MUSE: LE STRATEGIE PER IL 2020

La Stazione Carabinieri di Carisolo, dipendente dal Comando Compagnia di Riva del Garda nel corso di servizi mirati al controllo ed alla prevenzione delle stragi del sabato sera, in collaborazione con il Nas di Trento, l’unità cinofila Carabinieri di Laives (BZ) la Radiomobile di Riva del Garda e la Polizia Locale di Pinzolo, ha controllato un bar della nota località turistica riscontrando diverse violazioni amministrative e penali.

Il controllo risale a sabato notte quando, a seguito di attente verifiche presso il Bar. Bocciodromo da parte del Nas sono stati trovati diversi alimenti in cattivo stato di conservazione, in particolare del pesce spada e tonno, circa 40 chili che sono stati sequestrati, anche per la mancanza di tracciabilità. Sono state riscontrate anche carenze e mancati aggiornamenti delle tabelle e licenze nonché delle autorizzazioni di pubblico intrattenimento ed inquinamento acustico.

Ma nel corso dell’accertamento, grazie al fiuto dell’unità cinofila dei Carabinieri, sono state trovate anche sostanze stupefacenti del tipo cocaina, hashish e marijuana che hanno portato i militari ad estendere la perquisizione a casa del gestore dove sono stati trovati in tutto circa 10 grammi di stupefacenti per uso personale.

Il 33enne gestore del locale, C.F.M.L. è stato denunciato in stato di libertà all’A.G. per il “cattivo stato di conservazione dei prodotti alimentari” e segnalato al Commissariato del Governo per la Provincia Autonoma di Trento in quanto “assuntore di sostanze psicotrope”. Le sanzioni amministrative a suo carico ammontano, al momento a 4.500 euro. Anche la Polizia Locale ha attivato una serie di controlli su varie irregolarità riscontrate sul posto.