CAPITALE DELLA CULTURA: COMUNE TRENTO, PERSA LA SFIDA HA VINTO PALERMO

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Comune Trento) – Non sarà Trento la Capitale della cultura 2018. La commissione presieduta dal professor Stefano Baia Curioni ha infatti attribuito la vittoria a Palermo, prima città del sud a conquistare il titolo. Dopo Mantova e Pistoia, città in carica, la Capitale della Cultura si sposta dunque nel capoluogo siciliano. Lo ha annunciato pochi minuti fa il ministro Dario Franceschini nella sala Spadolini del Ministero della Cultura. Ma Trento non ha nessuna intenzione di dissipare il patrimonio di visibilità e soprattutto di relazioni e sinergie attivate nel percorso della candidatura. E non lascerà cadere il marchio “Trento18”, sintesi perfetta di un anno di eventi che avranno il compito di sottolineare anniversari cruciali e cambiamenti epocali: la fine della prima guerra mondiale, innanzitutto, e poi Trento che diventa “l’ultima italiana”, l’ultima città, insieme a Trieste, a lasciarsi alle spalle il “mondo di ieri” dell’impero asburgico per diventare parte dell’Italia unita.

“Abbiamo partecipato per vincere – ha commentato il sindaco Alessandro Andreatta dopo il verdetto – E devo dire che Trento, in qualche modo, ha vinto comunque. Perché la candidatura ci ha spinto a ripensare al nostro passato, ad approfondire le potenzialità della città di oggi e di quella che verrà. Soprattutto, abbiamo attivato rapporti, collaborazioni, canali di comunicazione che non vogliamo interrompere. La candidatura ci ha lasciato, oltre a un programma ben delineato, anche un metodo di lavoro basato sulla condivisione che ci accompagnerà nei prossimi anni. Trento18 dunque va avanti, naturalmente senza alcuna intenzione di far concorrenza alla Capitale della cultura designata, con cui anzi cercheremo di dialogare e, se possibile, di progettare qualche iniziativa in comune”. La conferenza stampa di domani (ore 11, sala stampa) sarà dedicata proprio all’illustrazione delle iniziative di “Trento18” che saranno proposte anche se Trento non ha conquistato il titolo di Capitale della Cultura.

 

 

 

(Nella foto -fornita dal Comune Trento- in home page, il ministro Franceschini al momento della proclamazione oggi a Roma)