BANDO INVESTIMENTI INNOVATIVI IN AZIENDA: PROVINCIA TRENTO, DISPONIBILI 5 MLN

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Pat) – Disponibili 5 milioni di euro fino al luglio 2018 nei settori della meccatronica, dell’energia, dell’ambiente, del turismo, del food. Via libera al nuovo bando per il sostegno degli investimenti innovativi in azienda.

La Giunta provinciale su proposta del vicepresidente e assessore allo sviluppo economico e lavoro, Alessandro Olivi, ha dato il via libera preliminare al primo bando che destina risorse europee allo sviluppo delle piccole-medie imprese in chiave qualitativa.

I 5 milioni di euro così stanziati, di provenienza Fesr, si aggiungono agli incentivi tradizionali e finanzieranno gli investimenti delle pmi in strutture immobiliari, impianti e macchinari, per iniziative realizzabili fino al 31 luglio 2018. Il nuovo intervento si inserisce negli obiettivi del Programma operativo adottato dalla Provincia per l’utilizzo delle risorse del Fondo europeo di sviluppo regionale.

“L’obiettivo – sottolinea Olivi – è dare impulso agli investimenti delle piccole e medie imprese nei settori trainanti della nostra economia. Si tratta di un nuovo tassello della strategia complessiva che punta a a fare del Trentino un luogo dove l’innovazione permea tutto il tessuto economico.

Nel tempo dell’industria 4.0 abbiamo voluto proporre uno strumento che affianchi quanto già facciamo in tema di sviluppo della qualità aziendale, concentrandoci maggiormente sulle imprese appartenenti agli ambiti di specializzazione intelligente del nostro territorio: meccatronica, energia ed ambiente, qualità della vita, turismo e agrifood.”

Destinatari del bando sono le piccole e medie imprese operanti sul territorio provinciale che realizzano investimenti in terreni ed edifici, impianti, attrezzature e macchinari, autoveicoli arredi, brevetti e diritti di utilizzazione delle tecnologie per una spesa compresa tra € 300.000 e € 2,5 milioni.

Gli investimenti devono essere coerenti con le aree della specializzazione intelligente (meccatronica, energia ed ambiente, qualità della vita e agrifood) e la valutazione degli stessi terrà conto delle capacità di generare crescita dimensionale, qualità e rilancio dell’impresa, innovatività di prodotto, di processo, di organizzazione o di marketing nonché della sostenibilità economico-finanziaria dell’iniziativa.

Sono stabiliti punteggi di premialità per i progetti proposti da giovani e donne, per le imprese insediate nei poli di specializzazione (Meccatronica e Green Innovation Factory) e per le iniziative collegate a precedenti progetti di ricerca.

Gli aiuti previsti sono concessi in forma di contributo in conto capitale sugli investimenti programmati e variano da un minimo del 10% ad un massimo del 30% in funzione della dimensione aziendale e dei punteggi attribuiti in sede di valutazione. Gli incentivi sono erogati a spese sostenute in un’unica soluzione.

Le imprese dovranno presentare domanda all’Agenzia provinciale per l’incentivazione delle attività economiche (Apiae) tramite pec o piattaforma on line dal 1° luglio 2017 al 15 ottobre. L’istruttoria sarà completata entro gennaio 2018 con la predisposizione della graduatoria e la concessione degli incentivi. Le aziende dovranno ultimare gli investimenti entro il 31 luglio 2018 con una possibilità di proroga di sei mesi.

Il bando sarà sottoposto la prossima settimana alla valutazione della competente Commissione del Consiglio provinciale per tornare in Giunta per l’approvazione definitiva entro fine giugno.

 

 

 

 

Foto: da comunicato stampa