AGIRE PER IL TRENTINO – LETTERA AL DIRETTORE * SOGNO DI MEZZO INVERNO: DI ALBERTO GIACOMONI

Egregio Direttore, corre l’anno 1990, a Trento il sindaco è Lorenzo Dellai. Il presidente della provincia è Mario Malossini. Al festival di Sanremo dell’anno prima (1989) si è esibito come comico un certo Beppe Grillo.

A novembre esce il nuovo album di Claudio Baglioni: Oltre. In auto si viaggia con la Golf, soprattutto i trentini filo tedeschi, o con la Tipo il resto d’Italia. I motociclisti usano la Vespa, i più avventurosi l’Africa Twin e i più danarosi la Bmw Gs.

Ho 29 anni e sono stufo di questo periodo che mi sembra piatto e privo di novità coinvolgenti; approfitto dell’occasione per sperimentare un dispositivo inventato da un mio amico ingegnere: la macchina del tempo che dovrebbe permettere di viaggiare nel tempo futuro…

Salto sulla macchina e posiziono l’indicatore sull’anno 2018: un anno che mi sembra abbastanza lontano dal mio. Uscito da quell’arnese comincio a guardarmi intorno per capire cosa cambierà tra 30 anni.

Prendo un giornale e comincio a leggere. Il festival di Sanremo sarà condotto da Claudio Baglioni…

C’è la pubblicità della Nuova Golf e pure della Tipo… Sulla strada vedo passare una Fiat, la nuova 500 e pure una Vespa…

Per le elezioni nazionali di quell’anno si vociferano come possibili candidati per il centro destra Mario Malossini (anche se sembra che non accetti di candidare) e per il centro sinistra Lorenzo Dellai.

È in lizza pure un nuovo movimento politico con a capo Beppe Grillo. Ho un momento di smarrimento e comincio a correre lungo via Brennero, quando nella vetrina della concessionaria Bmw vedo esposta la nuova Gs; vendono pure la nuova Mini.

Più avanti vedo esposta nel concessionario Honda (sì sempre lo stesso) la nuova Africa Twin.

A questo punto, decisamente smarrito, ritorno nella macchina del tempo e rimetto l’indicatore indietro sull’anno 1990. Scendo dalla macchina e il mio amico ingegnere mi chiede: funziona?

Io gli rispondo: mi pare proprio che non funzioni! Ho provato ad andare nell’anno 2018 ma non è cambiato praticamente niente: stessi cantanti, stesse moto e stesse macchine… E stessi politici!!!

 

 

Alberto Giacomoni

Agire per il Trentino