“ALBERI MAESTRI”: MUSE, PRESENTAZIONE DEL LIBRO CON GLI AUTORI DOMANI 17.30

Riceviamo e pubblichiamo integralmente il seguente comunicato stampa:

(Fonte: Ufficio stampa Muse) – Il territorio di Trento vede la presenza di innumerevoli alberi di grande interesse, ma alcuni di questi possono essere assunti a emblema di tutti: sono “Alberi maestri” che in virtù della loro dimensione, storia, localizzazione, connotazione botanica, si distinguono tra gli altri e si pongono a riferimento per ogni cittadino del capoluogo. Sono presenti in aree pubbliche e private, nell’area urbana del fondovalle, sulla collina, sulle montagne che circondano la città. Ora, un libro di Mauro Lando e Alessandro Gadotti ne censisce l’esistenza e ne racconta le vicende. Il volume verrà presentato  venerdì 17 marzo alle 17.30 al Muse Museo delle Scienze, nel corso di un incontro che vedrà la presenza del Sindaco di Trento  Alessandro Andreatta, del direttore del Muse Michele Lanzinger, dell’assessore ai Lavori Pubblici e Bilancio Italo Gilmozzi e dei due autori. Ai partecipanti alla serata verrà omaggiata una copia del volume.

L’individuazione di tutti gli alberi monumentali si è resa possibile grazie alla collaborazione tra il Comune di Trento e il Muse – Museo delle Scienze con l’attivazione di borse di studio per giovani laureati che hanno consentito il censimento e la catalogazione delle circa 300 piante più importanti presenti sul territorio comunale. In queste pagine ne sono presentate 124: sono i monumenti vegetali “maestri”, che, singoli o in filari e presenti in 37 luoghi differenti, si sono fatti riconoscere per le loro caratteristiche particolari.Mauro Lando ne ha raccontato le vicende, tracciando così una sorta di storia dei luoghi vista con l’occhio del mondo vegetale. Alessandro Gadotti ne ha rappresentato invece l’essenza attraverso l’obiettivo della sua macchina fotografica.

Avviato dal Comune nel 2006, il censimento aveva lo scopo di conoscere il grande patrimonio arboreo del territorio di Trento, al fine di di poter apprezzare e tutelare queste preziosità. Le schede tecniche con i dati di ciascun albero sono state predisposte seguendo i formalismi comunemente adottati a livello internazionale e la localizzazione sul territorio del comune di Trento segue la toponomastica ufficiale del comune. L’anno di impianto è stato stimato sulla base di evidenze e documenti storici.
Alberi maestri costituisce una sorta di manifesto del rispetto e del valore che la città riconosce a queste presenze arboree, un riferimento per i cittadini.

Anche per questo, le piante non sono solo presentate in base a caratteri eccezionali per dimensione, età, valenza botanica, ma anche ai significati che, per tradizione e storia, legano questi “monumenti” al nostro territorio. Ciascuna di queste esse, cioè, dà senso e insegnamento al nostro vivere e può supportarci e accompagnarci, in modo simile ai maestri di vita, con la semplicità e la saggezza di chi ha la conoscenza e la sicurezza del già visto, del già sperimentato.Ne è esempio emblematico il tiglio di piazza Duomo: pur essendo di recente impianto (1985) è infatti erede legittimo del precedente tiglio e questo del precedente ancora. Per questo accoglie e custodisce gli insegnamenti e le storie che, nei secoli, si sono succedute nella piazza centrale di Trento che scandiva, con i suoi ritmi e riti, i tempi della città e ne evidenziava i caratteri.Al lettore, quindi, la capacità di farsi coinvolgere in questo mondo e di saperlo a sua volta comunicare e diffondere, prendendo spunto dai tronchi possenti dei platani, dalla corteccia variegata della zelkova, dai colori autunnali del liriodendro, dalle vicende della vita che hanno accompagnato questi inaspettati “maestri” e da molto altro ancora.
*

presentazione del libro
Alberi maestri nella città e nel territorio di Trento
di Mauro Lando e Alessandro Gadotti
a cura di Costantino Bonomi e Roberto Leonardelli

venerdì 17 marzo, ore 17.30. Ingresso libero

intervengono
Alessandro Andreatta, Sindaco di Trento
Michele Lanzinger, Direttore del Muse
Italo Gilmozzi, assessore ai Lavori Pubblici e Bilancio
Mauro Lando e Alessandro Gadotti, gli autori
In allegato il comunicato stampa:

alberi monumentali