Crisi Governo - Quirinale

Dichiarazione del Presidente Mattarella al termine delle consultazioni

Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

Nella riunione odierna, il Consiglio camerale ha approvato all’unanimità l’Assestamento del preventivo economico per il 2019.

La predisposizione del documento consente l’aggiornamento delle risorse complessive a disposizione dell’Ente per la realizzazione dei progetti di sistema e per la completa attuazione del Piano di attività 2019 che comprende anche le azioni previste nell’Accordo di Programma sottoscritto con la Provincia autonoma di Trento.

 

L’aggiornamento del documento di programmazione economica esaminato oggi tiene conto delle risultanze del Bilancio dell’esercizio 2018, dei maggiori proventi accertati e dei provvedimenti di aggiornamento del budget direzionale disposti in corso d’anno.

 

Il documento per l’esercizio 2019 evidenzia le seguenti variazioni:

  • i proventi di parte corrente passano da una previsione iniziale di 14.147.300 euro a una di 14.235.045 euro;
  • gli oneri di parte corrente passano da una previsione iniziale di 14.517.300 euro a una di 15.177.308 euro;
  • i proventi finanziari rimangono invariati (120mila euro) mentre i proventi straordinari registrano un aumento di 574.613 euro legato al recupero di risorse proprie;
  • gli oneri presentano variazioni nella parte straordinaria per un totale di 2.350 euro.

 

Con l’Assestamento del preventivo economico 2019 i ricavi complessivi passano da 14.517.300,00 euro a 15.179.658,00 euro, mentre il complesso dei costi passa da 14.517.300,00 euro a 15.179.658,00 euro. L’assestamento 2019 chiude quindi in pareggio.

 

“Il documento che ci apprestiamo ad approvare oggi – ha spiegato Giovanni Bort, Presidente della Camera di Commercio di Trento – accoglie la previsione di incremento dei diritti di segreteria e la quota di provento relativa alla maggiorazione 20% del diritto annuale 2018, a cui non era stata correlata una spesa per la realizzazione del progetto di sistema a sostegno del processo di digitalizzazione delle imprese.

Sul fronte degli impegni economici, si rileva l’aumento della spesa per gli interventi a favore delle imprese e la quota che la Camera di Commercio mette a disposizione di iniziative promozionali e territoriali”.

 

“Mi preme sottolineare – ha concluso il Presidente – che si è provveduto ad aggiornare lo strumento di programmazione dell’Ente camerale, in relazione alle spese del personale e alle spese di funzionamento, rimanendo in linea con gli obiettivi per il rispetto del patto di stabilità e con le direttive emanate dalla Provincia autonoma di Trento”.

 

 

 

 

 

18CSAssestamentoPreventivo2019