CASSE RURALI: CASSA CENTRALE BANCA, IL NUOVO PARTNER È BANCA CENTRO LAZIO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Cassa centrale Banca) – Il Consiglio di Amministrazione della Banca Centro Lazio Credito Cooperativo ha deliberato di aderire al Gruppo Bancario Cooperativo promosso da Cassa Centrale Banca.

Nata dalla fusione fra la Bcc di Palestrina e la Bcc di Fiuggi, l’Istituto di credito rappresenta una delle realtà più importanti del sistema bancario del Lazio, forte di 22 sportelli distribuiti sul territorio che va da Roma a Frosinone, passando per Velletri e Tivoli.

La Banca Centro Lazio presenta una solidità patrimoniale di assoluto rilievo. Il patrimonio ammonta a 112 milioni di Euro, l’indice di solidità CET1 Ratio è pari al 22,65%, tra i più alti del sistema.

Per affrontare al meglio i cambiamenti che stanno interessando l’industria bancaria, il Consiglio di Amministrazione di Banca Centro Lazio ha intrapreso da mesi un percorso di forte rinnovamento e di rilancio dell’azione della banca sul proprio territorio, finalizzata a garantire ai soci e ai clienti un’offerta di prodotti e servizi moderna, competitiva e tecnologicamente avanzata. In questa direzione va letta anche la scelta di affidare la guida ad un nuovo manager di grande esperienza.

La scelta del Gruppo Bancario Cooperativo che farà capo a Cassa Centrale Banca come partner strategico per il futuro, è stata considerata quindi la più naturale per una banca che vuole continuare a svilupparsi in modo autonomo per interpretare al meglio le esigenze della clientela, supportare le famiglie e far crescere le imprese del proprio territorio.

L’adesione della Banca Centro Lazio permette al Gruppo Cassa Centrale Banca di presentarsi come un polo di riferimento primario in Lazio. Una presenza significativa che vede, oltre alla Banca Centro Lazio, altre sei importanti Banche di Credito Cooperativo.

Un sistema che conta complessivamente oltre 90 sportelli localizzati in tutte le province laziali. Una capillarità che assicurerà un rafforzamento ulteriore del servizio a favore del tessuto produttivo delle comunità di riferimento delle Bcc.

 

 

 

 

In allegato il comunicato stampa: