Anche il Questore ed i Rappresentanti delle altre Forze di Polizia hanno evidenziato come con il presente Protocollo venga riconosciuto un valore sociale
agli operatori della sicurezza privata, che stanno sempre più acquisendo una qualificata professionalità e come tale Patto vada a collocarsi nell’ambito delle politiche di “sicurezza sussidiaria e complementare”, ribadendo quindi che la stipula dei documenti di cui trattasi abbia come beneficiari i cittadini e la tutela dei loro diritti.