DA CASA COMUNE A FILO SPINATO: OSSERVATORIO FASCISMI, PALAZZO GEREMIA ORE 20.30

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Osservatorio contro i Fascismi) – Dalla casa comune al Filo spinato. Storia dei popoli del confine orientale nella prima metà del Novecento. Con il Dott. Piero Purini e il Prof. Jože Pirjevec.

La Rete Trentina contro i fascismi organizza per il giorno 15 marzo 2017, alle ore 20,30 presso la sala stampa di Palazzo Geremia, Trento, Via Belenzani 19 l’incontro pubblico Dalla casa comune al Filo spinato, storia dei popoli del confine orientale nella prima metà del Novecento. La «casa comune» cui si fa riferimento era la realtà multietnica del Litorale adriatico settentrionale, distrutta dalle tragiche e complesse vicende della prima metà del XX secolo. Per ricostruirle abbiamo scelto di rivolgerci a due storici che nelle loro opere hanno affrontato la storia di questa terra di frontiera abitata da diversi popoli attraverso un punto di vista sovranazionale: Piero Purini e Jože Pirjevec.

Il primo è autore di studi inerenti gli spostamenti di popolazione sul confine orientale. Il secondo è invece uno studioso di lingua slovena autore di alcuni dei più importanti testi sulla storia della Jugoslavia e del confine orientale, – tra cui ricordiamo «Foibe una storia d’Italia» (2009)- tutti editi da Einaudi. È stato inoltre docente di storia presso le università di Trieste, Pisa, Padova, ed ora all’Università del Litorale di Koper/Capodistria.

Nell’organizzare questo incontro non è nostra volontà contrapporci alla memoria di chi porta nella propria storia personale e familiare le sofferenze causate dalle vicende del confine orientale nel corso del ventesimo secolo, ma fornire un’alternativa alle narrazioni intrise di nazionalismo che mirano a rimuovere o negare la complessità della storia delle terre di confine come la nostra o il confine orientale. Attraverso una storiografia attenta alle pluralità e complessità di questa terra vogliamo proporre un viaggio lungo i confini, partendo dal ‘900 sino ai giorni nostri, in un’Europa, che è stata straziata dal sorgere di muri vecchi e nuovi.