CASSE RURALI TRENTINE: CASSA CENTRALE, CREDITO COOPERATIVO ANAGNI NUOVO PARTNER

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Cassa centrale Banca) – “BancAnagni”  ha deliberato  l’adesione al Gruppo Bancario Cooperativo che farà capo a Cassa Centrale Banca.  Una scelta plebiscitaria compiuta all’unanimità dai soci domenica scorsa  durante l’assemblea ordinaria.

 In questa fase di profonda trasformazione il Consiglio di Amministrazione di BancAnagni ha ritenuto che il progetto di Cassa Centrale Banca fosse quello in grado di valorizzare al meglio gli aspetti che dovranno caratterizzare nei prossimi anni l’operatività delle Bcc. Forte legame con il territorio, solidità patrimoniale ed efficienza operativa sono le peculiarità che da sempre distinguono l’operato del network di Cassa Centrale Banca. “Vogliamo contribuire a costruire un solido futuro per il credito cooperativo e lo vogliamo fare con un gruppo forte e credibile – ha affermato il Presidente Stefano Marzioli – Il progetto di Ccb ci rende protagonisti.”

La scelta di BancAnagni va letta anche nel segno della continuità e della collaborazione che da oltre vent’anni unisce la Bcc con le realtà bancarie e informatiche del credito cooperativo che fa riferimento a Cassa Centrale.

La Banca di Credito Cooperativo Anagni è una delle più importanti banche del territorio operanti nella Ciociaria. Costituita 1901, dagli anni ottanta conosce uno sviluppo costante.

L’istituto di credito ha chiuso il 2016 confermandosi una realtà particolarmente solida dal punto di vista patrimoniale: l’indice CeT1 Ratio si attesta al 30%; le masse intermediate ammontano a circa 1 miliardo di Euro. La distribuzione territoriale si articola in 15 filiali presenti nelle province di Frosinone,  Latina e nel comune di Roma. I collaboratori sono 118.

Con il voto plebiscitario di domenica BancAnagni diventa un importante tassello della presenza del costituendo Gruppo Bancario Cooperativo Cassa Centrale Banca nel Lazio, grazie ad una diffusione che si articola su 90 sportelli dislocati in tutte le province. Una presenza che assicurerà a soci e clienti delle Bcc aderenti al Gruppo prossimità e capillarità di servizio, nonché un’offerta di prodotti e servizi in grado di soddisfare al meglio le esigenze di famiglie e imprese del territorio.

 

 

 

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa: