Banca di Verona * nuovo sportello ad Ala: ” operativa la prima filiale del Gruppo creditizio Iccrea in territorio Trentino dedicata alle piccole e medie imprese “

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

La Banca di Verona da oggi operativa ad Ala, con una filiale dedicata alle piccole e medie imprese. È la prima filiale del Gruppo creditizio Iccrea in territorio Trentino. È operativa da questa mattina ad Ala la filiale della Banca di Verona dedicata alle piccole e medie imprese. È la prima Bcc del nascente Gruppo creditizio Iccrea nella provincia di Trento ed è situata al primo piano del centro commerciale del popoloso centro che confina con il territorio Veronese.

Si tratta di una filiale tecnologicamente innovativa presidiata da due consulenti per le imprese: Andrea Gennari e Federico Romano. “Due risorse di grande esperienza e approfondita conoscenza del territorio”, spiega il direttore generale della Banca di Verona, Valentino Trainotti.

La filiale del credito cooperativo è collegata on line con la sede centrale di Verona, con possibilità di tenere incontri in teleconferenza, dove sono di base gli specialisti per l’estero, l’internazionalizzazione e la gestione di tesoreria. I consulenti sono in grado anche di svolgere una consulenza mirata per le esigenze personali degli imprenditori e dei professionisti. Lo sportello, che verrà supportato dall’Ufficio di Trento di Iccrea BancaImpresa, non svolgerà operazioni in contanti.

 

*

LA BANCA DI VERONA
Banca di Verona opera dal 1951 nella provincia di Verona, conta su 15 filiali e su oltre 3.500 soci. Nel 2017 ha realizzato una raccolta totale di 827 milioni e 786 mila euro, in crescita del 2,25% sull’esercizio precedente; la diretta ha toccato i 480 milioni (+1,74%) mentre l’indiretta è salita del 3,57% a 347 milioni e 757 mila euro. L’utile netto è incrementato del 3% a 4 milioni 788 mila euro.

Il patrimonio netto contabile è salito a 90 milioni e 786 mila euro contro gli 84 milioni e 847 mila dell’esercizio 2016. I crediti lordi sono stati pari a 322 milioni e 237 mila euro in crescita del 6,27%. I crediti deteriorati netti sugli impieghi si attestano al 2,04%. La copertura sulle sofferenze è salita al 76% contro il 70,25% del 2016. La copertura totale sui crediti deteriorati è salita al 70,61% contro il 62,34% dell’esercizio precedente.
Il Cet1, l’indice che misura la solidità di una banca, aveva raggiunto a fine 2017 il 22,353% uno dei migliori del sistema, ulteriormente incrementato al 30 giugno scorso, superando il 24%.